HOME BLOG FUMETTI CHARACTERS ARTICOLI REGOLE CONTATTI LINK RICERCHE MERCHANDISING

mercoledì 29 aprile 2009

Terminator Salvation il videogame

In uscita il prossimo 29 maggio 2009, Terminator Salvation non è innanzitutto la solita riproposizione dell’omonimo film (in uscita nelle sale italiani i primi di giugno) bensì un capitolo del tutto inedito, anche a livello di sceneggiatura, che cronologicamente si pone fra Terminator 3 e la nuova pellicola con protagonista Christian Bale. Quest’ultimo non sarà della partita nel videogioco a donare il suo volto al protagonista: un nuovo errore per l’affascinante attore, ci viene da affermare, data la qualità che il gioco è capace di esprimere.
A tutti i livelli, infatti, da quello squisitamente tecnologico, per arrivare alle dinamiche di gioco - un tipico sparatutto in terza persona sulla scia di Gears of War, ma non privo di peculiarità - Terminator Salvation si comporta bene e risulta persino, da quanto abbiamo provato in anteprima, una sfida intrigante e non scontata anche per i giocatori più navigati.
Fra le caratteristiche che danno un sapore del tutto particolare a questa produzione figura sicuramente l’approccio tattico dei nemici, capaci dai attaccarci da ogni fianco, persino alle spalle, insidiosi e caparbi come di rado ci era capitato di vedere anche di recente nel mondo dei videogiochi: per sconfiggerli dobbiamo puntare su un po’ di astuzia, l’aiuto dei compagni controllati dall’intelligenza artificiale e una serie di tattiche da guerriglia che contrastino il loro modo di combattere libero dagli schemi e tutto sommato intelligente. Particolarmente interessante a livello di gameplay la possibilità di affrontare l’intero gioco in compagnia di un amico dinanzi al medesimo schermo diviso orizzontalmente: la ciliegina sulla torta sarebbe stata una siffatta modalità cooperativa da giocare anche online, ma secondo gli sviluppatori avrebbe richiesto troppo tempo, e non è già ora poco - diciotto mesi - quello che è stato speso dagli svedesi GRIN per realizzare il Terminator Salvation.
Il videogioco sarà disponibile dal prossimo 29 maggio sugli scaffali dei negozi in versione PlayStation 3, Xbox 360 e PC.

Corso di ginnastica hot in stile anime


Per gli otaku preoccupati per la prova costume c’è un nuovo corso di ginnastica che vi farà scatenare davanti alla TV. Issho ni Training è un DVD di ginnastica in stile anime da qualche giorno in vendita in Giappone.
La vostra personal trainer sarà Hinako, una Gil Cooper a cartoni animati che vi insegnerà come rimanere in forma, con inquadrature fatte apposta per gente sullo stile del vecchio maestro Muten o di Ryu Saeba (in pratica il 90% della popolazione maschile). Potete scegliere anche l’abbigliamento della vostra bella insegnante: anche le flessioni diventano più piacevoli se a farle è una ragazza sexy in bikini…

Festival del Fumetto aereonautico dal 15 e il 17 maggio

Il fumetto ben si presta a manifestazioni tematiche di ogni tipo.
A Ginevra in Svizzera, il locale Festival de la BD, alla sua seconda edizione, si sposta nei locali dell'aereoporto per una esposizione sul fumetto di ambientazione aerea.
Se passate da quelle parti tra il 15 e il 17 maggio 2009 troverete una quantità di autori di fumetto aereonautico pronti a far dediche.
Info: http://www.fetedelabd.ch/.

MAD Magazine raggiunge quota 500

Lo scorso lunedì è uscito negli USA il 500esimo numero di MAD Magazine, rivista di satira sociale che da 57 anni distrugge la cultura americana in ogni sua forma e sforna talenti in vari campi artistici a ciclo continuo. Nato come fumetto nel 1952 dalla mente di Harvey Kurtzman con la collaborazione di Wally Wood, Jack Davis, John Severin e Will Elder, MAD assume la forma di vero e propio magazine nel 1955 con il numero 24 che non decretò però l’abbandono del fumetto come arma satirica.
Nell’infinita lista di fumettisti che collaborano con MAD da decenni voglio ricordarne un paio in particolere. Al Jaffe, cartoonist e creatore della celebre pagina centrale del magazine che se piegata secondo le linee tratteggiate rivela un’immagine nascosta, vero e proprio marchio di fabbrica della rivista. Ne trovate una galleria interattiva qui. Altro autore monumentale è Sergio Aragones, il creatore di GROO the wanderer, che dal 1963 è apparso su ogni numero della rivista con le sue strip e vignette spesso mute. A quanto pare solo un numero post ‘63 non si fregia del suo operato, e solo perché le vignette andarono perse per un errore del servizio postale.

Schulz vedova dona un milione di dollari per la ricerca sul fumetto

La vedova di Charles M. Schulz, il grande cartoonist creatore di Snoopy e amici, ha donato un milione di dollari all'Università di stato dell'Ohio per sostenere Sullivant Hall, che sarà la sede di un grande centro di ricerca accademica mondiale per la documentazione sul fumetto ("printed cartoon art").
Ma la signora sembra non essere contenta e vuole fare di più, ha dichiarato infatti che donerà altri due milioni e mezzo di dollari se l'Università dell'Ohio riuscirà a mettere insieme la stessa cifra da altre fonti, arrivando così a un finanziamento per il progetto di sei milioni di dollari.

Fonte: ComicsDC

Quando la first lady diventa un fumetto

Michelle Obama, moglie del presidente più fumettoso della storia, strappa un pizzico di celebrità al marito e finisce per diventare la protagonista di una storia distribuita dalla Bluewater Productions.
Su Gossipblog.it leggiamo che questo fumetto sarà inserito all’interno della speciale collana intitolata Female force e presenterà una storia del tutto realistica; infatti la first lady non avrà i super poteri, perché si tratta di una biografia a fumetti che racconta la sua marcia verso il potere e la sua entrata nella storia americana.
Il fumetto sarà disponibile nelle librerie statunitensi a partire da mercoledì, 29 aprile. La storia è stata scritta da Neal Bailey, disegnata da Joshua LaBello e presenta una cover di Vinnie Tartamella. Bluewater Productions è una casa editrice di nicchia ed ha già pubblicato numerosi albi contenenti riferimenti ad esponenti della scena politica come Colin Powell, Sarah Palin e la sempre attiva Hillary Clinton. Tra le loro produzioni segnaliamo William Shatner present: The TekWar Chronicles, una insolita avventura con un protagonista celebre il capitano dell'astronave Enterprice originale, ma non ha niente a che fare ora con il mondo di Star Trek. Per chi non lo ricordasse Shatner oltre ed essere attore in serie come Star Trek e T.J. Hooker è stato anche regista, cantante e scrittore con la serie di libri di fantascienza cyberpunk TekWar che sono anche stati adattati in passato come serie tv dal Canada dietro adattamento dello stesso Shatner che compariva nella serie come personaggio secondario fisso.
Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.