HOME BLOG FUMETTI CHARACTERS ARTICOLI REGOLE CONTATTI LINK RICERCHE MERCHANDISING

mercoledì 25 febbraio 2009

L'anime Hetalia Axis Powers va scoppiare un crisi diplomatica

Polemiche, crisi diplomatiche e minacce di morte per un cartone animato giapponese tratto da un manga, (ovvero un fumetto) di grande successo. “Hetalia Axis Powers” è una parodia delle nazioni nella Seconda guerra mondiale in cui ciascun paese è rappresentato da un personaggio caricaturale.
L’Italia è impersonata da Veneziano, un ragazzo simpatico e allegro, ma anche afflitto da tutti i vizi che ci vengono tradizionalmente attributi: è irresponsabile, fifone, confusionario e così via. Ed è succube del suo alleato Germany che, da parte sua, è organizzatissimo, tetragono, un po’ sadico... Insomma, la sagra del luogo comune. Con qualche confusione storica, visto che vi sono personaggi che si richiamano all’Impero romano e a quello Germanico, tutti figli di «babbo Roma».
Il titolo stesso della serie è uno sberleffo al nostro Paese. La «He» iniziale, infatti, è un prefisso che significa inutile, incapace.
Sono una quarantina le nazioni prese in caricatura, mescolando vicende storiche con fatti inventati. Fra tutte, la Corea del Sud, presa di mira con battute particolarmente feroci, ne ha fatto un caso con proteste ufficiali, sino a sfiorare l’incidente diplomatico. L’autore della serie, Hidekaz Himaruya è stato addirittura minacciato di morte sul web da un gruppo di coreani iper-nazionalisti. Le proteste hanno costretto a interrompere dopo solo due puntate la trasmissione in Tv del cartone animato, nel luglio del 2008.
Oggi la serie è visibile soltanto su internet nel sito Animate.tv, e ha ottenuto un successo travolgente. L’anime è già stato visto 200mila volte online e scaricato sui cellulari 60mila volte. Animate.tv ha dovuto interrompere le registrazioni al servizio online per evitare l’intasamento del sito.

Iron Man 2: Scarlett Johansson scalzerà Emily Blunt?

La Marvel Studios sta giocando pesante per il cast di Iron Man 2, riaprendo il discorso su chi interpreterà la fatale Vedova Nera nel prossimo film di Iron Man. Mentre il marito, Ryan Reynolds, sarà impegnato nei panni di Deadpool per il film X-Men Origins: Wolverine, sembra che Scarlett Johansson sia stata contattata per rivestire i panni di Natasha Romanoff nel secondo capitolo della saga sul vendicatore dorato. Prenderebbe il posto che sembrava destinato a Emily Blunt, in forse per i suoi obblighi contrattuali con la 20th Century Fox.
La celebre attrice pare abbia già avuto un primo colloquio con i produttori di Iron Man 2. In lista per la parte ci sarebbero anche la giovane Eliza Dushku, che dopo l'esordio in Buffy si è aggiudicata il ruolo principale nel serial Dollhouse, e Jennifer Tilly, candidata all'Oscar per Pallottole su Broadway. Mentre gli agenti della Blunt stanno ancora cercando far combaciare gli impegni dell'attrice su entrambi i fronti, la Marvel non si dimostra certo a corto di alternative.

Il film di Tintin sarà distrubuito dalla disney

I fan di Hergé hanno preso come una rivincita scoprire che la Disney sarà il distributore del film di Spielberg con Tintin, quasi una tardiva compensazione della disattenzione mostrata da Disney nel 1948, quando Hergé gli mandò sette albi della serie cercando di convicerlo a una (improbabile) collaborazione. La Disney rispedì indietro anche gli albi, per far capire chiaramente che non ce n'era proprio. Ma nessuno, all'epoca, aveva spiegato a Hergé che alla Disney, fin dall'inizio, del fumetto interessava poco o nulla, essendo il loro interesse in ben altra direzione, e che, a quei tempi, erano poco disponibili a joint venture in cui non fosse la Disney stessa a farla da padrone assoluto.
Ma, a parte le "soddisfazioni" dei fan, in realtà la Disney fece ammenda (diciamo così per dire) già il 17 gennaio 1979, quando, per i 50 anni di Tintin, inviò a Hergé una statua di Topolino: una onorificenza che, allora, non era mai stata assegnata dopo la morte di Walt Disney. Altrove, invece, i fan si dedicano a realizzare la mostra per gli 80 anni della serie, in modo autonomo rispetto al padre-padrone dei diritti di autore, la Studios Hergé, già Moulinsart.

Ritorna Anna dai capelli rossi

Anna dai capelli rossi è uno degli anime più popolari, amati e replicati (solo Heidi, un’altra orfanella, può reggere il confronto). Anna dai capelli rossi sta per tornare con il prequel del classico cartone animato.

Lo scorso anno, in occasione del centenario dell’uscita del romanzo Anna dai capelli rossi di Lucy Maud Montgomery, è uscito Before Green Gables, una storia ispirata al personaggio scritta da Budge Wilson.

Questa primavera arriva in Giappone l’anime tratto dal romanzo. Before Green Gables racconta gli eventi che precedono l’arrivo di Anna al Tetto Verde. Scopriremo l’amore che univa i genitori di Anna e ne sapremo di più sulla malattia che li ha uccisi.

Di seguito il trailer della nuova serie.

Star Trek: nuova video featurette


Finalmente nuovo materiale da Star Trek: una video featurette nuova di zecca è stata oggi diffusa da MTV spoilers, mostrandoci inedite scene dall’atteso kolossal di J.J. Abrams tra qualche mese nelle sale cinematografiche.
Dopo il susseguirsi incessante di trailers, locandine e clip video è seguito un periodo di silenzio per l’attesissimo kolossal fantascientifico “Star Trek“, film che si ispira alla celeberrima ed amatissima serie televisiva. Finalmente è cessato il lungo silenzio ed è oggi disponibile un nuovo video featurette.
La featurette è stata creata e diffusa da MTV spoilers e ci mostra davvero molte interessanti scene inedite, in particolare possiamo intravedere inquadrature della navicella spaziale Enterprise. Inoltre il video viene commentato dagli stessi attori protagonisti e dal regista J.J. Abrams, man mano che scorrono le immagini del video.

Il fumetto d'annata torna in edicola

I fumetti d'annata ritornano in allegato ai giornali, o per meglio dire stavolta tocca a una selezione di cento anni di storie a fumetti italiane, sembra abbinate a pubblicazioni del gruppo RCS, pare con la partecipazione di Panini. Probabilmente una sorta di antologia del fumetto italiano umoristico e non, e di fumetti tratti dal Corriere dei Piccoli.
I diritti di autore di questo enorme panorama della letteratura disegnata italiana dovrebbero ancora essere in capo, per la maggior parte, agli stessi autori (o ai loro eredi) ed è facile immaginare che siano in corso trattative.
I fan si augurano che gli autori siano in grado di fare valere al meglio i loro diritti, in attesa di apprezzarne le ristampe distribuite (se, come pare, l'operazione sarà nelle edicole sotto forma di volumi) in quantità industriale.
Se così accadrà, sarà sicuramente interessante poter fare i consueti raffronti col "fumetto di una volta" e vedere se i lettori apprezzeranno ciò che torna dal passato, come sta succedendo, oltre le aspettative, coi DVD della storica trasmissione SuperGulp! I Fumetti in TV.

Watchmen prima mondiale a Londra


L'attesa è finita. Il film tratto dal fumetto cult di Alan Moore "Watchmen" ha vissuto la sua prima mondiale. La location scelta per la premiere è stata Londra, dove è arrivato il cast al gran completo, a partire dal regista Zack Snyder, già autore di un altro cult, "300". Tra i protagonisti del film ci sono Billy Crodrup, Carla Gugino, Jackie Earle Haley e Patrick Wilson. "Watchmen" arriverà nelle sale il 6 marzo.
Una serata di galà per quello che, per gli amanti del fumetto, è un appuntamento atteso da anni. La saga ideata da Alan Moore e Dave Gibbons viene considerato da alcuni la comic novel più bella mai realizzata. Anche per questo l'operazione è ad alto rischio "delusione". Zack Snyder deve infatti confrontarsi con le aspettative altissime degli appassionati.


A Londra non è mancato nessuno. Da Billy Crodrup a Jackie Earle Haley, da Carla Gugino a Jeffrey Dean Morgan, passando per Malin Akerman, Mathhew Goode e Patrick Wilson. Tutta l'allegra band dei "Watchmen" al completo con l'aggiunta del regista e della produttrice Deborah Snyder. Essendo l'occasione speciale lo era anche il red carpet. Per l'appunto non rosso come da tradizione ma giallo con il logo di wacthmen, comprensivo del classico smile, in nero. Ora non resta che la prova del nove. Quella dei cinema di tutto il mondo.

Il finale di Slam Dunk arriva in Italia

Sul portale d/world è stato annunciato che il finale inedito di Slam Dunk verrà pubblicato anche in Italia!
Questa notizia è veramente una grossa sorpresa, visto che le opere di questo autore sono sempre state prese in considerazione da Planet Manga. Segue il comunicato stampa della casa editrice.

Il finale piu’ atteso del manga piu’ venduto: l’episodio inedito di “Slam Dunk” finalmente in Italia!! C’e’ un manga che in Giappone ha venduto piu’ copie degli abitanti dell’intero paese: “Slam Dunk”, il capolavoro di Takehiko Inoue che tuttora mantiene il record di fumetto piu’ venduto nella storia con una media di circa quattro milioni di copie a volume! Per ringraziare questo incredibile numero di lettori, Takehiko Inoue ha organizzato nel 2004, anno in cui il totale di copie vendute in Giappone ha superato i cento milioni, una esibizione di tre giorni nell’edificio in disuso di un liceo, durante la quale non solo ha giocato a basket con i suoi fan, ma ha presentato l’ultimo, inedito episodio di “Slam Dunk” disegnandolo sulle lavagne della scuola!
La cronaca di quei tre giorni e’ stata raccolta in un DVD e in un particolarissimo libro andato immediatamente esaurito, ma ora d/visual e’ lieta di annunciare che quel rarissimo episodio finale verra’ finalmente ripubblicato in Giappone e, contemporaneamente, in Italia e in altri paesi del mondo!
L’uscita in patria e’ prevista per il 1 aprile, giorno del compleanno di Hanamichi (e in che altro giorno potrebbe essere nato uno come lui?!) mentre l’edizione italiana sara’ disponibile pochi giorni piu’ tardi!

Kerpoof Studios rilevati dalla Disney

Qualche giorno fa le agenzie battevano la notizia, l'avrete notata. La Disney ha comprato i Kerpoof Studios. Fanno fumetti? No di certo! Si occupano, con successo, di strumenti internet per bambini e ragazzini, per far storie, disegni, cartoni, sul computer in rete. Le tecnologie Karpoof sono state integrate quindi nel sito Disney.com, ma il sito Kerpoof.com continuerà anch'esso a vivere. Niente di strano, in effetti, come noi azionisti Disney ben sappiamo, grazie alle relazioni puntuali che il Presidente Iger ci invia periodicamente.
La Disney si allarga nei settori di successo, cercando di acquisire le aziende più brillanti per quanto riguarda cinema, tv, software, internet, comunicazioni, intrattenimento et similia.
La voce che invece sembra essere sparita del tutto dalla relazione annuale (di cui vedete la bella copertina qui accanto) è proprio quella del fumetto. Voce che è sempre stata decisamente residuale (rispetto ai miliardi di dollari che formano il bilancio), ma aveva in passato almeno una menzione (una presenza minima di termini come "comics", "comic book", o anche solo l'abusato "graphic novel"... macché), un qualche riconoscimento, almeno una fotografia (nemmeno un bambino con in mano, per sbaglio, un fumetto; niente, non si leggono) su 104 pagine.
Persino il termine "Italy", a differenza dal glorioso passato, appare solo in concomitanza con la segnalazione dell'apertura del Disney Channel a pagamento sul nostro digitale terrestre.
Gli unici vaghi accenni rimasti a qualcosa che potrebbe entrarci col fumetto sono quello alle Disney Fairies (in coda a giocattoli, libri, oggetti vari, si dice che si vendono anche delle riviste con Campanellino e socie) e quello in coda a un capitolo scritto in caratteri piccoli piccoli, dove si trova l'indicazione generica che la Disney pubblica (tra il resto) libri e riviste per bambini e famiglie e software per computer e videogiochi per l'intrattenimento e il mercato educativo.

Diabolik sbarcherà su console


Sarà il gruppo di sviluppatori tutto italiano di Artematica a condurre nel mondo delle console una delle icone del fumetto italiano. Diabolik: The Original Sin è infatti in arrivo entro la fine del mese di aprile con un doppio appuntamento: davanti alla TV nel salotto di casa con le versioni per Nintendo Wii e PlayStation 2; e ovunque, nel taschino dei videogiocatori, grazie all’arrivo su PlayStation Portable e Nintendo DS.
Gioco d’azione e avventura, Diabolik: The Original Sin narra del misterioso rapimento di Eva Kant, l’affascinante amore di Diablik, che vedrà il nostro eroe costretto al furto di un quadro dal valore apparentemente insignificante per poterla salvare. Ma è solo l’inizio di una storia che vede per protagonisti oltre ai due personaggi sopra citati anche l’eterno rivale di Diabolik, l’ispettore di Polizia Ginko della squadra omicidi di Clerville. Senza dubbio la fedeltà alle atmosfere e ai tratti distintivi di questo fumetto “cult” che ha visto la luce negli anni ’60 (da un’idea delle sorelle Giussani) è stata la “stella polare” nel lavoro del team di sviluppo.
Va detto che l’avvento di Diabolik: The Original Sin non rappresenta una prima volta in assoluto nel mondo dei videogiochi, dato che il titolo in questione è già apparso (con distribuzione in edicola e nei negozi specializzati) in versione Personal Computer; ciò nonostante la notizia di questi giorni è ghiotta perché le quattro nuove piattaforme su cui si prepara a sbarcare questa avventura rappresentano senza dubbio una platea vastissima di nuovi potenziali giocatori per questo videogame.

Heath Ledger vince il premio Oscar come Joker

Il Joker della Dc Comics è entrato ufficialmente nella storia del cinema, grazie all’interpretazione del defunto Heath Ledger che si è aggiudicato l’Oscar 2009 come miglior attore non protagonista per Il Cavaliere Oscuro. Quindi, ancora una volta, vi voglio tutti in piedi per fare l’ennesimo lungo applauso al bravissimo e sfortunato attore, già vincitore del Golden Globe!

Questa è una data storica perchè toglie l'etichetta di genere di serie sui film di stampo supereroistico, infatti è la prima volta che un attore riceve l'oscar per la sua interpretazione in un film di supereroi.

Vi mostriamo il video del commovente momento della premiazione, con la famiglia dell’attore chiamata sul palco per ritirare il prezioso premio.
Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.