HOME BLOG FUMETTI CHARACTERS ARTICOLI REGOLE CONTATTI LINK RICERCHE MERCHANDISING

lunedì 27 aprile 2009

CISinTandem proroga il termine per l'iscrizione al concorso

E' stata prorogata al 5 Maggio la data di scadenza per l'iscrizione a "CISinTandem" il concorso grafico-letterario organizzato dalCIS Srl, per il 16 Maggio 2009 sta facendo discutere molto appassionati di sceneggiatura e quelli di disegno e illustrazione.
CISinTandem funziona così: nel tempo prestabilito, lo scrittore produrrà un racconto breve (sul genere Noir e sul tema del Fiume) fedele ad una traccia, fornita dall'organizzazione in sede d'evento, ed il disegnatore-illustratore produrrà una tavola formato A4 che sappia rappresentare o riassumere il racconto in un'illustrazione o in una strip a fumetti. Agli scrittori è raccomandato presentarsi con un computer portatile, mentre ai disegnatori, muniti di materiale proprio, sarà concesso l'utilizzo di qualsiasi tecnica e stile, colore o bianco e nero.
Pranzo a buffet e cena saranno offerti dall’organizzazione.

Per maggiori informazioni o per scaricare il bando cliccate qui.

Lady Oscar diventa un musical tutto italiano

"Lady Oscar" arriva a teatro. Il personaggio del cartone ha fatto sognare generazioni di bambini, con la giovane lady che diventa capitano delle guardie di Sua Maestà a Versailles nel periodo che precede la Rivoluzione francese. E adesso il racconto diventerà il soggetto dell'opera in due atti in calendario al Sistina di Roma dall'8 al 10 maggio. A ispirare il testo teatrale è il manga "Versailles no bara" firmato da Ryoko Ikeda.
Sul palco, insieme a un cast di grandi attori del palcoscenico, si esibiscono Danilo Brugia e Alice Mistroni. Autore di testi e musiche è Andrea Palotto, che firma anche la regia, mentre la direzione musicale e gli arrangiamenti sono di Emiliano Torquati.
Siamo nella Francia pre-rivoluzionaria dove una donna muore mentre dà alla luce una bambina. Il marito di lei è l'austero generale dell'esercito e alleva la bambina come se fosse un uomo così che, diventata grande, la giovane riesce a ottenere da Re Luigi XVI il grado di comandante delle guardie reali.
La ragazza cresce e diventa donna, ma sempre in vesti maschili, scopre pian piano la sua vera identità e vive sulla sua pelle e sulla sua anima i forti contrasti tra ciò che sente e ciò che la società, e la volontà paterna, le impongono di essere. La figura tormentata di Oscar si intreccia con gli eventi di una Francia in subbuglio, con le tensioni sociali che esplodono nella presa della Bastiglia e nella Rivoluzione, che segnerà gli eventi storici per Parigi e per tutta Europa.
I rintocchi dell'orologio che dà il ritmo alla rivoluzione sono scanditi dalle battute satiriche del Robespierre/Burattinaio "amico del popolo" (giornale realmente esistito in epoca rivoluzionaria). In scena il grande capo della rivoluzione, che diventa anche una sorta di mezzo di informazione, ripropone le macchiette cortigiane e rende ancor più cruda la realtà della plebe mettendola a confronto con gli sfarzi della corte più grande d'Europa.
E' in questo ginepraio di scontri, contrasti e contraddizioni che fioriscono le storie d'amore di Oscar. C'è l'amore segreto e quello nascosto, quello incompreso e quello negato, quello inseguito e quello che si conclude nell'estremo sacrificio. Da Francois a Fersen, dalla regina Maria Antonietta ad Andrè, Lady Oscar vive l'amore in tutte le sue sfumature, fino a raggiungerlo nella sua forma più tragica, quella del sacrificio estremo.
Quello che viene messo in scena al Sistina, a un anno dal rinnovo del gemellaggio tra Roma e Parigi, è il primo Rock Drama interamente italiano, un tributo al popolo della Rivoluzione del 1789 e ai movimenti che hanno segnato le tradizioni e le culture europee, cambiandone profondamente il pensiero.
Presentato alla maniera dei grandi musical anglosassoni, una delle forme artistiche più innovative e in continua ascesa sul nostro territorio e in Europa, l'opera mette in scena temi sociali ancora attuali. Lady Oscar racconta la disuguaglianza (problema molto sentito nella nuova società multirazziale), la disperazione che nasce dall'ostentazione degli eccessi della ricchezza in contrapposizione agli stenti della povertà (basta pensare ai recenti dibattiti politici in materia cui ancora non si riesce a dare una svolta), l'amore che mette a nudo l'animo umano e la follia inaspettata che ne scaturisce (ai nostri giorni i telegiornali sono pieni di fatti di cronaca violenti legati all'eccesso di un sentimento o di una passione).
Accurato nella ricostruzione di personaggi storici come Luigi XVI e Maria Antonietta d'Austria, Robespierre e Marat, Lady Oscar è una storia di ieri espressa e raccontata con un linguaggio moderno e accattivante per uno spettacolo intrigante e riuscito.

Pachuko Boy il nuovo personaggio di Phil Ortiz

Phil Ortiz ha scelto il Comicon per presentare in anteprima Pachuko Boy, il suo nuovo personaggio a fumetti che diventerà una nuova serie animata già dalla prossima estate. Ortiz, nato artisticamente negli anni Ottanta alla factory di Hanna&Barbera e poi diventato famoso con i Simpson, di cui è uno degli ideatori, ha voluto lanciare a Napoli, all’interno del Salone Internazionale del Fumetto, la sua nuova avventura: «Pachuko - spiega Phil Ortiz - è un ragazzo come tanti, ma ha dei superpoteri che gli permetteranno di diventare una sorta di “street hero”, un eroe della strada, insieme al suo cane e ai suoi amici. Gli animatori di Hollywood sono già al lavoro per disegnare le storie del nuovo personaggio che saranno girate dall’estate negli Studios di Los Angeles». La nuova serie sarà lanciata sul mercato sudamericano per poi andare sugli schermi degli Usa e sbarcare in Europa. «È una scommessa - prosegue Ortiz - su cui lavoriamo da cinque anni, oggi è molto difficile limare un personaggio per farlo diventare appetibile al pubblico televisivo, ma alla fine abiammo trovato la chiave giusta». Ortiz è stato poi tra i protagonisti dell’incontro «Una firma per il fumetto» a cui sono intervenuti anche lo scrittore e sceneggiatore Vincenzo Cerami, il direttore artistico di Comicon Luca Boschi e il giornalista Rai Edardo Santelia.

Minaccie per il creatore del manga Lucky Star

Problemi di stalking per il creatore di Lucky Star Kagami Yoshimizu che, pochi giorni fa, ha rischiato di veder saltare in aria la propria abitazione.
Ma andiamo con ordine. La settimana scorsa l’autore Kagami Yoshimizu riceve una lettera minatoria da parte di un anonimo fan che, con parole abbastanza eloquenti, minacciava di voler far saltare in aria la stanza da letto di Konata (che in pratica è la fedele riproduzione della casa del mangaka). Subito la polizia giapponese si è attivata ed ha arrestato il ventiduenne Yosuke Ida che, per discolparsi, ha parzialmente ritrattato i contenuti della lettera dicendo agli agenti che voleva soltanto fare un po’ di rumore.
Purtroppo lo sfortunato (e disinformato) ragazzo non sapeva che la vecchia casa di Kagami Yoshimizu è diventata un “Cosplay Museum“, dove i ragazzi vanno a farsi delle foto vestiti come i protagonisti di Lucky Star!

GREEN LANTERN: FIRST FLIGHT - Trailer



Eccovi il trailer del primo film interamente dedicata a Lanterna Verde (anche se d'animazione) la sua uscita in DVD e Blue-Ray è prevista per il 21 luglio 2009.

GREEN LANTERN: FIRST FLIGHT
Regia di Lauren Montgomery
Sceneggiatura di Alan Burnett

Cast:
Christopher Meloni - Hal Jordan
Tricia Helfer - Boodikka
Michael Madsen - Kilowog
Victor Garber - Sinestro

Eri Takenashi sta meglio

Sta meglio ed è pronta a continuare il suo manga/anime Kannagi la giovane Eri Takenashi . A darne notizia è la stessa autrice che, da novembre scorso, non ha più aggiornato il suo sito ufficiale creando un piccolo “caso mediatico”.
Fortunatamente la Takenashi ha solo avuto dei piccoli problemi dovuti all’eccessivo carico di lavoro, ed ovviamente ha scelto di riposarsi un po’ onde evitare ulteriori complicazioni.
Comunque l’autrice adesso sembra più in forma che mai e, parallelamente al suo lavoro di mangaka, si occuperà a tempo pieno anche della creazione dell’anime di Kannagi.
Dunque auguriamo alla Eri Takenashi di una totale guarigione.

Intervista al Bruno Concina dopo Disney

Bruno Concina è una delle Grandi Firme del fumetto, noto per le sue storie Disney. Per 30 anni ha regalato ai suoi lettori una caterva di emozioni trasformate in racconti a fumetti, nati dalla sua esperienza personale complessa e variegata, non di solo fumettista, ma di insegnante, scrittore, poeta ecc.
Esasperato dal tipo di rapporto lavorativo con la Disney, in assenza di risposte dall'azienda, nel gennaio 2008 denunciò la situazione con lettere pubbliche che raccolsero una solidarietà diffusa, ma non risolsero positivamente la situazione.
In una azienda in cui, in precedenza, già si erano visti, negli anni, tentativi di costituire rappresentanze sindacali aziendali, tutti falliti per scarsa adesione da parte dei fumettisti, nemmeno la coraggiosa "esposizione solitaria" di Concina riuscì a stimolare un efficace "senso di gruppo".
Oggi Concina non lavora più per Disney, e all'autore "venziano DOC" mancano un po' i "topi e paperi", come potete leggere (in italiano) nell'intervista recentissima di Christoph Restel su Lustige-Taschenbuecher, integralmente disponibile in linea (click qui).
Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.