HOME BLOG FUMETTI CHARACTERS ARTICOLI REGOLE CONTATTI LINK RICERCHE MERCHANDISING

martedì 4 novembre 2008

Knight e Squire i Batman e Robin del Regno Unito

Come già annunciato eccovi il primo post dedicato agli emuli di Batman nel DC Universe, e il primo soggetto di questa iniziativa per commemorare il decennale della scomparsa di Bob Kane è il primo degli emuli dell'uomo pipistrello, Knight, colui che è passa alla storia della DC per essere il primo supereroe non americano.

Knight e Squire appaiono per la prima volta in un una storia breve del periodo golden age in Batman n.62 (gennaio 1951).
In questa storia Knight e Squire vivono in un villaggio inglese noto come Wordenshire idolatrando Batman e Robin. Nella vita di tutti i giorni sono il Conte di Wordenshire e il suo giovane figlio Cyril, ma la notte il conte indossa una armatura medievale dal pennacchio dorato e suo figlio una tunica scalatta con una cappa d'arciere divenendo Knight e Squire i protettori del Wondershire.
Ispirato dalla storia della Bat-segnale, il duo predispone per la popolazione una canonica campana da suonare ogni volta che è necessario il loro intervento.
Questi moderni cavalieri cavalcano in battaglia speciali motociclette con teste di cavallo (naturalmente finte) montate sulla parte anteriore che loro chiamano Cavalli da Guerra.
Clicca per vedere la tavola ingranditaA pochi anni prima, spie nazista erano state catturate vicino a Stonehenge dove si dice sia stata nascosta una fortuna in oro rubato. Una banda di ladri di Gotham City, guidato da Matt Thorne saputo dell'oro raggiunge per il luogo esaminato dalle spie naziste il Wordenshire.
Batman e Robin inseguono la banda criminale in Inghilterra e, inevitabilmente, incontrano i loro omologhi britannici. Non è una felice occasione. Knight e Squire entrato nella mischia tra il Dinamico Duo e gli uomini di Thorne e involontariamente consentono ai ladri di scappare. Batman cerca di ridurre l'imbarazzo della situazione, suggerendo a Knight e Squire di scambiarsi, così da consentire ai relativamente inesperti eroi britannici di osservare i loro idoli in azione.
Questa soluzione però si dimostra tutto tranne che una idea. Squire infatti viene preso in ostaggio da Thorne, costringendo Batman a non agire, mentre la sua banda fugge da Stonehenge. Poco dopo, il Knight viene messo Ko da un'elettroshock artiginale costringendo Robin a salvarlo mentre Thorne ancora una volta fugge via.
L'intera vicenda raggiunge poi il limite del disastro quando Thorne scopre che l'oro si trova proprio sotto il castello del Conte di Wordenshire. Batman e Robin per cordialità, permettendo a Knight e Squire di catturare da soli i criminali. Purtroppo, Thorne trova i Cavalli da Guerra di Knight nella sua versione della Batcaverna, comprende così quale è la vera identità dell'eroe e decidere di rivelarlo davanti alla polizia e ai repoter che si sono radunati sul luogo.
La teoria però viene subito screditata dall'arrivo del conte e di suo figlio quando di fronte a tutti i presente ci sono ancora Knight e Squire.
In realtà Batman e Robin si sono travestiti dal conte e figlio per proteggere l'identità segreta dei compagni.
Knight e Squire appaiono successivamente in Detective Comics n.215 (Febbraio 1955) quali membri del gruppo The Batmen of All Nations, che altro non è che la riunione di un gruppo di supereroi in costume che sono stati ispirati nello stile e nelle tecniche da Batman e che perciò l'uomo pipistrello invita a Gotham City per riunirsi insieme e scambiarsi tecniche ed idee su come combattere il crimine. Del gruppo fanno parte oltre a Batman e Robin, Knight e Squire, l'italiano Legionario, il francese Musketeer, l'argentino Gaucho, e l'australiano Ranger.
In World's Finest n.89 (Agosto 1957) il gruppo viene riformato con qualche variazione dal milionario e filantropo John Mayhew che crea il Club degli eroi di cui fanno sempre parte: Batman, Robin, Knight, Squire, Legionario, Musketeer, Gaucho stavolta però al posto dell'australiano Ranger c'è il più noto Superman che compare stavolta anche nei doppi panni di Lighting Man.
Knight e Squire quindi scompaiono per tutto il periodo silver e bronze age salvo apparire in qualche ristampa, ma per questi eroi non sembra essere ancora arrivato il momento di cadere nel dimenticatoio, infatti dal 1988 Roy Thomas utilizza la loro storia originale come un trampolino, e lega il Club di Heroes alle storie sia del All-Star Squadron che dei Guardiani Globali. Dopo "Crisis on Infinite Earths", gli eroi internazionali esistevano ancora, ma non poteva più essere ispirati da Batman e Robin. Così furono riscritte le loro storie affinchè stati ispirati dalla JSA.
Il primo di questi è eroi Sheldrake Percy, il giovane inglese destinato a diventare il Conte di Wordenshire. Suo padre era stato ucciso in Nord Africa nel 1940. Poco prima del suo ventesimo compleanno (nei primi mesi del 1942), lui e sua madre traslocarono dal villaggio di Wordenshire a Londra, purtroppo in coincidenza con l'inizio dei bombardamenti tedeschi. Percy fu salvato da Shining Knight, ma sua madre perì. Percy inizio a lavorare come assistente di Shining Knight, che l'aveva salvato. (Young All-Stars n.22)
Infine, Percy indossò una cotta meioevale e una bandana rossa a mo di maschera e divenne Squire. Nel 1942 è entrato a far parte con altri tre giovani eroi nella formazione the Allies.The Allies insieme alla Young All-Stars alzarono il morale delle truppe americane, una dei All-Stars, Tigress, si innamorò del giovane inglese. Cirillo mese fine a tale relazione nascente, rivelando che aveva una moglie e figlio, dopo di che tornà in Gran Bretagna. (Young All-Stars n.23) Cavalcando a cavalcioni Winged Victory, il destriero alato di Shining Knight, Squire combattè un attacco da parte degli agenti dell'Axis Amerika, ma era troppo tardi per salvare la vita di Tigress. (Young All-Stars n.23)
In seguito alla battaglia finale con l'Axis Amerika (Young All-Stars n.25), Squire ritornò in Inghilterra (Young All-Stars n.26), unendosi a Shining Knight e i Sette Soldati della Vittoria nella loro battaglia contro Skull. (Young All-Stars n.27, un'aggiunta post-crisi a Leader Comics n.5)
Durante gli anni cinquanta assunse l'identità di Knight e prese come suo assistente il figlio che assunse l'identità di Squire che fu prima del padre e insieme a l'italiano Legionario, al francese Musketeer, all'argentino Gaucho, e allo svedese Wingman, formò il primo gruppo di supereroi non americani (Infinity, Inc. n.34) . Nel 1957 il meta-umano immortale Dr. Mist trasformò questo Club degli Eroi nella base di partenza per creare l'organizzazione internazionale denominata Dome e il gruppo di supereroi ad esso legata i Guardiani Globali.
Dopo la formazione dei Guardiani Globali il secondo Squire (ora Sir Cyril, Conte di Wordenshire) divenne un agente segreto inglese. (New Teen Titans v.2 n.44).
Nel contesto attuale la continuità, della Nuova Terra, la cronologia e le origini di Knight e Squire è ancora un pò incerto. Ancora una volta, la storia è stata riscritta per tornare all'originale in cui erano stati ispirati da Batman.
Questo esclude il coinvolgimento nella Seconda Guerra Mondiale di Knight e Squire (a meno che non venga data qualche spiegazione sulla loro longevità, anche se si potrebbe sempre dire che lo Squire originale fosse un loro antenato). È possibile che siano stati coinvolti con la fondazione del Dome (e quindi dei Guardiani Globali). Ciò però sposterebbe la formazione del Dome in questi ultimi decenni, e non nel 1950.
Anche agli albori della sua carriera Batman ispirò uomini in tutto il mondo a seguire la sua strada nella lotta contro la criminalità. All'interno di questi primi anni, il cavaliere oscuro fu invitato dal miliardario John Mayhew a iscriversi con i suoi "ammiratori" nel "Club di Heroes".Mayhew era stato un multi-miliardario temerario che ha trascorso la sua vita un pò come Howard Hughes. Mayhew costruisce per il Club una sede da 20 miliardi di dollari, che non andrà mai oltre le semplici fondamenta.
I membri originali del club includevano: Knight dall'Inghilterra (con Squire logicamente), il Nativo Americao Man-Of-Bats e suo figlio Little Raven, Wingman dalla Svezia (che ha nell'attuale continuity ha debuttato un anno prima di Batman), Mosqueteer dalla Francia, Ranger dall'Australia; Gaucho dall'Argentina e il Legionario dall'Italia. (Batman n. 667)
Durante una delle prime riunioni Knight lascia suo figlio (Squire alias Cyril Sheldrake) nell'anticamera della casa di Mayhew, mentre partecipava a una riunione del Club. Cyril sente suo padre dire agli altri eroi che Batman non si sarebbe unito a loro.Dopo di ciò, Knight incomincia a lottare con Mayhew, accusandolo dell'omicidio di alcune donne. (n. 668) Squire irrompe nella riunione per proteggere il padre, ma il vero danno era già stato fatto.
Dopo questo incidente, Knight perse molto dei suo sangue freddo. (n. 669) Il "Batman inglese" a causa di ciò viene ucciso da un suo arci-nemico, Springheeled Jack. Cyril allora gli succede diventando il nuovo Knight dopo aver trascorso un lungo periodo in coma. (JLA: Classified n. 1)
Dopo la morte del padre e il coma attraversa un lungo periodo di depressione che lo cadere vittima della tossico dipendenza, sarà solo grazie all'aiuto della madre e di una ragazza di nome Beryl Hutchinson (che diventerà il nuovo Squire) che riuscirà a torna in se, anche se soffre di occasionali ricadute nello stato di depressione.
Cyril modifica il costume di Knight, poichè ricorda come il padre era orgoglioso di essere soprannominato il "Batman inglese", rimodella l'armatura e il casco per rendere il suo look più simile a quello di Batman, inoltre modifica il suo arsenale aggiugendoci nuovi gadget come pistole hi-tech e mini-modellini di Spitfire (i caccia inglesi durante la seconda guerra mondiale) telecomandati.
Insieme alla nuova Squire entra a far parte del neonato Ultramarine Corp (JLA n. 26) di Superbia.
O per meglio dire Batman, l'unico membro disponibile della JLA, recluta la nuova Squire per aiutarlo visto che la ragazza è dotata di un innato talento con tutt ele forme di telecomunicazione.
Insieme usano un Boom Tube e partono per Plutone dove Qwewq è stato locato. Batman informa Squire su come contattare la JLA e attivare una serie di androidi della JLA per combatte Grodd, ma è troppo tardi per fermare i criminali. Grodd schiavizza centinaia di rifugiati su Superbia e Ne-Buh-Loh crea un
impulso elettromagnetico che disabilità Superbia. La città galleggiante si è schiantato al suolo come smacco finale dell'Ultramarine Corp.
Squire infine riusciti a recuperare la JLA che cattura i criminali. Il gruppo degli Ultramarine dopo una sconfitta per mano dell'entità denominata Black Death, viene inviato in missione dalla JLA nel universo neonato di Qwewq. (JLA: Classified n. 1-3)
Successivamente Knight reincontra Batman (Batman n. 667-669) quando il club internazionale dei supereroi viene richiamato a riunirsi per la prima volta dopo decenni dietro l'invito del miliardario, una volta sull'isola del club scoprono che Mayhew è stato ucciso dal un criminale noto come Black Glove. Successivamente anche Legionario viene ucciso e tutti gli eroi sull'isola sono presi come bersaglio di attacchi da parte di loro vecchi nemici che hanno formato il Club of Villains.
Durante le indagini Ranger (ora diventato Dark Ranger) viene ucciso da Wingman che si scopre essere un alleato di Black Glove e accusa Knight (padre) di aver causato la distruzione del Club degli eroi con le sua accuse a Mayhew. Intanto le giovani spalle degli eroi (ovvero Little Raven, Robin e Squire) scoprono che Mayhew è vivo ed è in realtà il criminale El Sombrero del Club of Villains. Mayhew uccide Wingman e rivela che le accuse di Knight erano vere, ma vista la situazione cerca di fuggire per finire sulla sua isola propria quando viene fatta esplodere dalle bombe che aveva precedentemente piazzato.
Knight successivamente appare quando il Club of Villains attacca Gotham (Batman n. 679), mentre Robin e Damian si unisco nella ricerca dello scomparso Batman.

Cattivik sbarca su Italia 1 con 52 episodi inediti

Cattivik, il genio del male, torna a minacciare le tranquille notti degli italiani con i suoi malefici piani. E i suoi straordinari fallimenti. E, per tornare, usa il mezzo televisivo.
A partire da dicembre, infatti, Italia 1 trasmetterà 52 episodi di 7 minuti ognuno, che racconteranno rapide e divertenti storie di Cattivik: «Abbiamo scelto di fare episodi molto simili ai Looney Toons - spiega il produttore della serie, Fabrizio Margaria di Italia 1 -, un po' perché il personaggio in effetti si adatta bene a questo genere di ritmo e un po' per fare il nostro piccolo omaggio ai Looney Toons».
A Lucca Comics and Games sono stati presentati tre episodi di questa serie in anteprima assoluta: «La porta», «La banda del buco» e «L'inviolabile». «Càttivik, Cattìvik o Cattivìk, visto che ognuno mette l'accento come meglio gli suona - spiega il suo creatore Silver - nasce dalla penna di Bonvi nel 1968-69, il quale, però, lo abbandonò per seguire la vita delle Sturmtruppen. E' così che l'ho preso io nel 1974. E' diventato un personaggio molto conosciuto, ma poco venduto e per questo motivo abbiamo sospeso la pubblicazione degli albi: 500 persone che comprano un fumetto non bastano per farlo sopravvivere».
Poi è arrivata Italia 1, che visto il pilot realizzato una decina di anni fa, ha deciso di fare la serie di cartoni: «Una realizzazione - spiega ancora Silver - che costa circa un decimo di quello che è costata, anni e anni fa, alla Rai quella di 'Lupo Alberto'».
Silver annuncia che gli episodi avranno anche alcune 'guest star' come Enrico La Talpa o Lupo Alberto stesso che, spaesato, non comprenderà dove si trova, mentre a dare la voce a Cattivik è stato chiamato Giorgio Bracardi.
Nonostante il budget ristretto, però, a giudicare dalla reazione del pubblico presente alla proiezione allo showcase di piazza San Michele, il successo di questa nuova serie sembra garantito.

Cuccioli di dinosauro e polli marziali i nuovi cartoni di Raidue e Cartoon Network

Dinosauri in cartoon su Raidue. Cinque cuccioli di dinosauri sono i protagonisti di un nuovo cartone animato prodotto da Rai Fiction e Animundi: Saro, il leader del gruppo, il timido Bronto, il robusto Stego, il goloso Ranu e la coraggiosa lucciosaura Nunzy. La nuova serie, complessivamente 26 episodi, va in onda da lunedì 3 novembre su Raidue, dal lunedì al venerdì, alle 7,25 del mattino. I saurini e i viaggi del meteorite nero è un cartoon rivolto principalmente a un pubblico di bambini tra i 4 e gli 8 anni ed è stato ideato e realizzato da Raffaele Bortone. I saurini saranno ospiti fissi di Cartoon Flakes, nuovo programma del mattino della Rete, trasmesso dalle 7 alle 9,30 del mattino. Ogni mattina prevede due episodi della serie, ciascuno di 13 minuti.
Il cartoon segue le avventure di cinque cuccioli di dinosauri in cerca dei loro genitori, scomparsi a causa dell'impatto di un meteorite con la Terra. Saranno magicamente trasportati in un'altra era grazie ai Meteoriti neri, in realtà macchine del tempo preistoriche che consentiranno ai cinque piccoli dinosauri di scorrazzare tra passato e futuro, passando dalle piramidi dell'antico Egitto alla Grecia delle prime olimpiadi, dalla Roma imperiale a una città del futuro abitata da robot.
Non è l'unica novità di novembre in fatto di disegni animati. Da lunedì 3 novembre, infatti, prende il via su Cartoon Network Polly Kung Fu. Protagonisti della serie animata i Chop Socky Chooks, tre polli esperti di kung fu che si uniscono per combattere il malvagio Dottor Wasabi, un pesce mutante deciso a dominare il mondo. Tra arti marziali e musichette pop, i tre polli daranno vita ad avventure avvincenti. La serie animata di Cartoon Network andrà in onda dal lunedì al venerdì alle 7,40, alle 15,55 e alle 20,15. Infine, la serie sarà trasmessa anche il sabato e la domenica, in orari diversi, alle 8,55, alle 18,40 e alle 19,55.

Umbria donne e lavoro: strisce di sicurezza - concorso Inail per donne fumettiste

L’Inail dell’Umbria ogni anno affronta un tema della sicurezza del lavoro all’interno di un concorso che vede come protagoniste le donne.
Il genere letterario scelto quest’anno dagli organizzatori è il fumetto; tutte le donne fumettiste potranno esprimere i loro sentimenti e pensieri su questa delicata questione sociale. Segue il comunicato stampa dove si approfondiscono i temi del concorso, ma soprattutto vengono elencati i ricchi premi messi in palio:
L’iniziativa del concorso artistico al femminile sui temi della sicurezza del lavoro “Umbria donne e lavoro: …” è alla sua quarta edizione e dopo essersi rivolta prima alle donne pittrici “dipingi la sicurezza” nel 2006 e successivamente alle donne scrittrici, “la sicurezza in prosa” nel 2007 nonchè fotografe “ scatta la sicurezza” nel 2008, quest’anno è stata dedicata alle donne disegnatrici di fumetti, con il titolo “Umbria donne e lavoro: strisce di sicurezza ”.
Scopo del concorso è quello di contribuire a dare un maggiore rilievo territoriale ed istituzionale al tema della prevenzione e sicurezza nei luoghi di lavoro, valorizzando “il punto di vista delle donne”, in un’ ottica volutamente di genere. Tale scelta non vuole essere una forma di discriminazione al contrario, ma solo un riconoscimento a chi vive questi piccoli-grandi drammi come protagonista diretta ed indiretta degli stessi, sia come vittima che come madre o compagna.
Attraverso la forza comunicativa ed emotiva dell’arte nelle sue diverse espressioni si vuole attirare l’attenzione su tematiche di elevato valore sociale, non tanto per lanciare l’ennesimo segnale d’allarme, quanto per dare un contributo positivo al problema. La prevenzione e l’adozione dei sistemi di sicurezza possono, come dimostrano i fatti, concorrere ad evitare dolori, lutti e situazioni di disagio, che spesso sono determinati da circostanze evitabili e prevedibili.
Raccontare e rappresentare questi momenti costringe l’occhio a guardare dentro il problema per non nascondersi, ma chiedersi cosa tutti noi, dal singolo alle Istituzioni, possiamo fare nel terzo millennio affinché “non si muoia più di lavoro".
Le opere dovranno essere presentate entro il 20 gennaio 2009, presso la Sede Inali di Perugia, via Pontani 12.
Promotori della manifestazione sono l’Inail, l’Anmil, la Provincia di Perugia e di Terni, le Consigliere provinciali di Parità di Perugia e Terni, il Comune di Perugia e di Terni, l’Universita’ degli Studi di Perugia, Facoltà di Scienze della Formazione, la Biblioteca delle Nuvole di Perugia.
Le vincitrici del concorso, per entrambe le sezioni, riceveranno in premio un assegno rispettivamente di: 1500 euro per il primo premio, 1000 euro per il secondo premio, 500 euro per il terzo premio.
Le opere delle vincitrici e quelle ritenute idonee dalla Commissione verranno, inoltre, pubblicate a cura dell’Inail e diffuse tramite i canali istituzionali dei soggetti organizzatori.
Le vincitrici saranno avvisate telefonicamente, con comunicazione personale del risultato ottenuto, e potranno ritirare il premio il giorno della premiazione o successivamente presso gli uffici INAIL, a Perugia, via Pontani 12.
Visita il sito http://www.donneelavoro.it/ oppure vai su: http://inail.it/umbria per maggiori informazioni.

BOZZETTO CREA 20 FILM “STILIZZATI” PER LA DISNEY

Bruno Bozzetto, a Lucca per promuovere la campagna sociale “Perche’ non accada” nell’ambito della manifestazione Lucca Comics and Games, ha anticipato che sta collaborando con la Disney.
Sto realizzando - ha detto - 20 film per la Disney: stilizzatissimi, come quelli realizzati in flash. C’e’ stata infatti una richiesta diretta ed esplicita da parte di questa casa produttrice che, per la prima volta, proporra’ in tutto il mondo animazioni realizzate in Italia”.
I personaggi non saranno quelli classici Disney, ma creati da Bozzetto appositamente per questa produzione. “Ho inventato due personaggi - ha spiegato Bozzetto - stilizzati come quelli del corto “Olympics”. Anzi, i personaggi nascono proprio da quel corto. Tant’e’ che il nome, scelto in America dalla Disney, sara’ “Bruno, the Great”. Mi sono un po’ imbarazzato, ma non ho potuto dir nulla”.
Si tratta per la Disney di un’operazione sperimentale e i cartoons saranno trasmessi nel 2009 sui canali internazionali di questa casa produttrice. “Sono film muti - ha concluso Bozzetto - che termineremo all’inizio di dicembre e che potrebbero essere trasmessi gia’ dal mese di gennaio del prossimo anno”.

iMagazine n.0 - una nuova rivista on-line by Italymanga

Sabato mattina è stato inaugurato un progetto nuovissimo su Italymanga! E’ stato pubblicato il numero zero di un piccolo magazine (venti pagine circa) contenente interviste, recensioni e speciali vari. La rivista è scaricabile direttamente sul portale in un file dal formato pdf.
In questo numero troverete uno speciale su Totoro (opera prima dello Studio Ghibli); l’elenco completo degli anime della stagione autunnale Giapponese; interviste ai membri storici del sito. Inoltre non perdete un dossier con l’Analisi dei meccanismi editoriali dei manga e quello su Cesare Borgia (tra manga e realtà). Per finire Clamp in Wonderland ex, una oneshot appena uscita su Newtype delle famosissime CLAMP.
Scarica il nuovo Magazine cliccando qui!

L change the world - lo spin-off di Death Note

Si parla sempre più spesso di trasposizioni cinematografiche di fumetti, graphic novels, anime e manga. Dai vari supereroi DC Comics e Marvel, alle serie animate di matrice nipponica da cui sono stati tratti i vari Speed Racer, Dragonball, Yattaman e Astroboy (di prossima uscita). Si è invece parlato poco, se non per nulla, dei tre live-action tratti da uno dei manga di maggiore successo (a livello mondiale) degli ultimi anni: Death Note di Tsugumi Ohba e Takeshi Obata (la serie animata è approdata anche in Italia lo scorso 7 ottobre e viene trasmessa da MTV, mentre il manga è edito da Panini Comics).
Oltre alla trasposizione cinematografica vera e propria di Death Note, diretta da Shusuke Kaneko nel 2006 e composta da due film separati (Death Note segue piuttosto fedelmente la trama del manga e si conclude con la vicenda di Naomi Misora mentre Death Note - The Last name riprende dal punto in cui finisce il primo film ed arriva alla conclusione della storia, con qualche sostanziale modifica nel finale, rispetto alla serie animata), è stato realizzato nel 2008 uno spin-off che vede assoluto protagonista L, personaggio amatissimo da tutti gli appassionati di anime.
L change the world può tranquillamente essere definito come un buon thriller d’azione, è distribuito da Warner Bros e diretto da Hideo Nakata, conosciuto in occidente per aver diretto Ringu 1 e Ringu 2 (nonchè il relativo remake americano The Ring 2). A dare corpo ed anima a L troviamo Ken’ichi Matsuyama, interprete giovanissimo e di grande talento che già aveva ricoperto il ruolo del geniale investigatore nei due film di Shusuke Kaneko. E’ impressionante la sua somiglianza con il personaggio del cartone animato.
Fin dal debutto nelle sale giapponesi il 9 febbraio 2008, il film ha conquistato la vetta del box office e in meno di un mese ha totalizzato più di 2.200.000 spettatori, per un incasso totale di 250 milioni di Yen. Le vicende narrate dal film si svolgono in un arco temporale di 23 giorni, e si collocano appena prima del concludersi dell’intreccio di Death Note - The Last name.
Questa la trama, in sintesi: un virus molto pericoloso, creato in laboratorio come arma di distruzione di massa, viene testato in un villaggio della Thailandia causando una strage. C’è chi persegue un fine ecologista (per quanto folle) e vorrebbe utilizzarlo per annientare l’intera popolazione mondiale permettendo così al nostro pianeta di rigenerarsi. C’è chi invece è interessato solo all’aspetto economico ed è disposto a venderlo al migliore offerente, ma per farlo è necessario che venga prima messo a punto un vaccino. L dovrà scoprire chi si cela dietro tali intenti e sventare il pericolo che il virus venga diffuso.
Qui di seguito trovate il trailer del film. Se non vi spaventa l’idea di affrontare un sito web interamente in giapponese, date un’occhiata anche al sito ufficiale del film.



Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.