HOME BLOG FUMETTI CHARACTERS ARTICOLI REGOLE CONTATTI LINK RICERCHE MERCHANDISING

mercoledì 23 luglio 2008

Christian Bale, arrestato e poi rilasciato per aver aggredito la madre e la sorella

Christian Bale, l'attore britannico che veste i panni di Batman in "Il cavaliere oscuro", è stato arrestato a Londra per sospette violenze ai danni della madre e della sorella ed è stato poi rilasciato. L'episodio sarebbe avvenuto domenica a Londra, nella suite dell'attore. Dopo la morte di Ledger e di un tecnico, continua la maledizione per questa nuova versione di Batman.
Non c'è davvero pace per "Il Cavaliere oscuro": dopo la scomparsa prematura di Heath Ledger, volto di Joker morto a 28 anni, e di un tecnico degli effetti speciali, ecco uno scandalo anche per il protagonista.
La madre di Bale, Jenny, e la sorella Sharon si sono recate ad una stazione di Polizia per denunciare l'aggressione da parte dell'attore. La dinamica è ancora da chiarire. Stando ad una fonte interna, infatti, la vicenda è piuttosto confusa gli agenti hanno preferito procedere coi piedi di piombo.
Non sono così scattate subito le manette e la star ha potuto prender parte al debutto sul grande schermo del nuovo film che lo vede protagonista. Come se nulla fosse "Batman" ha sfilato sulla passerella coi colleghi di scena, senza risparmiare sorrisi alle telecamere.
Poi, però, Bale ha dovuto render conto alla polizia: convocato in commissariato, l'attore è stato interrogato e precauzionalmente trattenuto in carcere. Poi la star ha abbandonato la stazione di polizia del centro di Londra perché rilasciato.
Il cast di "Batman - Il cavaliere oscuro" aveva incontrato la stampa internazionale, lunedì mattina, poco prima della gran serata di Leicester Square. Bale, pur rispondendo a tutte le domande, è parso un po' 'rintronato': sguardo spento, parlata biascicata. Ma era il suo momento, e sebbene l'atteggiamento fosse sembrato un po' sopra le righe, poteva benissimo essere spiegato con un eccesso di festeggiamenti pre-anteprima. Ora le indagini proseguiranno e Bale dovrà tornare dalla polizia a settembre. Ma è ancora mistero fitto su quanto è accaduto, unico cosa certa è che Bale potrebbe passare alla storia come l'attore che ha più rovinato la reputazione dell'uomo pipistrello e che quasi sicuramente non verrà riconfermato per il prossimo film.

Il fumetto in Armenia, genocidio raccontato attraverso le immagini

In Armenia nel 1915 la Turchia commise un genocidio, una di quelle orribili cose delle quali si preferirebbe gli altri perdessero la memoria, fino ad arrivare al negazionismo, tale ne è la vergogna.

Di questa vergogna parla il fumetto realizzato da Tigran Mangasarian, autore armeno che viene alle cronache del comicdom europeo non solo per la sua prossima edizione del suo lavoro in lingua europea (francese, nel 2009), ma anche perché a lui si deve l'arrivo in Armenia di Jean Mardikian (uno dei tre storici fondatori del festival di Angouleme) con l'incarico di metter in piedi il primo festival del Badgerabadoum (fumetto) Armeno.
Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.