HOME BLOG FUMETTI CHARACTERS ARTICOLI REGOLE CONTATTI LINK RICERCHE MERCHANDISING

mercoledì 21 gennaio 2009

Arrivano in tv i nuovi episodi dei Simpsons

Stanno già circolando da qualche giorno i promo dei nuovi episodi dei Simpson (in una versione Puffi). Finalmente dopo aver imparato a memoria tutti gli episodi stra-replicati della famiglia più gialla d’America, da lunedì ogni sera a partire dalle 19.30 verranno trasmessi gli episodi della 19esima stagione.
Nei 20 nuovi episodi vedremo Homer diventare una celebrità della lirica, Lisa diventare la nuova assistente di Krusty, il ritorno di Mamma Simpson, la partenza della famiglia per il Sundace Film Festival, e il classico episodio suddiviso in 3 storie differenti, in questo caso delle famose coppie (è stato trasmesso in America a San Valentino).
L’appuntamento con i Simpson viene così raddoppiato infatti alle 14.30 andranno in onda le repliche delle passate stagioni, mentre alle 19.30 vedremo i nuovi episodi per circa un mesetto.
In anteprima vi mostro la sigla della prima puntata della 19esima stagione, trasmessa dopo l’uscita del film nel 2007. La sigla si può definire una sorta di sequel del film, infatti vengono mostrati numerosi riferimenti al film, e la città di Springfield è come è stata lasciata alla fine del film. La frase di Bart alla lavagna dice : “Non aspetterò altri 20 anni per fare un film!”


Sylvie Uderzo non vuole far continuare Asterix

Asterix viene investito da una bufera di polemiche dopo le ultime notizie di cui aveva parlato. A scatenare la discussione è la figlia di Albert Uderzo, il co-creatore del gallico Asterix. Sylvie Uderzo se la prende con il padre che per denaro avrebbe svenduto i suoi ideali di libertà e indipendenza.
Cerchiamo di capire meglio cosa è successo. Come avevamo già detto in precedenza la casa editrice francese Hachette Livre ha preso il controllo delle Edizioni Albert-René, che pubblicano le avventure di Asterix. L’accordo consente a Hachette di continuare la pubblicazione di Asterix anche dopo la morte di Uderzo (lo sceneggiatore Goscinny era già morto nel 1977). A causa di ciò in una nota stampa Sylvie Uderzo parla di “una manipolazione destinata a cambiare il corso naturale delle cose”. I peggiori nemici di Asterix, secondo Sylvie, non sarebbero i Romani, ma gli uomini dell’industria e della finanza.

Il Texone di Magnus ritorna

L’anno nuovo comincia con una grande riproposta del fumetto italiano: nel Giornale, la rubrica tenuta da Sergio Bonelli sul sito ufficiale omonimo, l’editore annuncia, assieme alle altre novità dell’anno appena iniziato, il ritorno nelle edicole e nelle fumetterie di un grandissimo classico, il famoso Texone di Magnus, dal titolo La Valle del Terrore, l’ultima opera di Magnus, conclusa quando ormai la salute dell’autore era compromessa da un male incurabile, che tuttavia non gli impedì di realizzare un vero capolavoro, iniziato nel 1989 e terminato con un lavoro meticoloso nel ‘96 poco prima della sua morte.
Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.