HOME BLOG FUMETTI CHARACTERS ARTICOLI REGOLE CONTATTI LINK RICERCHE MERCHANDISING

lunedì 11 maggio 2009

25 candeline per le TMNT

Le Tartarughe Ninja compiono 25 anni. Il primo maggio del 1984 veniva pubblicato negli Stati Uniti il primo fumetto dedicato alle Teenage Mutant Ninja Turtles. A creare i personaggi furono i giovani disegnatori Peter Laird e Kevin Eastman. La prima edizione del fumetto edito da Mirage Studios fu di sole 3000 copie, ma il successo del primo numero portò alla ripubblicazione per un totale di 1 milione di copie vendute.
Nel 1987 arrivò la serie di cartoni animati, che determino il successo di Leonardo, Donatello, Raffaello e Michelangelo anche all’estero. Seguirono action figure (dal 1987), videogame (1989) e film in live-action (1990).
Andiamo alle origini della leggenda delle Teenage Mutant Ninja Turtles. A seguito di un incidente automobilistico, un pericoloso liquame radioattivo venne disperso nelle fogne di New York, contaminando quattro piccole tartarughe. Le vittime del contagio subirono una lenta ma radicale mutazione genetica, che le portò ad assumere caratteristiche vistosamente antropomorfe. Vittima del contagio anche un ratto, chiamato Splinter, che alleverà le tartarughe insegnando loro le arti marziali.
Per i 25 anni delle tartarughe mutanti è stato inaugurato un nuovo sito dove è possibile ripercorrere la storia delle Ninja Turtles, scoprire curiosità sui personaggi e sui creatori del fumetto, leggere il blog di Michelangelo e fare il test per scoprire a quale tartaruga di somiglia di più.
In occasione dell’anniversario Playmates Toys ha rimesso in produzione le action figure originali per un set di collezione. Bisognerà invece aspettare il 2011 per un nuovo film in live-action delle Teenage Mutant Ninja Turtles, dopo il semi-flop della pellicola del 2007. Negli ultimi anni, in effetti, la popolarità delle Tartarughe Ninja si è un po’ appannata.

E' scomparso l'autore Eugenio Benni

Sabato 2 maggio 2009 è scomparso all'età di 70 anni Eugenio Benni, grande disegnatore e fumettista.
Ha lavorato, oltre al resto, per personaggi storici come Blek e Capitan Miki. Ne ha dato notizia il figlio Emiliano.
Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.