HOME BLOG FUMETTI CHARACTERS ARTICOLI REGOLE CONTATTI LINK RICERCHE MERCHANDISING

venerdì 27 febbraio 2009

Samule L. Jackson sarà Nick Fury in IRON MAN 2 e in altri 5 film

Dopo vari contrasti relativi al compenso da ricevere, finalmente tra Samuel L. Jackson e la Marvel Entertainment è giunto un accordo.
L'attore afro-americano sarà Nick Fury in "Iron Man 2" e co-protagonista in diverse serie della Marvel come "I Fantastici Quattro", "Thor", "Captain America", "The Avengers" e "The Shield".
Un accordo, dunque, che si annuncia lungo e proficuo. E un impegno, quello di Jackson, che non dovrà attendere molto: "Iron Man" di Favreu è infatti atteso nelle sale per l'estate del 2010.

Dagli Usa torna Greg la "schiappa"

Ci sono fenomeni editoriali che spesso raccontano e descrivono i gusti dei lettori di oggi più di qualsiasi saggio o studio antropologico. Un esempio evidente è la fortunata serie a fumetti “Diario di una schiappa” dell’americano Jeff Kinney che racconta la vita e le avventure/disavventure di un ragazzino alle scuole medie, Greg Heffley, attraverso il suo diario privato, il suo “giornale di bordo”.
A rendere editorialmente interessante la serie, arrivata in America al terzo volume, in Italia al secondo - lo pubblica in questi giorni il Castoro col titolo “Diario di una schiappa: La legge dei più grandi” - è, non solo la sua genesi, dall’online al cartaceo, ma anche il grande successo che ha avuto su una fascia di lettori, ragazzini in età pre-adolescenziale, dai 9 ai 13 anni, da sempre considerati poco appassionati alla lettura.
Nel 2004 le avventure di Greg Heffley, ragazzino perspicace, ironico e deliziosamente furbo, nascevano sotto forma di blog, all’interno di un sito di editoria on line per ragazzi (www.funbrain.com/journal/Journal.htm ). Quotidianamente le sue strisce venivano lette da 70mila lettori. Successivamente, la serie si è trasformata in cartacea, conquistando il pubblico e la stampa americana a tal punto da meritarsi la definizione di «primo vero fenomeno editoriale dopo Harry Potter». Dal suo esordio il successo della “schiappa” è stato travolgente: il primo volume ha venduto oltre cinque milioni di copie in due anni, il secondo tre in un anno e il terzo, ancora inedito in Italia, e uscito in America il 13 gennaio con un milione di copie, è già nuovamente in ristampa.
La carta vincente di questa serie risiede nel format - un diario “sui generis” che correda di fumetti il racconto - e nel tema. La vita di un ragazzino alle prese con tutta la complessità del Suo Mondo (amici, insegnati, genitori, fratelli e ragazze) oltre a raccogliere solidarietà ed identificazione nel pubblico di riferimento, i ragazzini suoi coetanei, suscita simpatia, tenerezza e una malinconica sensazione di “amarcord” nella fascia di lettori più adulti.
Il racconto quotidiano di Greg, unito alle vignette stilizzate ma efficaci del suo ideatore Kinney, un “ragazzo” di 38 che progetta e sviluppa giochi in rete coltivando la sua passione di disegnatore nel tempo libero, non può che conquistare, così, un pubblico trasversale. Le vicende della “schiappa” hanno affascinato anche Hollywood: la Fox ha acquisito i diritti della serie e le avventure di Greg diventeranno un film nel 2010. A dirigerlo sarà Thor Freudenthal.

A Lucca il Festival Internazionale del Film d’Animazione

Torna Lucca Animation. Il Festival Internazionale del Film d’Animazione, organizzato dal Comune di Lucca e da Lucca Comics and Games, con la collaborazione della Provincia, della Regione e della Mediateca Toscana Film Commission per la sua seconda edizione, si ripresenta al pubblico primaverile con tante novità: ricchi appuntamenti, nuove proiezioni, un concorso dedicato ai cortometraggi, workshop con gli autori e anteprime di alto livello.
Dal 18 al 22 marzo, nel centro storico di Lucca saranno proiettati oltre 150 film, di cui molti in assoluta anteprima italiana, da tutto il mondo.
A presentare la nuova edizione del festival, l’assessore alla cultura del Comune di Lucca, Letizia Bandoni, l’assessore provinciale all’istruzione Silvano Simonetti, il direttore del festival Giovanni Russo e il presidente di Lucca Comics and Gamse, Francesco Caredio.
“Un grazie a Lucca Comics and Games per lo sforzo organizzativo che ha sostenuto – ha evidenziato l’assessore Bandoni – abbiamo anticipato di un mese il festival, rispetto allo scorso anno, perché la città aveva richiesto eventi in questo periodo di bassa stagione. Abbiamo dato vita a un evento di grande valore culturale e di livello internazionale”.
“Lucca si è messa fortemente in gioco – ha sottolineato l’assessore Simonetti - su di un settore che rappresenta sicuramente un punto di interesse per i giovani, ma anche un modo per far conoscere la città in Italia e all’estero. In particolare evidenzio l’adesione alla manifestazione di alcuni istituti scolastici artistici che investiono in creatività”.
“Il piatto forte del Festival è – ha affermato Francesco Cavedio – il Concorso Internazionale per i Cortometraggi, con 40 capolavori inscritti in gara, provenienti da ogni parte del pianeta (dal Giappone all’Olanda, dal Canada ad Israele passando per gli USA), che verranno valutati sia dagli spettatori, che assegneranno il Premio del Pubblico, sia dalla giuria internazionale di addetti ai lavori che deciderà il Gran Premio”.
“Spazio anche e programmi pensati per le famiglie – ha detto Giani Russo - con il Family Corner con la proiezione di Fantasia 2000 della Disney, in concomitanza con il decennale della sua uscita, e altri filmati mirati nella sessione della domenica pomeriggio. Ma spazio anche agli emergenti con Mission Africa: un focus speciale sulla produzione del continente con il primo lungometraggio animato, creato e prodotto in Zimbabwe, The Legend of the Sky Kingdom, capostipite di una nuova realtà variopinta e in continua crescita”. Vi saranno inoltre proiezioni dedicate agli studenti (con uno Speciale Scuole nella mattinata di giovedì e venerdì) e ai teenagers con blocchi di programmazione che sull’anime giapponese (Evangelion, Patlabor) nonché un trait d’union tra musica e animazione, reso possibile grazie a Music Visions, vera e propria panoramica sul mondo dei videoclip.
Come corollario ideale a questo insieme, un’importante retrospettiva dedicata ai Maestri di Praga: dopo il surrealismo e il simbolismo dell’ Estonia, protagonisti lo scorso anno, è la volta delle forme e delle magie della città boema, con la più completa rassegna sulla storica scuola europea mai proiettata in Italia. Dai grandi vecchi, come Jiří Trnka, indiscussi pilastri della storia dell’animazione mondiale, alle opere oniriche di Jan Švankmajer fino alle più recenti invenzioni, un cammino unico nelle ammalianti produzioni della Repubblica Ceca.
Ma Lucca Animation non sarà solo animazione d’oltre confine: con ItaIianimation, nasce una vetrina dedicata al panorama di produzione nazionale, un vero e proprio viaggio alla scoperta di studi, scuole e realtà quotidiane dello stivale “animato”.
Previsto uno spazio di incontro con gli autori, che avranno la possibilità di scambiare e ricevere opinioni, critiche e consigli da parte di un pubblico di appassionati.
Altro punto focale del festival di Lucca, sono le monografie sui vari artisti. Il carnet di Lucca Animation propone quest’anno artisti come Rosto, olandese dotato di un immaginario visivo d’impatto, Andrea Zingoni, popolare autore italiano (tra le sue creazioni, Gino il Pollo e Arturo e Kiwi), Barry Purves e Ursula Ferrara. Spazio poi ai workshop con un exploit di Purves nonché un incontro sulla pixilation e intervento su pellicola con Tommaso Cerasuolo, artista poliedrico e cantante della band indie Perturbazione.
A completare questo fittissimo programma, due preview di valore come A life without Gabriella Ferri, vincitore del premio come Miglior Film d’Animazione Estone, e l’inquietante viaggio nella mente del serial killer Egg Man, lungometraggio di animazione in 3D made in Japan.

Tutte le informazioni sul sito: www.luccanimation.com

Momotaro di Sergio Toppi sul Giornalino

Il Giornalino pubblicazione questa settimana Momotaro, la classica fiaba giapponese riletta da Sergio Toppi in 48 tavole (già pubblicata a puntate nel 2001), ora in forma di supplemento gratuito per la serie di monografie I Fumetti de il Giornalino.
"Momotaro rappresenta una delle opere che appartengono al filone giapponese, particolarmente caro a Toppi. La cultura nipponica adottata dal maestro rivela, come lui stesso ha più volte dichiarato, lati affascinanti e insieme inquietanti. Come in questa storia tutta particolare: il piccolo Momotaro cresce imparando il linguaggio degli animali. Nella sua regione domina il malvagio Washizu, principe terrificante temuto da tutti, che prenderà in ostaggio la volpe amica del ragazzino. Momotaro non si darà per vinto e riuscirà, con saggezza e intelligenza, a sconfiggere il male."

giovedì 26 febbraio 2009

Baldios ritorna du Hiro

Baldios (Uchu Senshi Barudiosu), una delle mitiche serie robotiche, a partire dal 4 marzo arriva su Hiro, canale su digitale terrestre disponibile nell’offerta Premium Fantasy.
L’anime di 34 episodi (in realtà erano 39 ma non vennero trasmessi tutti in Italia per il mancato successo in madrepatria), venne prodotto da Ashi Productions nel 1980, e arrivò da noi per la prima volta due anni dopo.
Siamo in pieno futuro. Il pianeta S1 è al collasso a causa delle radiazioni. Theo Gattler, dittatore e capo supremo di S1, uccide l’imperatore di S-1 , e per permettere agli abitanti di sopravvivere decide di colonizzare un altro pianeta con la forza. Putroppo sarà proprio la Terra ad essere minacciata. Fortunatamente lo scienziato Reigan, prima di essere ucciso, riesce a spedire suo figlio Marin (l’affascinante pilota dagli occhi azzurri) sulla Terra per permettergli di sfuggire alle persecuzioni di Gattler. Qui, Marin si unisce a un’organizzazione paramilitare, e si mette a capo della squadra Blue Fixer per difendere il pianeta dalle mire del dittatore. Diventerà presto il pilota del Baldios, un gigantesco robot umanoide, l’unica possibilità per difendere la Terra e per fronteggiare l’armata di S-1, Aldebaran.

Rumiko Takahashi pubblicherà uno one-shot

La maestra Rumiko Takahashi sembra davvero incontenibile e, dopo aver annunciato una nuova serie (che partirà questa primavera), si concede anche il tempo di pubblicare un “One Shot” sulla rivista Big Comic Original.
Intitolato Unmei no Tori (L’Uccello Del Destino), questa storia autoconclusiva sarà incentrata sul difficile momento di recessione che il Giappone sta attraversando, mostrandoci i dubbi e le incertezze sul domani tramite gli occhi della gente comune. Attualissimo e molto “sociale”, questo One Shot si discosta molto dalle produzioni della Takahashi, che ha fatto dell’ironia e della leggerezza i suoi marchi di fabbrica.
Aspettiamo il tre di marzo per vedere questo Unmei no Tori che, come tutte le storie autoconclusive della Takahashi, sarà sicuramente pubblicato anche qui in Italia.

Torino Comics si amplia diventando Torino Comics & Games.

Torino Comics cambia nome. La nota manifestazione diretta dall'editore Vittorio Pavesio, in occasione dei suoi 15 anni, si rinomina in Torino Comics & Games. Segno dei tempi, verrebbe da dire, con un velo di nostalgia.
Tempi di grossa crisi, peraltro, anche per il settore dell'intrattenimento e del fumetto, che certo non fa la parte del leone, in Italia, nella produzione del PIL nazionale. D'altronde è risaputo (e manifestazioni come Lucca Comics & Games lo dimostrano, fra mille polemiche, da anni, ormai) che ci sono ben più giovani appassionati di Games di quanto non siano i lettori di Comics...
Nel sito ufficiale della manifestazione appariranno programma, ospiti, mostre ecc. Per ora vi segnaliamo il bando del Premio Pietro Miccia, al cui scadenza è il 27 marzo 2009: click qui per leggerlo.

mercoledì 25 febbraio 2009

L'anime Hetalia Axis Powers va scoppiare un crisi diplomatica

Polemiche, crisi diplomatiche e minacce di morte per un cartone animato giapponese tratto da un manga, (ovvero un fumetto) di grande successo. “Hetalia Axis Powers” è una parodia delle nazioni nella Seconda guerra mondiale in cui ciascun paese è rappresentato da un personaggio caricaturale.
L’Italia è impersonata da Veneziano, un ragazzo simpatico e allegro, ma anche afflitto da tutti i vizi che ci vengono tradizionalmente attributi: è irresponsabile, fifone, confusionario e così via. Ed è succube del suo alleato Germany che, da parte sua, è organizzatissimo, tetragono, un po’ sadico... Insomma, la sagra del luogo comune. Con qualche confusione storica, visto che vi sono personaggi che si richiamano all’Impero romano e a quello Germanico, tutti figli di «babbo Roma».
Il titolo stesso della serie è uno sberleffo al nostro Paese. La «He» iniziale, infatti, è un prefisso che significa inutile, incapace.
Sono una quarantina le nazioni prese in caricatura, mescolando vicende storiche con fatti inventati. Fra tutte, la Corea del Sud, presa di mira con battute particolarmente feroci, ne ha fatto un caso con proteste ufficiali, sino a sfiorare l’incidente diplomatico. L’autore della serie, Hidekaz Himaruya è stato addirittura minacciato di morte sul web da un gruppo di coreani iper-nazionalisti. Le proteste hanno costretto a interrompere dopo solo due puntate la trasmissione in Tv del cartone animato, nel luglio del 2008.
Oggi la serie è visibile soltanto su internet nel sito Animate.tv, e ha ottenuto un successo travolgente. L’anime è già stato visto 200mila volte online e scaricato sui cellulari 60mila volte. Animate.tv ha dovuto interrompere le registrazioni al servizio online per evitare l’intasamento del sito.

Iron Man 2: Scarlett Johansson scalzerà Emily Blunt?

La Marvel Studios sta giocando pesante per il cast di Iron Man 2, riaprendo il discorso su chi interpreterà la fatale Vedova Nera nel prossimo film di Iron Man. Mentre il marito, Ryan Reynolds, sarà impegnato nei panni di Deadpool per il film X-Men Origins: Wolverine, sembra che Scarlett Johansson sia stata contattata per rivestire i panni di Natasha Romanoff nel secondo capitolo della saga sul vendicatore dorato. Prenderebbe il posto che sembrava destinato a Emily Blunt, in forse per i suoi obblighi contrattuali con la 20th Century Fox.
La celebre attrice pare abbia già avuto un primo colloquio con i produttori di Iron Man 2. In lista per la parte ci sarebbero anche la giovane Eliza Dushku, che dopo l'esordio in Buffy si è aggiudicata il ruolo principale nel serial Dollhouse, e Jennifer Tilly, candidata all'Oscar per Pallottole su Broadway. Mentre gli agenti della Blunt stanno ancora cercando far combaciare gli impegni dell'attrice su entrambi i fronti, la Marvel non si dimostra certo a corto di alternative.

Il film di Tintin sarà distrubuito dalla disney

I fan di Hergé hanno preso come una rivincita scoprire che la Disney sarà il distributore del film di Spielberg con Tintin, quasi una tardiva compensazione della disattenzione mostrata da Disney nel 1948, quando Hergé gli mandò sette albi della serie cercando di convicerlo a una (improbabile) collaborazione. La Disney rispedì indietro anche gli albi, per far capire chiaramente che non ce n'era proprio. Ma nessuno, all'epoca, aveva spiegato a Hergé che alla Disney, fin dall'inizio, del fumetto interessava poco o nulla, essendo il loro interesse in ben altra direzione, e che, a quei tempi, erano poco disponibili a joint venture in cui non fosse la Disney stessa a farla da padrone assoluto.
Ma, a parte le "soddisfazioni" dei fan, in realtà la Disney fece ammenda (diciamo così per dire) già il 17 gennaio 1979, quando, per i 50 anni di Tintin, inviò a Hergé una statua di Topolino: una onorificenza che, allora, non era mai stata assegnata dopo la morte di Walt Disney. Altrove, invece, i fan si dedicano a realizzare la mostra per gli 80 anni della serie, in modo autonomo rispetto al padre-padrone dei diritti di autore, la Studios Hergé, già Moulinsart.

Ritorna Anna dai capelli rossi

Anna dai capelli rossi è uno degli anime più popolari, amati e replicati (solo Heidi, un’altra orfanella, può reggere il confronto). Anna dai capelli rossi sta per tornare con il prequel del classico cartone animato.

Lo scorso anno, in occasione del centenario dell’uscita del romanzo Anna dai capelli rossi di Lucy Maud Montgomery, è uscito Before Green Gables, una storia ispirata al personaggio scritta da Budge Wilson.

Questa primavera arriva in Giappone l’anime tratto dal romanzo. Before Green Gables racconta gli eventi che precedono l’arrivo di Anna al Tetto Verde. Scopriremo l’amore che univa i genitori di Anna e ne sapremo di più sulla malattia che li ha uccisi.

Di seguito il trailer della nuova serie.

Star Trek: nuova video featurette


Finalmente nuovo materiale da Star Trek: una video featurette nuova di zecca è stata oggi diffusa da MTV spoilers, mostrandoci inedite scene dall’atteso kolossal di J.J. Abrams tra qualche mese nelle sale cinematografiche.
Dopo il susseguirsi incessante di trailers, locandine e clip video è seguito un periodo di silenzio per l’attesissimo kolossal fantascientifico “Star Trek“, film che si ispira alla celeberrima ed amatissima serie televisiva. Finalmente è cessato il lungo silenzio ed è oggi disponibile un nuovo video featurette.
La featurette è stata creata e diffusa da MTV spoilers e ci mostra davvero molte interessanti scene inedite, in particolare possiamo intravedere inquadrature della navicella spaziale Enterprise. Inoltre il video viene commentato dagli stessi attori protagonisti e dal regista J.J. Abrams, man mano che scorrono le immagini del video.

Il fumetto d'annata torna in edicola

I fumetti d'annata ritornano in allegato ai giornali, o per meglio dire stavolta tocca a una selezione di cento anni di storie a fumetti italiane, sembra abbinate a pubblicazioni del gruppo RCS, pare con la partecipazione di Panini. Probabilmente una sorta di antologia del fumetto italiano umoristico e non, e di fumetti tratti dal Corriere dei Piccoli.
I diritti di autore di questo enorme panorama della letteratura disegnata italiana dovrebbero ancora essere in capo, per la maggior parte, agli stessi autori (o ai loro eredi) ed è facile immaginare che siano in corso trattative.
I fan si augurano che gli autori siano in grado di fare valere al meglio i loro diritti, in attesa di apprezzarne le ristampe distribuite (se, come pare, l'operazione sarà nelle edicole sotto forma di volumi) in quantità industriale.
Se così accadrà, sarà sicuramente interessante poter fare i consueti raffronti col "fumetto di una volta" e vedere se i lettori apprezzeranno ciò che torna dal passato, come sta succedendo, oltre le aspettative, coi DVD della storica trasmissione SuperGulp! I Fumetti in TV.

Watchmen prima mondiale a Londra


L'attesa è finita. Il film tratto dal fumetto cult di Alan Moore "Watchmen" ha vissuto la sua prima mondiale. La location scelta per la premiere è stata Londra, dove è arrivato il cast al gran completo, a partire dal regista Zack Snyder, già autore di un altro cult, "300". Tra i protagonisti del film ci sono Billy Crodrup, Carla Gugino, Jackie Earle Haley e Patrick Wilson. "Watchmen" arriverà nelle sale il 6 marzo.
Una serata di galà per quello che, per gli amanti del fumetto, è un appuntamento atteso da anni. La saga ideata da Alan Moore e Dave Gibbons viene considerato da alcuni la comic novel più bella mai realizzata. Anche per questo l'operazione è ad alto rischio "delusione". Zack Snyder deve infatti confrontarsi con le aspettative altissime degli appassionati.


A Londra non è mancato nessuno. Da Billy Crodrup a Jackie Earle Haley, da Carla Gugino a Jeffrey Dean Morgan, passando per Malin Akerman, Mathhew Goode e Patrick Wilson. Tutta l'allegra band dei "Watchmen" al completo con l'aggiunta del regista e della produttrice Deborah Snyder. Essendo l'occasione speciale lo era anche il red carpet. Per l'appunto non rosso come da tradizione ma giallo con il logo di wacthmen, comprensivo del classico smile, in nero. Ora non resta che la prova del nove. Quella dei cinema di tutto il mondo.

Il finale di Slam Dunk arriva in Italia

Sul portale d/world è stato annunciato che il finale inedito di Slam Dunk verrà pubblicato anche in Italia!
Questa notizia è veramente una grossa sorpresa, visto che le opere di questo autore sono sempre state prese in considerazione da Planet Manga. Segue il comunicato stampa della casa editrice.

Il finale piu’ atteso del manga piu’ venduto: l’episodio inedito di “Slam Dunk” finalmente in Italia!! C’e’ un manga che in Giappone ha venduto piu’ copie degli abitanti dell’intero paese: “Slam Dunk”, il capolavoro di Takehiko Inoue che tuttora mantiene il record di fumetto piu’ venduto nella storia con una media di circa quattro milioni di copie a volume! Per ringraziare questo incredibile numero di lettori, Takehiko Inoue ha organizzato nel 2004, anno in cui il totale di copie vendute in Giappone ha superato i cento milioni, una esibizione di tre giorni nell’edificio in disuso di un liceo, durante la quale non solo ha giocato a basket con i suoi fan, ma ha presentato l’ultimo, inedito episodio di “Slam Dunk” disegnandolo sulle lavagne della scuola!
La cronaca di quei tre giorni e’ stata raccolta in un DVD e in un particolarissimo libro andato immediatamente esaurito, ma ora d/visual e’ lieta di annunciare che quel rarissimo episodio finale verra’ finalmente ripubblicato in Giappone e, contemporaneamente, in Italia e in altri paesi del mondo!
L’uscita in patria e’ prevista per il 1 aprile, giorno del compleanno di Hanamichi (e in che altro giorno potrebbe essere nato uno come lui?!) mentre l’edizione italiana sara’ disponibile pochi giorni piu’ tardi!

Kerpoof Studios rilevati dalla Disney

Qualche giorno fa le agenzie battevano la notizia, l'avrete notata. La Disney ha comprato i Kerpoof Studios. Fanno fumetti? No di certo! Si occupano, con successo, di strumenti internet per bambini e ragazzini, per far storie, disegni, cartoni, sul computer in rete. Le tecnologie Karpoof sono state integrate quindi nel sito Disney.com, ma il sito Kerpoof.com continuerà anch'esso a vivere. Niente di strano, in effetti, come noi azionisti Disney ben sappiamo, grazie alle relazioni puntuali che il Presidente Iger ci invia periodicamente.
La Disney si allarga nei settori di successo, cercando di acquisire le aziende più brillanti per quanto riguarda cinema, tv, software, internet, comunicazioni, intrattenimento et similia.
La voce che invece sembra essere sparita del tutto dalla relazione annuale (di cui vedete la bella copertina qui accanto) è proprio quella del fumetto. Voce che è sempre stata decisamente residuale (rispetto ai miliardi di dollari che formano il bilancio), ma aveva in passato almeno una menzione (una presenza minima di termini come "comics", "comic book", o anche solo l'abusato "graphic novel"... macché), un qualche riconoscimento, almeno una fotografia (nemmeno un bambino con in mano, per sbaglio, un fumetto; niente, non si leggono) su 104 pagine.
Persino il termine "Italy", a differenza dal glorioso passato, appare solo in concomitanza con la segnalazione dell'apertura del Disney Channel a pagamento sul nostro digitale terrestre.
Gli unici vaghi accenni rimasti a qualcosa che potrebbe entrarci col fumetto sono quello alle Disney Fairies (in coda a giocattoli, libri, oggetti vari, si dice che si vendono anche delle riviste con Campanellino e socie) e quello in coda a un capitolo scritto in caratteri piccoli piccoli, dove si trova l'indicazione generica che la Disney pubblica (tra il resto) libri e riviste per bambini e famiglie e software per computer e videogiochi per l'intrattenimento e il mercato educativo.

Diabolik sbarcherà su console


Sarà il gruppo di sviluppatori tutto italiano di Artematica a condurre nel mondo delle console una delle icone del fumetto italiano. Diabolik: The Original Sin è infatti in arrivo entro la fine del mese di aprile con un doppio appuntamento: davanti alla TV nel salotto di casa con le versioni per Nintendo Wii e PlayStation 2; e ovunque, nel taschino dei videogiocatori, grazie all’arrivo su PlayStation Portable e Nintendo DS.
Gioco d’azione e avventura, Diabolik: The Original Sin narra del misterioso rapimento di Eva Kant, l’affascinante amore di Diablik, che vedrà il nostro eroe costretto al furto di un quadro dal valore apparentemente insignificante per poterla salvare. Ma è solo l’inizio di una storia che vede per protagonisti oltre ai due personaggi sopra citati anche l’eterno rivale di Diabolik, l’ispettore di Polizia Ginko della squadra omicidi di Clerville. Senza dubbio la fedeltà alle atmosfere e ai tratti distintivi di questo fumetto “cult” che ha visto la luce negli anni ’60 (da un’idea delle sorelle Giussani) è stata la “stella polare” nel lavoro del team di sviluppo.
Va detto che l’avvento di Diabolik: The Original Sin non rappresenta una prima volta in assoluto nel mondo dei videogiochi, dato che il titolo in questione è già apparso (con distribuzione in edicola e nei negozi specializzati) in versione Personal Computer; ciò nonostante la notizia di questi giorni è ghiotta perché le quattro nuove piattaforme su cui si prepara a sbarcare questa avventura rappresentano senza dubbio una platea vastissima di nuovi potenziali giocatori per questo videogame.

Heath Ledger vince il premio Oscar come Joker

Il Joker della Dc Comics è entrato ufficialmente nella storia del cinema, grazie all’interpretazione del defunto Heath Ledger che si è aggiudicato l’Oscar 2009 come miglior attore non protagonista per Il Cavaliere Oscuro. Quindi, ancora una volta, vi voglio tutti in piedi per fare l’ennesimo lungo applauso al bravissimo e sfortunato attore, già vincitore del Golden Globe!

Questa è una data storica perchè toglie l'etichetta di genere di serie sui film di stampo supereroistico, infatti è la prima volta che un attore riceve l'oscar per la sua interpretazione in un film di supereroi.

Vi mostriamo il video del commovente momento della premiazione, con la famiglia dell’attore chiamata sul palco per ritirare il prezioso premio.

domenica 22 febbraio 2009

Il trailer del nuovo film delle Pretty Cure

Le maghette Pretty Cure sono tornate! Vi abbiamo già parlato tempo fa l’arrivo di un nuovo film (Pretty Cure All Stars) e di una nuova serie di cartoni animati (Fresh Pretty Cure) dedicati all’anime mahō shōjo. Mentre la serie TV ha debuttato l’1 febbraio in Giappone, il film uscirà il 20 marzo.
Oggi vi mostriamo i trailer delle nuove magiche avventure delle Pretty Cure.
Eccovi qui l trailer del film Pretty Cure All Stars. Per la prima volta il film riunirà le protagoniste di tutte le serie di cartoni animati andati in onda in TV, per chi è appassionato di continuity e cross-over è una cosa bella ghiotta.


Ed ecco il trailer del cartone animato e la prima parte del primo episodio di Fresh Pretty Cure.



Tintin e la sua guerra alle parodie

Tintin ultimamente sembra sempre in mezzo a sgradevoli vertenze legali e diplomatiche. Stavolta gli eredi di Hergé (Moulinsart - Studios Hergé) hanno fatto forse il passo più lungo della gamba, cercando di far causa per violazione del diritto di autore non in Belgio (dove la legislazione sembra essere ancora piuttosto rigida e quindi a loro favorevole), ma in Francia, dove, si sa, il diritto di parodia dovrebbe essere garantito almeno quanto da noi in Italia. Per giunta il 20 febbraio 2009 avrebbero avuto accesso (con mezzi, si dice, poco ortodossi) ai locali della tipografia, del distributore ecc. per tentare di impedire la distribuzione del quinto volume di una serie di parodie (non a fumetti) bloccandone i file sui computer. Questo è quanto riporta Gordon Zola delle Editions du Léopard (specializzate in libri umoristici) nel comunicato stampa che trovate qui.
«La société Moulinsart, garante des droits d'Hergé, vient, ce 20 février 2009, de saisir stock et fichiers chez notre imprimeur, notre diffuseur, notre distributeur et à notre siège social.
Les moyens utilisés, peu orthodoxes, par contrainte voire par menace, sont inacceptables!
La sortie de l'opus 5, "Saint-Tin au Gibet" prévue en mars est fortement compromise!
Nous n'acceptons pas ces moyens mafieux qui transforment une œuvre parodique donc légale en un objet de contrefaçon tel que stipulé dans la requête de saisie.
Nous attaquerons donc Moulinsart pour mesures abusives afin de faire respecter la liberté d'expression face à un dinosaure milliardaire qui bafoue la loi.»

Giochi Preziosi si da al fumetto

In occasione di Mantova Comics & Games, verrà annunciata GP Publishing la nascita della nuova divisione a fumetti del colosso Giochi Preziosi. Il gruppo Grani & Partners, è già presente in edicola con Preziosi Collection, che si occupa di personaggi 3D, trading cards, card games e curatissimi “fanbuk”.
GP Publishing verrà presentata durante la conferenza dal direttore editoriale Francesco Meo e dai Kappa Boys. Queste collaborazioni dimostrano la volontà da parte del gruppo Grani & Partners di insediarsi nel mercato attraverso scelte razionali, studiate con partner con un’ottima esperienza e grande professionalità.

sabato 21 febbraio 2009

Tre spot trailer per X-Men Le Origini: Wolverine - Video

20th Century Fox e Marvel Entertainment svelano importanti tasselli di X-Men Le Origini: Wolverine, e per farlo usano tre stupendi spot trailer al limite dello spoiler che vi riportiamo qui di seguito, buona visione.






Il fumetto italiano in mostra in Belgrado

Dal 25 febbraio al 20 marzo presso il Palazzo d'Italia di Belgrado ed organizzato dall'Istituto Italiano di Cultura della capitale serba, si terrà una simpatica mostra sui fumetti intitolata Nuvole e stampa.
La mostra che vedrà la sua inaugurazione alle ore 19 di mercoledì 25 è stata preparata in occasione del centenario dalla nascita del fumetto italiano stabilita convenzionalmente e contemporaneamente all'uscita del primo numero del Corriere dei Piccoli, il 27 dicembre del 1908.
"In occasione di questa ricorrenza - come diffuso dal comunicato stampa - l'Istituto Italiano di Cultura di Belgrado organizza una mostra che dalle origini ripercorre le vicende di questo importante settore dell'editoria attraverso pubblicazioni e "fenomeni" editoriali che ne hanno fatto la storia: dal Corrierino alle vicende italiane del marchio Disney, dalla "dinastia Bonelli" ai "neri italiani", vero e proprio "marchio di fabbrica" degli anni Sessanta, alle ultime tendenze degli anni 2000, passando per sezioni monografiche dedicate a grandi autori come Magnus e Hugo Pratt".
Parallelamente alla mostra si terranno vari eventi.
Il primo che precederà l'inaugurazione è un incontro alla presenza di studiosi e autori del fumetto italiano con l'introduzione della direttrice dell'IIC, Alessandra Bertini Malgarini ed interverranno il professore Fabio Gadducci dell'Università di Pisa, lo sceneggiatore Diego Cajelli, l'autore Paolo Parisi, il regista Giovanni Eccher e Zefirino Grassi del giornale serbo Politikin Zabavnik, come moderatori Andrea Plazzi, curatore della mostra e l'autore Saša Rakezi e Aleksandar Zograf.
Inoltre vi sarà lunedì 23 febbraio una conferenza stampa della Malgarini, di Andrea Palazzi e Sasa Rakezic.
Mercoledì 25 febbraio, invece, vi sarà l'incontro di editori, autori e disegnatori di fumetto italiano e serbo a cui parteciperanno Andrea Plazzi, Fabio Gadducci, Diego Cajelli, Paolo Parisi, Giovanni Eccher, Zefirino Grassi, Zograf e altri ospiti serbi; il 26 si terrà ‘Gulp!' o ‘Poffarbacco!' La lingua del fumetto: Lingua letteraria e linguaggio quotidiano, con Andrea Plazzi, Diego Cajelli, Fabio Gadducci, un incontro con gli studenti del III Liceo e del Liceo Filologico con gli ospiti italiani che saranno condotti in una visita guidata alla Mostra e la proiezione del film - documentario di Giovanni Eccher su Magnus ‘Il segno del Viandante' e successivo incontro con lo stesso Eccher.
Infine venerdì 27 presso la Scuola del Fumetto del SKC si terrà incontro con Andrea Plazzi, Paolo Parisi e altri ospiti.

Mickey Rourke rifiuta di partecipare ad Iron Man 2

Nonostante un’offerta della Marvel (che pare fosse di “soli” 250mila dollari), il candidato all’Oscar Mickey Rourke ha dichiarato che non interpreterà alcun ruolo in Iron Man 2.
L’attore, che di recente ha subito la perdita dell’amato cagnetto Loki (“l’unico che mi sia stato fedele anche nei momenti più bui”, ha detto Rourke), era in predicato di vestire i panni del villain di turno, Whiplash, ma avrebbe rifiutato l’offerta sia perché riteneva la cifra inadeguata, sia perché le riprese del film di Favreau si sarebbero sovrapposte con quelle dell’atteso The Expendables.

ON LINE le 112 opere partecipanti al concorso Moving PIXEL

112 opere è la cifra del grande successo del concorso Moving PIXEL promosso da Flashfumetto.it e curato dall’Ufficio Giovani del Comune di Bologna, in collaborazione con Hamelin Associazione Culturale.
In attesa della proclamazione dei vincitori, nella galleria virtuale sono già on line tutte le opere realizzate da giovani artisti provenienti non solo da Bologna, ma anche da tutta l’Italia e dall’estero.
La sfida lanciata da Flashfumetto è stata raccolta, oltre che da tante “giovani promesse”, da tempo impegnate nel mondo del fumetto, anche da moltissimi disegnatori “under 18” e da vari istituti d’arte delle scuole superiori.
Le tecniche utilizzate sono state molteplici dall’illustrazione, al fumetto, dalla pittura alla fotografia, intrecciando spesso le diverse discipline grazie all’uso delle tecnologie digitali, rappresentando il movimento e la velocità nei modi più vari e interessanti.

BilBOlbul 2009 Festival internazionale di fumetto

Dal 4 all’8 marzo 2009 a Bologna si terrà la terza edizione di Bilbolbul. Festival internazionale di fumetto, a cura di Hamelin Associazione Culturale.
Quest’anno ci saranno ancora più mostre, incontri, proiezioni, reading, dedicaces di artisti nazionali ed internazionali, confermando l’interesse per la figura dell’autore, l’internazionalità, il dialogo tra il fumetto e le altre arti, la produzione e la creatività.
A Sergio Toppi sarà dedicata la mostra principale di Bilbolbul, accompagnata da una giornata di studi (il 5 marzo in Pinacoteca Nazionale – Sala Gnudi) . Altan, Charles Burns e Thomas Ott saranno gli altri protagonisti del festival.
Ci sarà anche una mostra di Ángel de la Calle, dedicata alla figura di Tina Modotti e vari incontri in cui autori di fumetto e storici dialogheranno sul passato dell’Argentina, sul rapporto tra fumetto e avventura con Sergio Bonelli, sul periodo fascista con l’opera di de Santis e Colaone, sulla guerra di Spagna con Vittorio Giardino, sull’attualità dell’Ottocento con Gianfranco Manfredi e Bryan Talbot, sul rapporto con l’autobiografia con Marino Neri e Michele Petrucci, sulle modalità di coniugare storia e narrazione con David B. e Pino Cacucci.
Da segnalare la rassegna al Cinema Lumière che presenta sullo schermo una biografia di Charles “Peanuts”Schulz; due film sul fumetto argentino (“HGO” e “Imaginadores”); le raffinate animazioni del giapponese Naoyuki Tsuji; una proiezione sulla scena della street culture californiana degli anni Novanta (“Beautiful Losers”).
E per finire teatro e musica si legano al mondo del fumetto con due reading al limite fra l’incontro e la performance, protagonisti i fumettisti Gipi e Otto Gabos.
L’intera programmazione è consultabile sul sito www.bilbolbul.net e aggiornamenti giorno per giorno sono caricati sul blog: www.bilbolbul.net/blog.

giovedì 19 febbraio 2009

Le novità di Cagliostro e-Press

Oggi vi parliamo delle dodici novità editoriali targate Cagliostro E-Press che verranno presentate durante due belle manifestazioni come Italcon/Eurocon e Napoli Comicon. Cagliostro si sta concentrando sempre più a rilanciare le perle storiche del fumetto indipendente italiano! Infatti dopo PT7, ecco arrivare all’interno della collana i Classici del fumetto indipendente italiano le ristampe in edizione assoluta di altri due cult degli anni ‘90: Lenin (di Marco Innocenti, Renato Vanni e altri) e Engaso 0.220 (di Enzo Troiano).
Tra le altre produzioni vi ricordiamo il mistico Croce, il nuovo titolo Nadazero, l’etichetta legata a Bottero Edizioni. Per gli amanti dell’horror ecco Il Castello di Cagliostro, antologico in stile Zio Tibia; Sangue di Tenebra è un altro antologico orrorifico dal sapore d’antico, mentre Wonderless è la rilettura in chiave erotica e horror di Alice nel Paese delle Meraviglie! Oltre al fantascientifico ed ucronico Le Avventure di Argos 7, sbarca il manga tutto italiano Super Bunny Chu Chu!
Nasce la collana mYthos, dedicata a miti e leggende: il primo volume è dedicato alla storia di Perseo e Medusa e si intitola La Morte in uno Sguardo. Per i tascabili a fumetti delle collana bONsai ecco Il Sognatore e Fronn ‘e Limonn, ambientati in Campania. Cagliostro E-Press non è solo fumetti: Lost Without Lost è un volume di approfondimento interamente dedicato alla celebre serie televisiva Lost.

Will Eisner sbarca su iPhone

Will Eisner, e in particolare il suo romanzo a fumetti Contratto con Dio, "arriva" a un pubblico al di fuori di quello tradizionale dei lettori di comics (negli USA), e per questo motivo viene ora distribuito su piattaforme di lettura come gli iPhone e gli iPod Touch (sistemi che da qualche tempo ospitano fumetti, pagando il giusto). Il sistema utilizzato si chiama Kamikaze (ma si pronuncia comic-asi...), prodotto dalla Genus, e la presentazione video propone, per il piacere dei suoi fan, proprio il romanzo di Will Eisner (il primo di una serie, è facile supporre), come potete vedere qui affianco. Ulteriori dettagli nel sito della Genus: click qui.

mercoledì 18 febbraio 2009

Il Pinocchio della Disney viene restaurato

Il film di animazione ispirato al romanzo Le avventure di Pinocchio di Carlo Collodi e realizzato nel 1940 dalla Walt Disney, compie 70 anni e, per l’occasione, è stato sottoposto a un restauro durato più di un anno. Il cartone animato, presentato all’istituto degli Innocenti di Firenze, città natale di Collodi, uscirà in blu-ray e Dvd il primo aprile. Come un affresco, la pellicola è stata «ripulita» digitalmente sia nelle immagini sia nel suono. Sono stati riportati alla luce i colori originali e resi visibili anche i più piccoli dettagli.
Grazie alle tecnologie moderne, a cominciare da quella denominata «Disney View», il cartone animato, nato in formato 4/3, è stato trasformato in un film ad alta definizione in formato 16/9. Questa tecnica ha permesso di riempire i bordi laterali dello schermo, che sarebbero rimasti neri, con immagini e pannelli specifici integrati con la scenografia e il paesaggio. Il risultato è un film nitido, dai colori brillanti, con un’acustica praticamente perfetta: un Pinocchio reale come non lo è mai stato prima.
Testimonial dell’intera operazione il vero Pinocchio, ovvero il burattino fatto costruire da Walt Disney per la realizzazione del film.

Concorso Europeo di fumetti Eurocartoon: scadenza prorogata

La Commissione Europea ha prorogato i termini per l'iscrizione al Concorso Europeo di fumetti "Eurocartoon" (La tua cittadinanza in Europa: disegnala!) al 7 marzo 2009.
Il concorso è gratuito e aperto a chiunque voglia cimentarsi nella creazione di una tavola illustrata o fumetto auto conclusivo a tecnica libera riguardante il tema della cittadinanza in europa.
Si può partecipare con più elaborati, procedendo a tante iscrizioni quante sono le tavole realizzate per il concorso.
Primo premio euro 6.000,00 - Secondo Premio 4.000,00 - Terzo Premio 2.000,00. Regolamento e informazioni: http://www.eurocartoon.eu/

martedì 17 febbraio 2009

In America nuova sigla per i Simpson - Video

A venti anni dalla loro nascita i Simpson si rifanno il look con una nuova versione della sigla di apertura. L’esordio avvenuto nella puntata di domenica su Fox ha raccolto il plauso dei fedelissimi della storica serie di Matt Groening che da due decenni racconta le saghe della famiglia più bizzarra d’America. In realtà si tratta di una mezza rivoluzione perché al filmato originale sono stati aggiunti fotogrammi raffiguranti alcuni dei personaggi più importanti della serie e un nuovo finale. Tra le novità, oltre la durata (circa due minuti contro l’uno della prima versione), c’è un cartellone di «Krusty» il pagliaccio che, piegato dalla crisi, è costretto a organizzare funerali, e molti più personaggi che Bart deve evitare con il suo temutissimo skateboard. Inoltre durante il consueto tour nel supermercato dove la piccola Maggie viene sbadatamente passata allo scanner della cassa compare sullo schermo il prezzo battuto per la piccola di casa, 486,52 dollari.
Ma è senza dubbio il finale ad essere la grande novità. La famiglia «gialla» dopo essersi ritrovata nel salotto di casa è costretta a inseguire l’amato divano che fugge dalla finestra. E dalle vie di Springfield i Simpson dovranno rincorrerlo sulle salite e le discese di San Francisco, tra i canali di Venezia e per le stanze dei palazzi reali indiani. Sino a raggiungerlo nello spazio dove lo riconquistano vestiti da astronauti per poi ripiombare sotto forma di una meteora di nuovo nel salotto di casa. E la voglia di cambiamento contagia un’altra serie cult, South Park, che esordirà in alta definizione l’11 marzo.

Il magico mondo di Gigì torna con un prequel

La principessa Gigì torna in missione sulla Terra. Production Reed ha annunciato l’intenzione di produrre un prequel de Il magico mondo di Gigì (Mahō no Princess Minky Momo per i giapponesi), l’anime in onda in Italia negli anni 80.
La storia sarà probabilmente ambientata nel regno di Fairyland: scopriremo così l’antefatto all’arrivo di Gigì sulla Terra. Nell’anime Il magico mondo di Gigì, la principessa di Fairyland arriva sulla Terra con la missione di far tornare a sognare gli essere umani. Con un po’ di magia, tanti buoni sentimenti e l’aiuto di un cane, una scimmia e un uccellino, in ogni episodio Gigì riusciva a aiutare qualcuno in difficoltà.
Non è ancora noto se il prequel a Il magico mondo di Gigì sarà una serie a cartoni animati o un OAV.

DVD - Tezuka Special TV : Memorial Box

Nel 1978 la NTV giapponese commissionò alla Tezuka production un lungmetraggio di animazione da trasmettere all’interno dello special “24 ore di televisione – L’amore salverà la terra”, una sorta di Telethon volto alla raccolta di fondi per la difesa dell’ambiente. Si trattava di un esperimento di estrema complessità dal momento che il solo special televisivo fino a quel momento prodotto direttamente per il piccolo schermo era stato Shin Takarajima (La Nuova Isola del tesoro) sempre a firma del dio dei Manga Tezuka Osamu. In quel caso, però, la relativa lunghezza del prodotto (appena un’ora) aveva non poco semplificato i lavori del team di disegnatori assoldati per il progetto. Shin Takarajima, di fatto, è poco più di un’estensione di un episodio televisivo di mezz’ora e, nello spazio franco della trasmissione, esso non può contenere quelle divagazioni rispetto all’intreccio principale della vicenda che saranno la cifra distintiva degli ancora a venire prodotti degli anni ’80.
Oggi Yamato video raccoglie questo e altri sei lungometraggi televisivi in uno splendido cofanetto. I sei special che ci troverete sono:
Le aventure di Bander ; Regia : Osamu Tezuka
Marine Express ; Regia : Osamu Tezuka, Satoshi Dezaki
Fumoon ; Regia : Hisashi Sakaguchi
I 4 di Brema ; Regia : Hiroshi Sasagawa, Osamu Tezuka
Prime Rose ; Regia : Satoshi Dezaki
Bagi ; Regia : Osamu Tezuka, Kimiharu Koguma

lunedì 16 febbraio 2009

Le vecchie pubblicità di giocattoli su Topolino

Vi ricordate delle vecchie pubblicità di He-Man e dei Masters su Topolino, e quelle di Big Jim, dei Trasformers G1? Guardate con nostalgia alle vecchie pubblicità dei giocattoli di Star Wars, Bravestar, Voltron? Oppure preferivate i giocattoli per ragazze come Barbie, Jem e She-Ra?
Bene se volete rivedere le loro vecchie pubblicità su Topolino o se volete mostrarle ai vostri figli il sito giocattolivecchi.com fa per voi. Infatti al suo interno troverete un intera sezione dedicata alle vecchie pubblicità apparse sul settimanale del topo più amato del mondo.
Quindi cosa aspettate a rivedere quelle belle pubblicità che erano quasi dei veri fumetti.

Il curioso caso di Benjamin Button a fumetti

Da ragazzo mi ricordo che lessi divertito Il curioso caso di Benjamin Button il romanzo di Francis Scott Fitzgerald, e praticamente con mio sommo dispiacere nessun altro l'aveva letto, oggi che Brad Pitt lo interpreta sul grande schermo sembra scoppiata la solita mania ed ecco che vediamo comparire anche l'adattamento a fumetti. La graphic novel, scritta e disegnata da Nunzio DeFilippis e Christina Weir (tradotta da Alberto Schiavone), formata da ben 128 tavole in bianco e nero, è stata pubblicata da Guanda al prezzo di € 16.00.
Ecco la presentazione ufficiale dell’opera:
La vita scorre all’indietro, per Benjamin Button. In un giorno d’estate del 1860, per un inspiegabile scherzo del destino, lui nasce già vecchio: un uomo dell’apparente età di settant’anni, dentro una culla. E poi comincia a ringiovanire, muovendosi controcorrente rispetto alla Storia. Mentre la buona borghesia di Baltimora, a cui appartiene anche suo padre, osserva con un misto di meraviglia, imbarazzo e riprovazione. Un raffinato graphic novel, basato su quello che F. Scott Fitzgerald considerava il suo racconto più divertente. Lo stesso da cui David Fincher ha tratto il suo film interpretato da Brad Pitt e Cate Blanchett.

domenica 15 febbraio 2009

Watchmen raddoppia con I Racconti del Vascello Nero

Se avete letto Watchmen, la graphic novel di Alan Moore, conoscete I Racconti del Vascello Nero (Tales of the Black Freighter), il fumetto che viene letto dal ragazzo afro-americano seduto al fianco dell’edicola. Un esempio di “fumetto nel fumetto”, una narrazione sperimentale per l'epoca che gioca con i temi di Watchmen collocandoli all’interno di un’altra storia.
I Racconti del Vascello Nero faranno la loro comparsa anche nel film Watchmen, ma non finisce qui… Dopo il fumetto nel fumetto ecco quindi il film nel film.
Cinque giorni dopo l’uscita nei cinema americani di Watchmen arriverà in DVD Tales of the Black Freighter, film d’animazione che racconta la vicenda del fumetto. La storia ruota attorno a un naufrago che tenta di ritornare alla propria casa per avvertire i suoi cari dell’imminente arrivo del Vascello Nero, una nave fantasma pirata la cui ciurma è composta da morti sanguinari.

Rapina al Toys Center della catena di Enrico Preziosi

Non erano Winx nè Gormiti, nè tantomeno puffi burloni. No erano proprio due rapinatori quelli che mel pomeriggio hanno assalito un negozio di giocattoli Toys Center di via Adamoli, uno dei centri commerciali per i bambini appartenente a una delle catene del patron del Genoa, Enrico Preziosi. E dove ha lavorato il padre di El Topa Forestieri quando il ragazzo era nelle file del Genoa, prima di essere mandato a fare esperienza a Siena e Vicenza.
Il colpo come detto è avvenuto in via Adamoli, bottino 4mila euro.
Secondo la prima ricostruzione ad agire sono stati due uomini armati di un cacciavite che hanno minacciato una delle impiegate dell’esercizio commerciale facendosi consegnare il denaro in cassa.
I due malviventi sono poi fuggiti in sella ad uno scooter.

Animal Man torna con Gerry Conway

Animal Man il mitico personaggio Dc Comics amatissimo dai fan e reso famoso dalla mente geniale di Grant Morrison sta per tornare con una nuova serie firmata nientemeno da Gerry Conway.
La miniserie verrà lanciata dal prossimo mese di maggio. Sta realizzando i disegni Chris Batista, già visto all’opera su Spider-Man 2099, Jla, 52 e sul Robin di Chuck Dixon. Per i più giovani di voi una breve presentazione di Gerry Conway: creatore del Punitore (The Punisher) e autore di una indimenticabile run su Amazing Spider-Man, aveva abbandonato il mondo dei comics nel 1993, per tentare la fortuna come autore di serial televisivi.
Negli ultimi anni ha realizzato numerose sceneggiature per Law & Order: Criminal Intent, Law & Order - I due volti della giustizia e Un detective in corsia, Hercules: The Legendary Journeys, Pacific Blure, Baywatch Nights. Ben tornato Gerry e ben tornato Animal Man!

sabato 14 febbraio 2009

Star Wars: The Clone Wars arriva in Italia

Arriva in tv l’attesissima versione animata in 3D di “Star Wars” (Guerre Stellari), la saga cinematografica creata da George Lucas negli settanta che conta sei pellicole di enorme successo (con un incasso globale ai botteghini di tutto il mondo stimato in 4,4 miliardi di dollari). Dal 13 febbraio infatti su Cartoon Network è trasmesso “Star Wars: The Clone Wars”, la prima serie animata prodotta direttamente da Lucas con Lucasfilm Animation (una prima serie in 2D era stata prodotta nel 2003 da Cartoon Network).
La nuova serie di 22 episodi (dato il successo ottenuto in Usa è già in cantiere la seconda), propone moltissime nuove avventure, combinando famosi personaggi e ambientazioni della leggendaria saga con animazione all’avanguardia in computer grafica tridimensionale. Il look della «galassia molto, molto lontana» di Guerre Stellari che noi tutti conosciamo sarà quindi del tutto nuovo.
«Sentivo che c’erano ancora molte storie di Guerre Stellari che non erano state raccontate», ha commentato George Lucas, nella nuova veste di produttore esecutivo. «Ero desideroso di iniziare a presentarne alcune tramite l’animazione e, allo stesso tempo, di spingere più avanti questa forma d’arte».
«Niente di simile è mai stato prodotto per la televisione», ha aggiunto Stuart Snyder, presidente Turner animation, young, adults & kids media. «Per 30 anni, Guerra Stellari ha appassionato un numero incredibile di fan. Star Wars: The Clone Wars su Cartoon Network è pensato per essere un grande appuntamento tv per tutta la famiglia. Siamo entusiasti di lavorare nuovamente con Lucasfilm e siamo contenti di regalare agli spettatori una produzione così importante.» Sul fronte di una battaglia intergalattica tra il Bene e il Male, i fan di tutte le età incontreranno di nuovo i loro personaggi preferiti come Anakin Skywalker, Obi-Wan Kenobi e Padmè Amidala, ai quali si aggiungeranno eroi del tutto nuovi, tra i quali Ahsoka Tano, padawan (allieva, per i neofiti della saga) di Anakin. Perfidi cattivi - tra cui Palpatine, il Conte Dooku e il Generale Grievous - aspirano a governare la galassia. La posta in gioco è alta e il destino dell’universo resta nelle mani dei valorosi Cavalieri Jedi.
Lucasfilm Animation ha iniziato la pre-produzione di Star Wars: The Clone Wars nel 2005, poco tempo dopo il lancio del film «Star Wars: Episode III La Vendetta dei Sith». Negli ultimi tre anni, cartoonist, artisti e autori nel Nord della California e team di produzione a Singapore e a Taipei hanno lavorato insieme per creare una delle serie d’animazione più esclusive nella storia della tv. Mescolando un incredibile talento artistico con le più avanzate tecnologie nel campo dell’animazione, Lucasfilm Animation ha prodotto 22 episodi di «Star Wars: The Clone Wars »per la prima stagione della serie. Dave Filoni è il regista.
Dall’esordio del primo film, datato 1977, ad oggi il successo di “Star Wars” ha dato vita ad innumerevoli spin-off televisivi e radiofonici, ispirando anche numerosi libri, fumetti e giochi, nonchè parodie e mockumentary oltre ad innumerevoli “citazioni” in altri film di Hollywood. Per non parlare del merchandising gettonatissimo dai patiti della saga che hanno organizzato fan club in tutto il mondo e che organizzano spesso divertenti e affollati raduni “in costume”.
George Lucas ha recentemente annunciato per il futuro un nuovo telefilm, ambientato tra La vendetta dei Sith e Guerre Stellari. Narrerà della nascita della ribellione e della fine degli ultimi Jedi. Il produttore Rick McCallum ha dichiarato che non compariranno i personaggi principali apparsi nei film, ai quali sarà affidato occasionalmente qualche cameo, ma solo personaggi minori. A dirigere l’episodio pilota sarà James Marquand, figlio di Richard Marquand, regista de «Il ritorno dello Jedi». «La serie televisiva probabilmente non partirà prima del 2010. Ci stiamo lavorando: stiamo valutando i vari copioni, ma ci vuole molto tempo per organizzare il tutto», ha aggiunto di recente Lucas.

Come nei film riescono sempre a scoprire le password

Se conoscete abbastanza di informatica allora sapete che trovare una password è qualcosa di veramente difficile, provare tutte le combinazioni alfanumeriche di una password di otto caratteri richiede anni, ma se vedete un film americano la trovano sempre nel giro di qualche ora, la solita esagarazione da sceneggiatori? Sembra di no, infatti secondo un ricerca tutti tendono a utilizzare sempre la stessa password, magari leggermente modificata, in modo da non sbagliare. Ma la palma dei più pigri va sicuramente agli americani che, secondo una ricerca, utilizzano per proteggere i loro dati un classico dei classici: “1234″, alternata a “qwerty”.
Per la posta elettronica, lo sanno tutti, non bisogna utilizzare mai parole chiave troppo elementari. Eppure, secondo uno studio americano, c’e’ ancora chi sceglie sequenze come ‘1234′ o ‘QWERT’ per la propria e-mail o per l’accesso via Internet al conto corrente. La ricerca e’ stata effettuata dalla societa’ ‘Errata Security’ sulla base di uno schedario di 28.000 password di cui un ‘hacker’ e’ entrato in possesso. Perche’ il punto e’ proprio questo: le parole chiavi facili rendono la vita ancora piu’ semplice ai pirati informatici.
Il campionario presentato della ricerca e’ disarmante nella sua ingenuita’. Per il 16 cento, le password esaminate sono nomi propri mentre il 14 per cento sono sequenze di numeri (1234) o di lettere (QWERT o ASDFG) corripondenti a tasti contigui sulla tastiera del computer. Circa il 5 per cento, per lo piu’ i giovanissimi, fanno invece ricorso a nomi di personaggi a loro cari come Pokémon, Matrix o Ironman. Altri ancora, il 4 per cento, come parola chiave hanno scelto il termine piu’ ovvio, ossia ‘password’. E il 3 per cento frasi come ‘Idontcare’ (non mi importa), ‘Iloveyou’ (ti amo) o ‘Ihateyou’ (ti odio). Con uno sforzo di fantasia minimo, alcuni non sono andati oltre ‘yes’ (si) e ‘no’.
In altre parole il 90% delle password americane può essere azzeccato con una decina di tentativi. Robert Graham, uno degli autori dello studio, ricorda che per garantirsi un minimo di sicurezza bisogna scegliere password alfa-numeriche di almeno otto caratteri, compresi maiuscole e minuscole e segni come la virgola o il punto.

Imparate a diventare un jedi grazie a Force trainer


Ecco un oggetto che molto probabilmente tutti i fan di Star Wars sognano: un autentico Force trainer, per affinare il vostro legame con la Forza.
Niente di paranormale però: semplicemente, un apposito dispositivo che si mette sulla propria fronte permetterà di monitorare la vostra attività celebrale… o qualcosa del genere.
Più sarete concentrati su qualcosa in particolare, più l’headset wireless trasmetterà al Force trainer degli impulsi, che faranno in modo di fare “levitare” tramite una ventolina la pallina di plastica all’interno del tubo.
Completo di luci e suoni, questo simpatico Force trainer sarà disponibile in autunno

Jump Square da inizio al manga di Stan Lee mentre termina quello di Yasuhiro Nightow

Il nuovo manga Yasuhiro Nightow, l' autore di Trigun, una miniserie dal titolo Ketsu-kai Sensen (la cui traduzione in italiano è La Frontiera del Regno Insanguinato) proposta nella rivista Jump Square in tre parti vedrà il suo epilogo nel prossimo numero che sarà disponibile per la vendita dal 4 marzo.
Ma per un manga che si conclude su Jump Square eccone un altro ai nastri di partenza: si tratta della nuova serie di Prince of Tennis, campione di vendite in Giappone, dal titolo New Prince of Tennis, dove il protagonista si sta allenando negli USA dopo qualche mese dalla fine del campionato nazionale quando all'improvviso riceve una lettera dal contenuto apparentemenrte sconvolgente.
Infine è già iniziato il manga a quattro mani di Stan Lee, leggenda dei fumetti americani e Hiroyuki Takei, autore del celeberrimo Shaman King dal titolo Karakuridoji Ultimo.

venerdì 13 febbraio 2009

La Marvel creerà due nuove serie su Halo

Belle notizie per tutti i fan di Halo, il sito ufficiale delle Marvel ha annunciato l'uscita nel 2009 (in America, in Italia ancora non si sa) di due nuove serie ambientate nel mondo di Halo, famoso videogame per X-box.
Entrambe le serie saranno ambientate prima del primo gioco,l difatti il protagonista non sarà il famoso Master Chief; che farà un apparazione quando ancora non era Master Chief, nella serie ideata da Peter David( che si è occupato fra l'altro de "la torre nera" comics ambientato nel mondo del famoso romanzo di Stephen King) , questo è tutto quello che ci è dato sapere fino ad adesso.
Sebbene anche la seconda serie sia ambientata prima del videogame non ci sono molte altre indiscrezioni nemmeno su questa si sa solo che l'autore sarà Fred Van Lente.

Milo Manara disegna T-Shirt per Penthouse

Milo Manara diventa anche stilista o quasi sembra, infatti Penthouse, la nota rivista maschile, non si accontenta piu’ di essere letta. Adesso vuole anche essere indossata. Ecco che allora per questa primavera-estate 2009 ha pensato di realizzare una collezione di t-shirt davvero molto particolare, realizzata dal grande artista Milo Manara.
Penthouse, infatti, ha stretto un accordo con l’azienda di Treviso, Green Star, che produrra’ e mettera’ in commercia questa collezione speciale di t-shirt, maglie e abiti. La collezione femminile per la prossima primavera-estate 2009 esaltera’ le linee eleganti del corpo delle donne. I disegni sono realizzati da Milo Manara, che propone una serie limitata di Art-Shirt, un idea fantastica per certi versi, chi meglio di chi è famoso per disegnare la bellezza femminile può disegnare ciò che le donne indosseranno per esaltare la loro bellezza?
Il leitmotiv di questa collezione e’ lo storico logo, al quale e’ stata affiancata una chiave stilizzata, rigorosamente rosa.

Doctor Who ritorna per conquistare gli otaku

Questa volta il Tardis ha portato il Doctor Who in un territorio finora inesplorato: l’universo degli anime.
Prendete il telefilm di fantascienza più amato dai nerd di tutto il mondo e trasformatelo in un anime per farlo conoscere anche gli otaku più incalliti. È questa l’idea di Paul Johnson che sta realizzando un corto con il Doctor Who in stile anime.
Come modello per il Doctor Who a cartoni animati non è stato scelto David Tennant, ma Jon Pertwee, il terzo Doctor Who, interprete del telefilm della BBC dal 1970 al 1974. La buona notizia è che la nuova assistente del Dottore sembra molto più sexy delle ragazze della porta accanto che hanno accompagnato il Doctor Who nella serie TV.

I supereroi Marvel diventano Motion Comics, per tutti gli iPhone ed iPod Touch

Marvel si prepara a dar vita ad una nuova era di fumetti, passando dai classici e statici comics ai nuovi “motion comics” digitali. Questa nuova idea vedrà lo sviluppo di veri e propri applicativi per iPhone, che oltre a permetterci la lettura del fumetto, ci intratterrano con brevi animazioni e voci di attori, il risultato richiama molto i primi cartoni animati dedicati ai supereroi Marvel degli anni 60, quindi un vero cult per gli appassionati di vecchia data.
Il primo esperimento è stato fatto all’interno dell’operazione Watchmen (che parte dalla più famosa graphic novel del mondo, che come tutti sanno è della DC comics), pubblicata nell’AppStore americano dalla Warner Bros, a puro scopo pubblicitario nei confronti del film che sarà disponibile prossimamente nelle sale. Tra qualche tempo i motion comics di Marvel dovrebbero arrivare anche in Italia, ed ovviamente seguiremo gli sviluppi.

martedì 10 febbraio 2009

The Twelve arriva in italia

The Twelve, l’ultima fatica di J.M. Straczinsky, arriva finalmente in Italia. Lo scrittore di Thor si dimostra sempre più in sintonia con i personaggi Marvel, a tal punto da far comparire dal cilindro dodici personaggi attivi durante la seconda guerra mondiale, spedendoli direttamente ai nostri giorni, con l’escamotage dell’ibernazione. Capitan America se fosse vivo sarebbe geloso di questi imitatori provenienti dal passato?
Il fumetto, disegnato da Chris Weston, si rivela subito una piacevole scoperta, consigliata anche a chi non ha una cultura Marvel. Basta poco per entrare in sintonia con i vari protagonisti, con i loro difetti e le loro caratteristiche vintage. Divertente è esplorare le loro menti disorientate, conoscendo le loro capacità di adattamento ad una civiltà rivoluzionata. Come sempre è Panini Comics ad aver l’esclusiva di questo materiale Marvel e ha proposto la miniserie in due volumi formato 100% Marvel; il primo di questi è già disponibile in fumetteria ed è intitolato Risvegli (17×26, B., 144 pp., col., prezzo € 13.00).
Ecco la trama ufficiale dell’opera: 1945. Alleati entrano a Berlino, la Seconda Guerra Mondiale volge al termine. Supereroi e avventurieri mascherati sono della partita, e dodici di loro esplorano un bunker abbandonato dai nazisti in fuga, ma ecco che… Immaginate la storia di Capitan America moltiplicata per dodici! Dodici supereroi della Golden Age (protagonisti di comics realmente pubblicati fra il 1940 e il 1948 dalla Timely, la casa editrice che poi diventerà Marvel) sopravvivono alla guerra - e a sessantatre anni di sonno criogenico - per risvegliarsi nel Terzo Millennio. Di J.M. Straczinsky e Chris Weston! Il volume, primo di due, raccoglie i numeri 1-6 della miniserie “The Twelve” e il numero zero, con le ristampe delle storie originali degli Anni ’40!

Ma vediamo subito nel dettagli i dodici eroi della saga
The Blue Blade

Vera identità: Roy Chambers
Prima apparizione: USA Comics #5 (Estate 1942)
Creato da: Syd Shores e Charles Nicholas
Abilità: esperto spadaccino




The Black Widow

Vera identità: Claire Voyant
Prima apparizione: Mystic Comics #4(Agosto 1940)
Creato da: George Kapitan & Harry Sahle
Abilità: è in grado di comunicare con i morti e può uccidere chiunque solo sfiorandogli la testa, e dotata anche di altri trucchi soprannaturali.


Captain Wonder

Vera identità: Professor Jeff Jordan
Prima apparizione: Kid Komics #1 (Febbraio 1943)
Abilità: Superforza, capacità di volo


Dynamic Man

Vera identità: Curt Cowan
Prima apparizione: Mystic Comics #1
Creato da: Daniel Peters
Abilità: è invulnerabile a qualsiasi cosa tranne la rara sostanza chiamata lantholum, è dotato di superforza, capacità di volo, vista a raggi-X, intelligenza superumana, capacità mutamorfiche, inoltre può creare campi magnetici per deviare i proiettili o rubbare le pistole dalle mani degli avversari


Electro

Vera identità: è un robot creato dal Professor Philo Zog
Prima apparizione: Marvel Mystery #4(febbraio del 1940)
Creato da: Steve Dahlman
Abilità: superforza, corazza antipoiettili e cannoni, capacità di saltare lunghe distanze come Hulk, può intercettare le comunicazioni radio, oltre a queste capacità normali dell'essere un robot è in contatto telepatico con il suo creatore


The Fiery Mask

Vera identità: Jack Castle
Prima apparizione: Daring Mystery Comics #1
Creato da: Joe Simon
Abilità: superforza, supersoffio, pirocinesi, può saltare lunghe distanze come Hulk e creare campi di forza protettivi usando il calore


The Laughing Mask

Vera identità: Dennis Burton
Prima apparizione: Daring Mystery Comics #2
Abilità: esperto tiratore e pugile


Master Mind Excello

Vera identità: Earl Everett
Prima apparizione: Mystic Comics #2 (Aprile 1940)
Abilità: forza superumana e telepatia


Mister E

Vera identità: Victor J. Goldstein, conosciuto anche come Victor Jay
Prima apparizione: Daring Mystery Comics #2
Abilità: esperto spadaccino


The Phantom Reporter

Vera identità: Richard "Dick" Jones
Prima apparizione: Daring Mystery Comics #3
Abilità: esperto nel combattimento


Rockman

Vera identità: Daniel Rose
Prima apparizione: U.S.A. Comics #1 (Agosto 1941)
Creato da: Charles Nicholas e Basil Wolverton
Abilità: forza, velocità e resistenza superumane, grande abilità nel combattimento corpo a corpo


The Witness

Vera identità: sconosciuta
Prima apparizione: Mystic Comics #7 (Dicembre 1941)
Creato da: Stan Lee
Abilità: esperto combattente ha una sorta di potere extrasensoriale che lo avverte dove sta per avvenire un crimine

lunedì 9 febbraio 2009

Un francobollo per i 50 anni di Barbie

Il Principato di Monaco ha emesso un francobollo raffigurante la bambola Barbie. Con un valore di affrancatura di 0,88 euro, il francobollo monegasco reca la scritta "Barbie festeggia i suoi 50 anni" e mostra la versione "Christian Dior" della celebre bambola. In questa versione, realizzata nel 1997 ed esposta al Museo Nazionale di Monaco, Barbie veste un classico abito Dior, con un filo di perle al collo e un ampio cappello.
Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.