HOME BLOG FUMETTI CHARACTERS ARTICOLI REGOLE CONTATTI LINK RICERCHE MERCHANDISING

giovedì 27 novembre 2008

Che fumetti in Biblioteca! Rassegna dedicata a Tex e Andrea Pazienza

In occasione dell’ottantesimo compleanno di Topolino e dei sessant’anni di Tex, la Biblioteca di Rozzano (MI) propone un’originale rassegna dedicata al mondo delle nuvole parlanti.
La manifestazione Che fumetti in Biblioteca! sarà arricchita da due due imperdibili mostre: La leggenda di Tex con 40 tavole che ripercorrono il più longevo e amato personaggio del fumetto italiano e Andrea Pazienza, la vita e le opere, una mostra dedicata a quello che viene considerato uno dei più importanti autori italiani, scomparso venti anni fa.
La rassegna si concluderà giovedì 4 dicembre con la tavola rotonda per discutere sul futurodelle vignette con la partecipazione di Mario Gomboli (sceneggiatore ed editore di Diabolik), Pasquale del Vecchio (disegnatore e copertinista di Tex), Tito Faraci (sceneggiatore di Topolino, Lupo Alberto, Brad Barron, Tex, Diabolik), Michele Ginevra (direttore del Centro Fumetto Andrea Pazienza di Cremona).
L’iniziativa è curata dalla Biblioteca di Rozzano in collaborazione con l’associazione “Amici della biblioteca” e Loris Cantarelli e con il sostegno di Sergio Bonelli Editore, della rivista “Fumo di China” e del Centro Fumetto “Andrea Pazienza” di Cremona.

Dal 13 novembre al 4 dicembre
Rozzano (MI)
Cascina Grande, via Togliatti
www.cascinagrande.it
Info: 02.8225931

Il ritorno di War Machine

Debutterà a dicembre la nuova testata di uno degli spin-off più riusciti di Iron Man. Inventata come esoscheletro da battaglia all'inizio dei burrascosi anni '90 l'armatura di War Machine ha solleticato da subito la fantasia degli appassionati del famoso eroe corrazzato.
Un Tony Stark morente decide di ripagare con tutti gli interessi e con una diversa filosofia di approccio i suoi più acerrimi nemici prima della dipartita costruendo un'armatura specializzata per infliggere il massimo danno. L'armatura, dopo la presunta morte del suo creatore, verrà passata al suo più caro amico, James Rhodes, perchè l'idea di Iron Man non si estingua con Stark.
La Marvel in più di un'occasione (e con esiti molto variabili) ha tentato di sfruttare il successo e l'interesse suscitati dal nuovo approccio battagliero del più famoso supereroe tecnologico nella sua scuderia. Verso la metà degli anni '90 Rhodes, liberatosi dal fardello dell'identità di Iron Man, avrà pure, per breve tempo la sua testata come War Machine (costretta a chiudere in pochi numeri). Seguirà una specie di What if in miniserie: US War Machine, dai toni più realistici ed ancora più guerrafondai.
Ora i tempi sembrano di nuovo maturi per War Machine, serie regolare in uscita a dicembre con Greg Pak (Iron Man, Battlestar Galactica) ai testi e Leonardo Manco (Deathlock, Hellblazer) ai disegni. Un reboot che a sentire l'editore dovrebbe proiettare l'eroe corazzato in un contesto fantascientifico molto vicino alla realtà odierna.

Bubblegum Crisis, in produzione un live action

Ecco un altro live action di cui sentiremo parlare molto nei prossimi mesi: la AIC (Anime International Company) ha firmato un accordo con la Singapore’s Cubix International per produrre, entro il 2011, un film basato sull’anime Bubblegum Crisis.
Per chi non lo conoscesse, Bubblegum Crisis narra la storia di quattro ragazze che, armate di potenti armature, difendono una futuristica Tokyo dalle minacce che ogni giorno la corporazione Genom intenta sulla città.
Non propriamente recente (è datato 1991) ed abbastanza corto come anime (la prima serie consta di soli 8 episodi, la seconda di 3), Bubblegum Crisis ha comunque ottenuto un discreto successo sia in patria che all’estero, motivo per cui la AIC ha deciso di investire su questo progetto mettendo a disposizione della Singapore’s Cubix un’ingente somma di denaro (si parla di svariati miliardi di Yen).

Batman R.I.P., davvero l'ultima avventura di Bruce Wayne?

Dopo 70 anni di onorata carriera nella lotta al crimine (e senza l'ausilio di superpoteri) Batman è arrivato al capolinea: o almeno, il miliardario Bruce Wayne appenderà al chiodo il costume per passare la mano. A riferirlo è il quotidiano britannico "The Telegraph", secondo il quale però non è ancora chiaro in quale modo Batman verrà costretto a cessare le attività.
Potrebbe esserci infatti un pacifico passaggio di consegne oppure Wayne potrebbe essere ucciso in modo più o meno cruento. Cosa accadrà? In quest'ultimo caso, i candidati al ruolo di giustiziere non mancano: da un misterioso cattivo denominato "Black Glove" a un Robin traditore e passato alle forze del male; per scoprirlo occorrerà attendere l'uscita di "Batman R.I.P.", ultimo album - come si evince dal titolo - che la Dc Comics dedicherà a Bruce Wayne. La notizia è stata resa nota dallo stesso sceneggiatore delle avventure dell'Uomo pipistrello, lo scozzese Grant Morrison.
Sinceramente per quando adori il lavoro di Morrison trovo deludente quello che tutti gli appassionati sanno essere solo la classica manovra che durerà al massimo un anno o forse due, e se non mi credete facciamo un veloce ripasso di tutte le volte che Batman è morto.


WORLD'S FINEST COMICS n.184
(Maggio 1969)
cover di Curt Swan & Mike Esposito

BATMAN n.291
(Settembre 1977)
cover di Jim Aparo

BATMAN n.292
(Ottobre 1977)
cover di Jim Aparo

BATMAN n.299
(Maggio 1978)
cover di Jim Aparo

ADVENTURE COMICS n.462
(Aprile 1979)
cover di Jim Aparo

Quest'ultima è quella che mi sta più a cuore perchè la morte del Batman di Terra-2, ovvero il Batman originale degli anni trenta che sposo Catwoman ed ebbe da lei una figlia Helena Wayne che cresciuta divenne la supereroina Huntress, che vedete sulla destra con la mano che cerca di nascondere le lacrime, affianco del Robin originale.
Comunque tornando a Batman R.I.P. ammettiamolo non è una novità, ci siamo dimenticati che dopo la morte di Superman Bruce Wayne rimase paralizzato e passo temporaneamente il suo manto ad Azrael? Andiamo queste cose alla DC avvengono un giorno si e uno no, anche perchè per tenere buoni i lettori non si riesce a tenere morto neanche un personaggio secondario come Green Arrow, figuriamoci Batman.

Twisted Toyfare Theatre, quando Hulk incontra i Puffi

Arriva in Italia il Tragicomico Teatrino dei Giocattoli (Twisted Toyfare Theatre) fumetti realizzati con action figures, un vero capolavoro firmato saldaPress.
Giocattoli in pose oscenamente divertenti, personaggi della Marvel (e non solo) messi in contesti assurdi, quasi impossibili, ma estremamente comici, il tutto raccolto in un volume di 108 pagine a colori dal costo di 10 euro.
Pensate sia troppo? Per capire di cosa stiamo parlando, sul sito della casa editrice (saldapress.com) sono disponibili 2 gustose storie scaricabili in formato .pdf :Sulla strada in cui Thor, Conan, Spidey e Hulk vanno in gita, rompono l’auto e finiscono nel villaggio dei Puffi e Servo del nemico! in cui il Dottor Destino, in bancarotta, si trova costretto ad accettare un lavoro da telefonista al servizio degli odiati Fantastici Quattro.
E’ possibile anche scaricare l’introduzione scritta dal regista Kevin Smith che spiega, testuali parole: perché trova divertenti queste cagate, ed il sommario del primo volume per quelli che proprio non si fidano a sborsare questi 10 euro.

Robert Downey Jr parla del film dei Vendicatori

Robert Downey Jr. ha recentemente parlato a MTV dell’ambizioso e audace progetto della Marvel di realizzare un film su i Vendicatori, la cui uscita è prevista per il 2011, che renderà protagonisti di una spettacolare avventura Capitan America, Thor, Hulk, Nick Fury e naturalmente Iron Man.
A tal proposito l’affascinante attore ha fornito qualche indizio sulla pellicola: “Una delle difficoltà maggiori consiste nel riunire i diversi mondi di questi supereroi: per esempio “Iron Man” è ambientato in un universo che può essere considerato abbastanza realistico. Se invece prendiamo in considerazione il mondo di Thor, il Dio del Tuono (supereroe del film di Kenneth Branagh, la cui uscita è prevista per il 2010), ci troviamo di fronte a una situazione ben diversa, così come per Hulk, che sarà il personaggio catalizzatore, che metterà insieme i Vendicatori”.
Robert Downey Jr. (che sarà impegnato anche con “Iron Man 2” di Jon Favreau), è ben consapevole dell’enorme pressione a cui saranno sottoposti i realizzatori del film, che probabilmente sarà diretto da Jon Favreau. “È un progetto altamente ambizioso che dovrà assemblare diversi caratteri, ma noi abbiamo un tale feeling che quando i Vendicatori saranno finalmente insieme ne uscirà fuori qualcosa di davvero speciale!
Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.