HOME BLOG FUMETTI CHARACTERS ARTICOLI REGOLE CONTATTI LINK RICERCHE MERCHANDISING

martedì 27 gennaio 2009

In Iron Man 2 comparirà la Vedova Nera

Con l'inizio del nuovo anno la Marvel si è lanciata in una frenetica caccia al casting del nuovo Iron Man 2 e, come avevamo anticipato poco tempo fa, si era parlato anche di un nuovo personaggio, una certa Natasha.
Ora, la suddetta ha anche un cognome e molto probabilmente un volto, sempre che riescano a chiudere un accordo economico.
Il nome per intero del personaggio è Natasha Romanoff e la Marvel vorrebbe molto che avesse il viso e il fisico della bravissima Emily Blunt, che dal Diavolo veste Prada in poi sta vivendo un ottimo periodo lavorativo, comparendo anche nella Guerra di Charlie Wilson con Tom Hanks.
Ora potrebbe indossare il costume nero della superspia russa Black Widow (o Vedova nera), il che peraltro rafforza la tesi che vede Mickey Rourke come antitesi russa di Tony Stark/Robert Downey jr.
Visto che le riprese del film sono previste già per questa primavera, con una uscita del film il 7 maggio 2010, manca davvero poco perché si abbiano delle conferme definitive.

Arriva la versione a fumetti di Artemis Fowl

Buena Vista Libri presenta la graphic novel riadattata da Andrew Donkin del primo romanzo di Eoin Colfer dedicato ad Artemis Fowl, il dodicenne genio del crimine. La nuova e coinvolgente versione a fumetti del primo romanzo della serie techno-thriller Artemis Fowl è realizzata da Giovanni Rigano e Paolo Lamanna.
Il romanzo, pubblicato in Italia da Mondadori nel 2001. Questo romanzo, caratterizzato da una forte carica di adrenalina, ha regalato la fama all'autore.
La saga, che ha ottenuto un successo planetario arrivando al primo posto nella classifica dei best seller del New York Times, comprende sei libri (Artemis Fowl: L'Incidente Artico, Artemis Fowl: il codice eternità, Artemis Fowl: L'Inganno di Opal, Artemis Fowl: La colonia perduta e, da luglio 2008 negli Stati Uniti, Artemis Fowl: The time paradox) e narra le avventure di Artemis e di bizzarri, umani e abitanti del mondo del sottosuolo, come elfi, fate, goblin, nani e troll in città sotterranee come Cantuccio e Atlantide.


Artemis Fowl
Autori vari
Buena Vista

17x25,5 cm
pagine112
euro 9,90

La stella di Esther

Fa una certa impressione leggere slogan come “Ebrei nelle camere a gas” nelle recenti manifestazioni olandesi contro la politica dello stato di Israele a Gaza. Non fosse altro che quelle parole usate con una leggerezza imperdonabile richiamano un passato che, a quanto pare non è ancora condiviso: la Shoah non è infatti una questione limitata alla comunità ebraica ma riguarda l’intera storia europea. Prima di essere ebrei, i deportati erano infatti italiani, francesi, tedeschi, cecoslovacchi, polacchi: prima di entrare nei campi di concentramento, sono stati spesso rastrellati dai loro stessi governi e traditi dai loro connazionali.
È per ricordare che questo è stato che la Fondazione Casa di Anne Frank ha promosso la pubblicazione di un libro a fumetti come La stella di Esther di Eric Heuvel, Ruud van der Rol, Lies Schippers ed edito in Italia da De Agostini con il Patrocinio dell’UCEI – Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, in cui la vicenda della Shoah viene raccontata da una nonna, la Esther del titolo, al giovane nipote che l’accompagna nel ritrovare gli ultimi tasselli di quella vicenda che ha segnato anche la sua vita futura, come già le opere di Primo Levi, Robert Antelme, Elie Wiesel e di Art Spiegelman ci avevano raccontato.
La stella di Esther è un racconto per ragazzi realizzato sul modello narrativo di Tintin, il prototipo belga e olandese per questo tipo di fumetto: non per caso la protagonista da giovane sembra la sorella gemella dell’eroe di Hergé a cui gli autori devono anche la forma del lettering e i ghirigori tra le gambe che indicano il passo di corsa dei personaggi.
Seguendo la tradizione della “linea chiara” di Hergé, ne La stella di Esther il racconto del ricordo della protagonista è netto, vivido, senza sfumature di colore ed esitazioni: è un’esperienza incisa nella carne della protagonista, che non ha nulla da inventare o da aggiungere a ciò che è stato.
Nel ricordare il doloroso passato e la sua presenza in ogni avvenimento della vita quotidiana, La stella di Esther racconta come poter vivere ricominciando una vita “normale” e camminando sull’orlo dell’abisso del rimorso del sopravvissuto, e di come questo ricordo, per quanto difficile, sia anche ciò salva da non morire schiantati dall’assenza di chi da quei campi non è riuscito a uscire.
Esther ha accettato la morte dei genitori dei campi e il suo stato di sopravvissuta, anche se questo non è stato facile né indolore.
La memoria difettata della Shoah, vista come un qualcosa accaduto ad altri, porta a coniare slogan come quelli descritti all’inizio, gli stessi slogan che appena qualche decennio fa hanno accompagnato i treni diretti nei campi di concentramento e oggi diretti ai discendenti di quei sopravvissuti.

Videogames Party: al Via l'Edizione 2009

Il Videogames Party, il tour itinerante dedicato ai videogiocatori di tutte le età inaugura il nuovo anno con la tappa del Festival del Fumetto, nel Parco esposizioni di Novegro (Milano), il 7 e 8 febbraio. Al suo interno verrà creata un’area completamente dedicata ai videogiochi, dove i visitatori avranno modo di prendere parte a entusiasmanti tornei gratuiti, rivolti sia agli amatori che ai giocatori più esperti, conoscere gli ultimi titoli per console e pc, e concorrere alla vincita dei numerosi premi in palio.
Un folto gruppo di sponsor, tra cui spiccano, AMD, Cooler Master, E-motion, Electronics Arts, Microsoft, Nintendo, Sapphire, Seagate e Ubisoft ha aderito al tour. Il programma è ricco e prevede, oltre alla presentazione in anteprima di numerosi titoli di rilievo, anche coinvolgenti tornei che coprono differenti generi: gli sportivi, con PES09 e FIFA 2009, i giochi di guida con Mario Kart, i picchiaduro con Soul Calibur IV e Super Smash Bros. Brawl, e gli sparatutto con Unreal Tournament 3. Un’area apposita, coordinata dal noto DJ Yoyo, è inoltre riservata al gioco musicale “Rock Band 2”, con un palco che permetterà ad aspiranti band virtuali di lanciarsi in emozionanti sfide, all’ultima nota.

Oltre al Festival del Fumetto, il Videogames Party toccherà altre importanti tappe:
· Mantova Comics and Games (Mantova - 29 Febbraio - 1 e 2 Marzo 2009)
· Cartoomics (Milano – 27-28-29 Marzo 2009)
· Evento Videogames party (Giugno 2009) – location/date da definire

Per iscriversi ai tornei e per essere costantemente aggiornati sulle ultime novità del tour, il sito di riferimento è: http://www.videogamesparty.it/festivalfumetto.php

Megan Fox sarà la nuova Lara Croft?

Oramai Angelina Jolie è una mamma perfetta, ambasciatrice di cause umanitarie, compagna adorabile di uno degli attori più sexy del pianeta (Brad Pitt) e lanciata come attrice 'seria' grazie all'ultima nomination agli Oscar per il drammatico "Changeling". Lontani i tempi di "Lara Croft" che le ha regalato la popolarità nel 2001. Con chi sostituire la bella attrice per il prossimo capitolo della serie? Da Hollywood si fa il nome di Megan Fox.
L'interprete di "Transformers" (ha appena finito di girare il sequel con Shia LaBeouf) sarebbe la candidata perfetta per sostituire la Jolie che, comunque, dopo "Lara Croft: Tomb Raider" del 2001 e "Lara Croft Tomb Raider: The Cradle of Life", girato nel 2003, aveva dichiarato di non voler più interpretare la celebre eroina.
La notizia della sostituzione sta rimbalzando su diversi siti americani e finora non ha trovato conferma ma non è stata neanche smentita. Megan da sempre si dichiara la fan numero uno di Angelina Jolie e sarebbe ben lieta di raccolgliere il testimone per il ruolo di Lara Croft.
La Fox sta per iniziare un nuovo film d'azione "Ironclad", diretto da Jonathan English, con Paul Giamatti, William Moseley e Richard Attenborough.

I pirati dei Caraibi diventano un manga targato Disney

Se amate la trilogia cinematografica de I pirati dei Caraibi con il mitico Jack Sparrow interpretato dall'attore Johnny Depp allora preparatevi la Disney ha deciso di trasformare la saga in un manga.
La serie, composta da quattro albi, si apre con l'adattamento del secondo film cinematografico, non perché si sia scelto di saltare il primo, ma più semplicemente perché questo non è mai stato adattato in forma di manga.
Nessun problema, comunque, dato che la storia è perfettamente comprensibile anche partendo da questo punto. Levate l'ancora e fate sventolare il jolly roger!
Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.