HOME BLOG FUMETTI CHARACTERS ARTICOLI REGOLE CONTATTI LINK RICERCHE MERCHANDISING

venerdì 27 febbraio 2009

Dagli Usa torna Greg la "schiappa"

Ci sono fenomeni editoriali che spesso raccontano e descrivono i gusti dei lettori di oggi più di qualsiasi saggio o studio antropologico. Un esempio evidente è la fortunata serie a fumetti “Diario di una schiappa” dell’americano Jeff Kinney che racconta la vita e le avventure/disavventure di un ragazzino alle scuole medie, Greg Heffley, attraverso il suo diario privato, il suo “giornale di bordo”.
A rendere editorialmente interessante la serie, arrivata in America al terzo volume, in Italia al secondo - lo pubblica in questi giorni il Castoro col titolo “Diario di una schiappa: La legge dei più grandi” - è, non solo la sua genesi, dall’online al cartaceo, ma anche il grande successo che ha avuto su una fascia di lettori, ragazzini in età pre-adolescenziale, dai 9 ai 13 anni, da sempre considerati poco appassionati alla lettura.
Nel 2004 le avventure di Greg Heffley, ragazzino perspicace, ironico e deliziosamente furbo, nascevano sotto forma di blog, all’interno di un sito di editoria on line per ragazzi (www.funbrain.com/journal/Journal.htm ). Quotidianamente le sue strisce venivano lette da 70mila lettori. Successivamente, la serie si è trasformata in cartacea, conquistando il pubblico e la stampa americana a tal punto da meritarsi la definizione di «primo vero fenomeno editoriale dopo Harry Potter». Dal suo esordio il successo della “schiappa” è stato travolgente: il primo volume ha venduto oltre cinque milioni di copie in due anni, il secondo tre in un anno e il terzo, ancora inedito in Italia, e uscito in America il 13 gennaio con un milione di copie, è già nuovamente in ristampa.
La carta vincente di questa serie risiede nel format - un diario “sui generis” che correda di fumetti il racconto - e nel tema. La vita di un ragazzino alle prese con tutta la complessità del Suo Mondo (amici, insegnati, genitori, fratelli e ragazze) oltre a raccogliere solidarietà ed identificazione nel pubblico di riferimento, i ragazzini suoi coetanei, suscita simpatia, tenerezza e una malinconica sensazione di “amarcord” nella fascia di lettori più adulti.
Il racconto quotidiano di Greg, unito alle vignette stilizzate ma efficaci del suo ideatore Kinney, un “ragazzo” di 38 che progetta e sviluppa giochi in rete coltivando la sua passione di disegnatore nel tempo libero, non può che conquistare, così, un pubblico trasversale. Le vicende della “schiappa” hanno affascinato anche Hollywood: la Fox ha acquisito i diritti della serie e le avventure di Greg diventeranno un film nel 2010. A dirigerlo sarà Thor Freudenthal.

Nessun commento:

Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.