HOME BLOG FUMETTI CHARACTERS ARTICOLI REGOLE CONTATTI LINK RICERCHE MERCHANDISING

domenica 26 aprile 2009

Naruto: il Futuro della Foglia - Trailer



Naruto compie 10 anni. Per celebrare l’anniversario ad agosto arriva nei cinema giapponesi il sesto film ispirato alle avventure del ninja Naruto (il terzo della serie Shippuden).
Il nuovo film s’intitolerà Il Futuro della Foglia (Hi no ishi o tsugumono in versione originale, Naruto Shippūden 3: Inheritors of the Will of Fire per il pubblico internazionale), come già uno degli episodi della serie. La storia dovrebbe ruotare attorno ai tentativi di Orochimaru di distruggere il villaggio della Foglia.

La Disney modifica The princess and The frog, ma continuano le accuse di razzismo

L’arrivo degli Obama alla Casa Bianca porterà con sè anche l’approdo di una principessa nera nella squadra di eroine della Walt Disney. Ma gli studios -celebri per i cartoon che inneggiano ai valori tradizionali della famiglia bianca- hanno dovuto apportare una serie di modifiche al progetto («The princess and The frog» che uscirà nelle sale a dicembre), accusato di trattare con poca sensibilità temi delicati come la diversità razziale.
E così la Disney ha già dovuto cambiare la professione della principessa (inizialmente era una cameriera, sarà invece un’aspirante proprietaria di ristorante) e il nome della protagonista (Tiana invece di Maddy, che sembrava tropo simile a «Mammy», il termine con cui venivano di consueto chiamate le schiave all’interno della famiglie bianche). Ma non è bastato e le polemiche sono letteralmente esplose dopo che si è scoperto che il film sarà ambientato a New Orleans e soprattutto che Tiana troverà l’amore con un principe bianco, o quasi.
A far battere più forte il cuore di Tiana sarà infatti un giovane descritto con la pelle «olivastra», a cui darà la voce un attore brasiliano, Bruno Campos (la voce di Tiana sarà invece quella di Anika Noni rose, star di Dreamgirls, mentre la madre della principessa sarà la regina dei talk-show Oprah Winfrey).
Tanto è bastato per scatenare i blog. «Che cosa? Nessun principe nero?» ha tuonato James Collier, su Acting White, un web-site anti-razzismo, «Forse la Disney non vuole che le future madri dell’America bianca in declino subiscano un imprinting in età così precoce con la nozione di pretendente nero». E un’altra blogger, Angela Helm, ha scatenato un vero e proprio dibattito sul sito Black Voices sostenendo che «anche se nella vita reale un uomo nero ricopre il più alto incarico di governo, la Disney ovviamente pensa che un uomo nero non meriti il titolo di principe».
Sono almeno settant’anni che la Disney diverte generazioni di ragazzine con le sue principesse: dopo quella per eccellenza, «Biancaneve e i sette nani» si sono susseguite almeno 8 eroine, che hanno portato nelle casse del colosso dell’animazione ricavi per 4 miliardi di dollari all’anno. Tra i personaggi femminili, ci sono state anche una nativa d’America (Pocahontas)) e un’eroina asiatica (Mulan). Mancava qualcosa: una donna nera. E così è stato avviato il progetto, ben prima che qualcuno che non fosse di Chicago avesse mai sentito parlare degli Obama.
Secondo il Times, il nuovo film animato racconterà la storia di una principessa trasformata in rana dopo averne baciata una e che si addentra nei bassifondi della Louisiana alla ricerca di una cura voodoo. Le attese sono molto alta. Le ultime due »eroine« multi-etniche della Disney - Mulan (1998) e Pocahontas (1995)- hanno generato ricavi per oltre 300 milioni di dollari. Ma grazie all’arrivo alla Casa Bianca degli Obama, la Disney proverà a polverizzare gli incassi.

The Hunter - 19 tavole in anteprima

IDW Publishing ha rilasciato un’anteprima di 19 pagine di The Hunter, adattamento scritto e illustrato da Darwyn Cooke tratto dal primo romanzo con protagonista Parker, personaggio ideato da Donald Westlake pubblicato sotto lo pseudonimo di Richard Stark.
L’anteprima la trovate qui.
Il romanzo originale è stato in precedenza adattato due volte in pellicola: nel film del 1967 Point Blank con protagonista Lee Marvin e nel 1999 in Payback con protagonista Mel Gibson.
Il volume di Cooke sarà lungo 144 pagine e arriverà nei negozi americani il prossimo luglio.

Concorso: MOMArt story

Il MOMArt.Motore Meridiano delle Arti, indice il concorso MOMArt story, con il supporto organizzativo del Teatro Kismet OperA e in collaborazione con l'associazione Libera, Regione Puglia e il festival CRACK!, fumetti dirompenti.
Un modo per raccontare la vicenda del MOMA, ex discoteca sequestrata alla malavita barese ed ora spazio per le nuove generazioni. Il MOMArt esordisce in questo modo nel campo delle arti visive. Attraverso una chiamata alle arti vogliamo affidare all'estro di giovani talenti pugliesi il compito di disegnare questa storia di criminalità organizzata e di tracciarne delle conclusioni, anche fantasiose, sulla vicenda.
Il fumetto diventa così il modo attraverso il quale le giovani generazioni possono riflettere, utilizzando un linguaggio che è loro, in merito ai principi di legalità e antimafia.
Il concorso è indirizzato ad autori pugliesi che non abbiano superato il limite di età di 35 anni, professionisti e giovani esordienti che operano nel settore del fumetto, del disegno, della grafica e dell'illustrazione. Il bando è suddiviso in due momenti: fase work in progress: tutti gli elaborati pervenuti saranno esposti al Forte Prenestino di Roma per il festival CRACK! fumetti dirompenti (crack.forteprenestino.net) fase di selezione e conclusione work in art: saranno scelti i progetti vincitori che verranno pubblicati in un volume sul MOMArt.
Il bando con tutte le informazioni utili per la partecipazione al concorso è reperibile sul sito http://www.teatrokismet.org/.
Scadenza delle selezioni: 20 Maggio 2009.

Supereroi in amore

Jeffery Klaehn, studioso dei fumetti e della cultura pop, ha stilato una lista delle 25 coppie romantiche più grandi della storia dei supereroi. La lista la potete leggere qui.
Bizzarrie della lista vediamo Batman che compare quattro volte con quattro compagne diverse, mentre il caro vecchio arrampica muri si aggiudica il primo posto con Gwen Stacy, il quindicesimo (con Betty Brant) e solo il diciassettesimo con Mary Jane, l'unica che ha sposato (!?!).
Dal canto io ho trovato ben azzeccato l'inserimento nella lista al tredicesimo posto della coppia Green Arrow/Black Canary che è una delle coppie più fisse (nonostante morti e resurrezioni) del fumetto USA.
Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.