HOME BLOG FUMETTI CHARACTERS ARTICOLI REGOLE CONTATTI LINK RICERCHE MERCHANDISING

martedì 2 giugno 2009

I Transformers anni 50



Hasbro ha lanciato i Transformers nel 1984, con modelli di auto ispirati a quelle che all’epoca si vedevano sulle strade. Da allora, il design delle auto e dei robot è cambiato raccontando l’evoluzione della tecnologia e della nostra società. Ma come sarebbero stati i Transformers se fossero stati inventati negli anni 50? Patrick de Leon da grande appassionato di fantascienza sia classica che moderna ha cercato di rispondere a questa domanda con un video in cui immagina un’auto degli anni 50 che si trasforma in un robot.

Porco Rosso avrà un nuovo sequel firmato Miyazaki

Hayao Miyazaki potrebbe disegnare il sequel di Porco Rosso (Kurenai no buta), il film diretto dal maestro dell’animazione giapponese nel 1992. Lo ha rivelato nei giorni scorsi la rivista giapponese Model Graphix. Proprio sulle pagine di Model Graphix Miyazaki pubblicò nel 1990 il manga che avrebbe poi ispirato Porco Rosso, intitolato The Age of the Flying Boat. Per la rivista, poi, Miyazaki ha recentemente pubblicato un altro manga, intitolato Kaze Tachinu - Si alza il vento.
Il sequel dovrebbe intitolarsi Porco Rosso: The Last Sortie. Porco Rosso questa volta dovrebbe volare a bordo di un Savoia-Marchetti SM.79, un trimotore prodotto dall’azienda italiana Savoia-Marchetti. Hayao Miyazaki vedrà questo aereo per la prima volta nelle prossime settimane, durante una visita che il maestro ha programmato al Museo Storico dell’Aeronautica Militare di Vigna di Valle durante una visita programmata.
Quello di Porco Rosso sarebbe il secondo sequel firmato da Miyazaki di una sua opera: nel 2003 il regista ha diretto per il Museo Ghibli il cortometraggio Mei to Konekobasu, che prosegue le avventure de Il mio vicino Totoro.

Hugo Pratt da Periplo segreto a Sandokan

Un primissimo piano di Hugo Pratt con i suoi occhi magnetici. Gli stessi, inutile dirlo, del suo avventuriero gitano Corto Maltese. E subito si entra nell'universo prattiano che, ad ogni incontro, rinnova stupore e fascinazione, curiosità e persino invidia. La splendida fotografia in bianco e nero di Armin Linke apre il poderoso volume Hugo Pratt. Periplo segreto (415 pagine a colori, formato 28x30 cm) curato da Patrizia Zanotti e Thierry Thomas, edito da Rizzoli Lizard in occasione dell'omonima mostra, aperta sino al 20 settembre, nel museo Thomas Henry di Cherbourg (Francia). La rassegna segue l'antologica Periplo immaginario allestita nel 2005, a dieci anni dalla scomparsa di Pratt, nel palazzo Squarcialupi di Siena. Ritorna così, forte come lo era la sua personalità, l'opera di Hugo Pratt raccontata da opere realizzate con tecniche miste dal 1950 al 1995. Ovvero dall'avventura travolgente di Buenos Aires, scandita da tango e donne, a quelli della Svizzera dove l'autore si era stabilito in una grande casa nei pressi di Losanna piena di disegni, ricordi e progetti.
Un'antologia-catalogo che riprende a raccontare l'infinito Pratt con la partenza da Venezia, nel 1950, del gruppo di fumettisti che realizzava l'albo L'Asso di Picche (Mario Faustinelli, Alberto Onagro, Ivo Pavone) chiamati a Buenos Aires da Cesare Civita, agente della Disney che aveva fondato una sua casa editrice, l'Editorial Abril, dopo l'incontro con lo straordinario sceneggiatore Héctor Oesterheld. Del quale Pratt disegna le serie Ray Kitt e Sargento Kirk: nel 1957 Oesterheld apre l'Editorial Frontera che diventerà una grande fucina di talenti, da Solano Lopez (con il quale creerà il rivoluzionario L'Eternauta) a Alberto Breccia, da Giovanni Zanotto a Garcia Seijas.
I suoi lavori: circa cinquecento sono pubblicati nel volume, dalle matite colorate che raccontano una gita marina (1950), agli splendidi pannelli dedicati a Marilyn Monroe per concludere con un backstage del festival del film di Losanna (1995), passando naturalmente per la sua straordinaria geografia umana (l'Eritrea, l'Inghilterra, l'Asia, le guerre…) segnata dai ritratti di Corto Maltese: bellissimo il carboncino a pagina 280. E poi i cortili di Milano, un portfolio dedicato al calcio, le campagne pubblicitarie per Puma e Carpené Malvolti, le moltissime donne e l'incredibile decorazione di un'auto da formula 1 Ligier-Renault Mégane. Un viaggio che incanta e che si ripercorre più volte per riprendere fiato, sentendo sotto pelle la magia di Pratt e dei suoi racconti senza fine.
Ma questo "catalogo" non l'unica opera che recentemente ci ripropone Pratt, c'è anche il Sandokan: Le Tigri di Mompracem edito da Rizzoli Lizard in formato orizzontale per riprendere la pubblicazione a strisce. Il racconto, disegnato da Hugo Pratt e scritto dal grande Mino Milani in omaggio a Emilio Salgari, era infatti destinato alle pagine del Corriere dei Piccoli nel 1969. Ma, chissà perché, non venne mai pubblicato. Capita anche per un tris d'assi come Pratt, Milani e Salgari. Quarant'anni dopo, fortunatamente, arriva in libreria assolutamente inedito e splendidamente avvincente.

Death Note - il gioco da tavolo

Il gioco da tavolo di Death Note parla italiano. A ideare un gioco da tavolo ispirato al manga (e anime) più popolare (e controverso) degli ultimi anni è stato infatti il ravennate Giacomo Santopietro. Edito da Trofé Italia, con design di eNigma, Grazie a Death Note ICG potrete vivere da protagonisti le atmosfere dark del manga.
Death Note ICG è un gioco di investigazione. I giocatori fanno parte di una squadra di investigatori. Tra loro si nasconde però Kira, il pericoloso serial killer che ha il quaderno Death Note. Scopo del gioco è smascherare il giocatore che interpreta Kira. A sua volta, Kira dovrà cercare di sabotare le investigazioni degli altri giocatori senza farsi scoprire.
Una caccia all’assassino intrigante come un episodio di Death Note, in cui il bluff è essenziale per sopravvivere e vincere.
Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.