HOME BLOG FUMETTI CHARACTERS ARTICOLI REGOLE CONTATTI LINK RICERCHE MERCHANDISING

giovedì 28 agosto 2008

LE ORIGINI SEGRETE DI RAT-MAN, OVVERO I SUOI DUE ANTENATI DIMENTICATI


Nel mondo del fumetto - come in quello del cinema - vi sono star che prima di diventar famose hanno interpretato ruoli di cui non vanno assolutamente fiere.
Anche se in questo caso più che di ruoli si dovrebbe parlare di antenati di cui si vorrebbe tenere nascosta l'esistenza. Infatti prima del Rat-Man di Leo Ortolani c'è stato il Rat-Man degli Zero Heroes! Chi sono gli Zero Heroes, sono un serie di 66 card umoristiche su supereroi demenziali distribuite da General Mills and Donruss nel 1983 e poi ristampate sotto versione di stickers da vari editori in vari paesi del mondo.
E tra gli Zero Heroes picca un Rat-man che assomiglia in modo impressionante a quello di Ortolani, il costume è quasi identico con il giallo come colore dominante e il marrone che viene sostituito da un blu elettrico.
Penserete allora che quello di Ortolani almeno è il primo Ratman italiano, ma non così. Prima del fumetto, edito attualmente da Panini Comics, esisteva un Ratman molto più sensuale e perverso.
Nel 1989, infatti, solo un anno prima dell'esordio ufficiale del supertopo di Ortolani, è uscito nelle edicole, edito da Renzo Barbieri, un tascabile porno dal titolo "Ratman".
L'albo, realizzato dal duo Ventura-Pinaglia, ha come protagonisti gli aitanti Ratman e Trombyn, che dietro l'apparenza di tombeur de femmes nascondono in privato una torbida e "gaia" relazione. Naturalmente il tutto risulta un chiaro riferimento alle accuse fatte dal Dr. Fredric Wertham nel suo libro Seduction of the Innocent del 1954 in cui accusa Batman di Robin di essere omosessuali (anche se oggi si sarebbe parlato più di pedofilia) e che costrinse a creare i personaggi di Bat-Woman e Bat-Girl per farle flirtare con il Dinamico Duo chiarendo la loro eterosessualità.
Comunque tornando a Rat-Man si nota come se il personaggio degli Zero Heroes e quello di Renzo Barbieri sembrano essersi fusi e trasformati in quello di Ortolani, infatti è come se si fosse preso la testa e il logo di quello di barbieri per metterli sul corpo di quello di Zero Heroes, il tutto naturalmente reinterpretato secondo il magnifico stile di Ortolani.
Comunque nonostante tutto va detto che nessuno dei due predecessori avrebbe mai potuto conquistare il cuore di milioni di fans.

Le vere origini segrete di Superman

L’origine del personaggio di Superman viene svelata nel libro The Book of Lies di Brad Meltzer, libro che uscirà il prossimo 2 settembre negli Stati Uniti.
Superman o Clark Kent (od anche Kal-El), è un personaggio dei fumetti creato nel 1934 da Jerry Siegel e Joe Shuster.
L’origine di questo personaggio, secondo l’autore del libro, è dovuta ad un evento traumatico, una rapina avvenuta il 2 giugno del 1932 a Cleveland (Ohio), in cui perse la vita Mitchell Siegel padre di Jerry.
"Alle 20.10, nel suo negozio di abiti usati, Siegel venne rapinato da tre uomini, che esplosero un colpo di pistola. Siegel non venne colpito dalla pallottola, ma venne colto da infarto e morì subito. I tre rapinatori, non furono mai identificati. Siegel era un ebreo, nato in Lituania, immigrato negli Stati Uniti alla ricerca del sogno americano."
Jerry fino a quel momento aveva un'idea diversa del superuomo, di Superman, infatti poco tempo primo della morte del padre scrisse un racconto intitolato "The reign of the Superman" in cui il protagonista era una superuomo che dominava il mondo come un tiranno malvagio e contro cui gli uomini progettano una rivolta.


Questo Superman che non è invulnerabile o capace di volare, ma dotato di una mente sovraumana (e che assomiglia un pò a Lex Luthor con la sua pelata), vedrà la stampa l'anno dopo la morte del padre di Siegel sul numero del gennaio del 1933 del magazine Science Fiction.
Ma dopo l'incidente del padre, Jerry, all’età di 17 anni, rielaborò la sua idea del superuomo inventando un eroe fortissimo, invincibile ed immortale, un uomo d’acciao che combatte i criminali: Superman.
Per delineare meglio il personaggio, Jerry si fece aiutare dal suo amico del cuore Joe Shuster. Per 5 anni, dal 1933, Jerri e Joe cercarono di vendere la loro storia agli editori, fino a che non approdarono alla DC.
Guarda caso, la prima impresa di Superman fu proprio quella di salvare un uomo aggredito da un rapinatore mascherato.



La cosa però veramente incredibile in tutto ciò è la somiglianza tra la storia e le origini di un altro supereroe, Batman, che viene dato alla stampa solo un anno dopo il primo numero di Superman sotto l'etichetta della National Comics, l'attuale DC, possibile che Siegel e Bob Kane si siano conosciuti prima del successo dei loro personaggi e che Jerry abbia raccontato il suo dramma al giovane collega ispirandolo così nella scrittura delle origini del cavaliere oscuro di Gotham? Questo forse però non lo sapremo mai.

Lucca Comics 2008, il programma dell'evento

Il programma del Lucca Comics 2008 è davvero appetitoso: mostre (tenute nella splendida location di Palazzo Ducale) sia di autori italiani (Silvia Ziche, Andrea Bruno) ma anche di grandi penne internazionali (una rassegna sul fumetto polacco, una mostra di Grzegorz Rosinski, autore di Thorgal, una sezione dedicata interamente a François Boucq). La mostra mercato, appuntamento sempre attesissimo dai collezionisti, si terrà durante la tre giorni del Lucca Comics; nel Loggiato Pretorio ampia visibilità per le autoproduzioni della “Self Area” (e si sa quanto occorrano palcoscenici di grande importanza come quello lucchese per potersi far conoscere dagli addetti ai lavori).
Il Lucca Project Contest avrà come sempre l’illustre patrocinio di Panini Comics e premierà con la pubblicazione il miglior progetto di fumetto originale. Tornerà la sempre apprezzata “Area Japan”, quest’anno in piazza San Romano, e prevalentemente incentrata su Goldrake.
Collegato al Lucca Comics ci sarà “Music & Comics” con gruppi emergenti (anche loro impegnati in una gara per premiare la migliore cartoon cover band) ma anche ospiti di grande rilievo e legati al mondo del cartoons: Cristina D’avena, i Gem Boy, Vito Tommaso accompagnato dalla Banda Dei Bucaioli.
Sabato 1 novembre e domenica 2 novembre, sul palco di Music & Comics, la sfilata di Lucca Cosplay unita ad un concorso fotografico gratuito e aperto a tutti che verterà sul Cosplay. Oltre alla premiazione della foto vincitrice, gli scatti più meritevoli saranno esposte durante il Lucca Digital Photo Fest 2008.
Nella sezione del Lucca Games 2008 premiazione del miglior gioco inedito tra quelli che si sono iscritti al contest, mostre e seminari dedicati ai 20 anni del Fantacalcio e i 15 anni di Magic The Gathering ma anche ai 15 anni dello stesso Lucca Games (prima edizione 1993). Ospiti 2008 i tre Guest of Honor: Christian Petersen, Mark Tedin e Tracy Hickman.
Questo è solo un breve assaggio di cosa offrirà Lucca durante il Lucca Comics and Games 2008, programma completo sul sito ufficiale
Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.