HOME BLOG FUMETTI CHARACTERS ARTICOLI REGOLE CONTATTI LINK RICERCHE MERCHANDISING

venerdì 20 marzo 2009

Schifidol Puzz accusate di aver intossicato una classe

Un album di figurine, lo 'Schifidol Puzz', ha intossicato sedici alunni in un istituto elementare di Torino. Lo hanno appurato i funzionari dell'Asl, intervenuti alla scuola europea Altiero Spinelli per accertare le cause del bruciore agli occhi e del mal di gola che hanno colpito i giovani studenti della 5/a elementare A e la loro insegnante. Quando vengono sfregate queste carte puzzolenti emanano odori nauseabondi, dal vomito alle uova marce.
Alcune figurine trovate nella scuola sono state prelevate dai vigili del fuoco e dai funzionari dell' Asl per essere esaminate e capire con precisione se sono l'effettiva causa dei malesseri denunciati. una scritta sulla bustina avverte come il prodotto sia consigliato ai maggiori di 12 anni. I 16 alunni che hanno lamentato bruciore agli occhi e alla gola stanno bene e sono già stati dimessi dagli ospedali in cui era stati ricoverati a scopo precauzionale. Non è escluso che nella vicenda ci sia stata anche un po' di autosuggestione.
"Il prodotto è in commercio sin dal mese di Gennaio e sono state vendute ad oggi milioni e milioni di carte senza che mai alcun problema si fosse evidenziato. La puzza che emanano alcune di queste carte deriva da essenze profumate atossiche che rispettano la normativa Uni En 71, presenti a catalogo e pertanto non prodotte ad hoc per la nostra collezione dalla Druckfarben s.r.l. di Albino- Bergamo, azienda Italiana leader nel settore nelle essenze profumate per la stampa".
E' quanto sottolinea in una nota la Gedis s.r.l., nella qualità di Editore del prodotto 'Skifidol Puzz', "Crediamo che quanto accaduto sia frutto di un effetto autosuggestivo determinato dalla giocosità del prodotto Skifidol più che da elementi di pericolosità inesistenti", sottolinea la nota.

Cloudy with a Chance of Meatballs - trailer

Arriverà il 18 settembre prossimo Cloudy with a Chance of Meatballs, nuovo film d’animazione 3D, seguendo la scia ormai inaugurata da Mostri contro Alieni di casa Dreamworks. A dirigere tutto Chris Miller, con le voci di Anna Faris, Bruce Campbell, Bill Hader, James Caan, Andy Samberg, Mr. T e Tracy Morgan, per quella che sarà la trasposizione di un celebre libro per ragazzi scritto da Judi Barrett nel 1978.
Di cosa parlerà il film? Di uno scienziato che disperatamente cerca di risolvere la fame nel mondo, incontrando un problema di proporzioni globali quando il cibo inizierà a cadere dal cielo…
Incerta la data l’uscita italiana che dovrebbe essere, se confermata, per il prossimo 18 settembre come negli Usa.

Concorso di fumetti e grafica Imago

Scade il 18 aprile il termine per partecipare all'edizione 2009 del concorso Imago sul tema We all live in a yellow submarine... Rinnoviamo l'energia! Siamo tutti sulla stessa barca!
Gli elaborati, scelti da una commissione di esperrti, saranno esposti a castel Sant’Elmo a Napoli in occasione della 11° edizione del Salone Internazionale del Fumetto Napoli Comicon che si terrà dal 24 al 26 aprile. Il concorso è realizzato con il patrocinio del Ministero dell’Istruzione e dell’Università-Ufficio Scolastico Regionale per la Campania, della Regione Campania, della Provincia di Napoli – Assessorato alle Politiche Formative e del Comune di Napoli - Assessorato all’Istruzionee con la collaborazione di: Scuola Italiana di Comix, Campania-Artecard, Tunué, GameCon, Centro studi Ilas.
Info:http://www.comicon.it/
http://www.tunue.com/
http://www.ilas.com/
http://www.rossitecnica.com/
http://www.scuolacomix.com/

Up, il primo cartoon ad aprire Cannes

Scacco alla Mostra di Venezia. Il capo degli studi Disney-Pixar John Lasseter, che al Lido riceverà quest’anno il Leone d’oro alla carriera, porta la sua ultima, attesissima creatura, al prossimo Festival di Cannes. Il film, intitolato «Up», realizzato in 3D da Pete Docter e Bob Peterson, apre la kermesse francese in programma dal 13 al 24 maggio. Scelta azzeccata, in linea con l’aria dei tempi, perfetta per valorizzare l’innovazione tecnologica che rivoluzionerà l’industria cinematografica del mondo. Ma anche colpo basso alla rassegna veneziana che sul nome di Lasseter aveva molto puntato annunciando, insieme con l’assegnazione dell’importante riconoscimento, l’organizzazione di laboratori d’animazione tenuti dai super-esperti della Disney. Il tutto per sollecitare un ritorno d’interesse da parte del pubblico giovanile, piuttosto latitante nelle ultime edizioni. Ma se Up illumina la serata inaugurale di Cannes (e poi esce il 29 maggio in Usa) è come dire che sulla Croisette viene servita la torta e al Lido restano le briciole. Sarà bellissimo incontrare Lasseter in laguna, sentirlo parlare, osservare la sua commozione mentre riceve il Leone, però è ovvio che altra cosa è vedere i suoi film, gioielli perfetti del calibro di Toy Story. Insomma, è il nuovo atto della storica guerra tra i due Festival, che, con alterne vicende, si combatte più o meno dagli Anni 40.
Dagli uffici della Biennale non arrivano commenti, il direttore della Mostra Marco Muller è all’estero e ufficialmente nessuno ha niente da dire. Il programma annunciato per Lasseter, workshop e incontri con il pubblico, resta invariato, ma la sensazione dello scippo resta nell’aria. E si aggrava il clima di competizione. Le selezioni veneziane entrano ora nel vivo, mentre tra un mese è attesa la conferenza stampa parigina del Festival di Cannes. E’ già guerra all’ultimo film e, stando alle prime anticipazioni, il cartellone messo a punto dal direttore Thierry Fremaux sembra particolarmente ricco visto che dovrebbe comprendere le ultime opere di Almodovar, Tarantino, Lars von Trier, Loach, Moore, Coen. Sulla Mostra si sa invece che dovrebbe essere ripresa la tradizione di una sezione dedicata al cinema italiano, un po’ area protetta, un po’ vetrina di talenti emergenti.
Primo film d’animazione scelto per il gala d’apertura, Up racconta l’avventura di un signore di 78 anni, Carl Fredricksen, che finalmente corona il suo sogno di volo, obiettivo il Sud America, costruendo una mongolfiera con tanti palloncini. Il sogno diventa incubo nel momento in cui l’anziano signore scopre di avere come indesiderato compagno di viaggio un ragazzino pestifero di nove anni. Pete Docter è il regista di Monsters e co., mentre Bob Peterson è l’autore di Nemo, praticamente due geni dell’animazione guidati e ispirati da Lasseter, direttore creativo della Walt Disney Animation e della Pixar. I cartoni animati hanno già fatto parte della selezione ufficiale del Festival, dai tempi di Dumbo (1974) a quelli di Valzer con Bashir .

José "Pepe" Gonzalez è deceduto

E' scomparso, all'età di 70 anni, il grande artista spagnolo José "Pepe" Gonzalez, famoso, tra il resto, per la sua splendida versione di Vampirella. Secondo le informazioni, Gonzalez è scomparso nel sonno dopo una lunga malattia.
Gonzales ha inizianto con Vampirella n.12 nel 1971 e, insieme con Archivio Goodwin, Gonzalez ha creato classici dell'orrore che hanno superato la prova del tempo, con alcuni dei migliori esempi di fumetto. Il suo lavoro è stato emozionante, bello e sensuale. Egli ha proposto i personaggi della vita, e li ha elevati ad icone, la maggior parte meritatamente, conquistando una legione di fans che non lo hanno mai dimenticato di lui.

Harris ha dichiarate: "Egli è stato uno dei più grandi artisti del fumetto abbia mai visto. Egli non potrà mai essere sostituito."

Joe Jusko ha detto: "In tutta onestà posso dire che la lungo affinità per Vampirella nella mia vita è nata a causa della scoperta del lavoro mozzafiato di Jose Gonzalez . Dalla splash page di Vampirella # 21 all'ultima vignetta, i miei occhi di dodicenne non avevano mai visto una donna nei fumetti come quella catturata da Gonzalez; bella, misteriosa, sexy (ma mai volgare). Ho sempre cercato di catturare il fascino e la sensualità che ha portato al personaggio, ma come tutti coloro che hanno cercato cercato questo sono sempre venuto tragicamente a fallire. Ci sarà sempre solo uno vero artista associato a Vampirella, agli occhi della maggior parte dei lettori e quell'artista sarà sempre il grande Jose' Pepe 'Gonzalez ".
Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.