HOME BLOG FUMETTI CHARACTERS ARTICOLI REGOLE CONTATTI LINK RICERCHE MERCHANDISING

venerdì 18 luglio 2008

The Frog Princess il nuovo film della Disney verrà modificato a causa di accuse di razzismo

Forse è solo un eccesso di sensibilità, che fa sorgere sospetti anche di fronte ai disegni e alle espressioni più innocenti. Ma nemmeno l’ultimo cartone, The Frog Princess, quello che avendo come protagonista una principessa nera avrebbe dovuto chiudere per sempre i conti con le accuse di razzismo mosse alla Disney, è immune dalle critiche. Come in Dumbo, come al tempo dei primi fumetti di Topolino, come in Peter Pan, come nel Libro della giungla e in Aladino, il più famoso studio di cartoon del mondo non riesce a liberarsi degli stereotipi riguardanti le razze e della supremazia che ha storicamente assegnato a quella bianca.
Secondo quanto scrive l’Independent, gli sceneggiatori dell’ultimo cartone animato hanno dovuto rimettersi al lavoro per togliere dal testo molti riferimenti che sarebbero ancora una volta risultati imbarazzanti. La storia della principessa nera era ambientata a New Orleans nel 1920, dove Maddy, una cameriera di colore al servizio di una viziata debuttante bianca, viene aiutata da una sacerdotessa woodoo a conquistare un giovane principe ariano, in un Paese che dai tempi degli indiani non ha mai avuto una monarchia. Secondo i critici che hanno costretto la Disney a rivedere i suoi piani, il nome Maddy ricordava troppo quello delle «Mammy», le adorabili, grassissime bambinaie nere del profondo Sud e di Via col vento. Anche il ruolo di cameriera di una despota, perfetto per Cenerentola, non andava bene per una protagonista di colore e avrebbe ricordato troppo i tempi della schiavitù che hanno preceduto la Guerra di Secessione.
Maddy è così diventata la diciannovenne principessa Tiana, che si prevede conquisterà un giovane né nero né bianco, ma mediorientale, di nome Naveen. È un bel passo avanti rispetto ai tempi di Aladino, che nel cartone del ‘93 cantava: «Vengo da un paese lontano, dove vagano i cammelli e dove ti tagliano un orecchio se la tua faccia non piace». Nel dvd messo in commercio la frase venne poi cambiata nel più banale ma prudente «Dove tutto è piatto e immenso e il caldo è intenso». Anche da Fantasia, quando fu riprogrammata nelle sale nel 1960, scomparve il Centauro nero, al quale mancava solo l’anello al naso, che era presente nella prima versione del ‘40. Ma è buona parte della produzione Disney a prestarsi all’accusa di non fare attenzione agli stereotipi razziali. I corvi di Dumbo parlano con l’accento dei neri, e ovviamente sono sguaiati e fumano; lo stesso fanno le scimmie del Libro della giungla, le uniche nel film a non parlare con perfetto accento inglese e che dicono a Mowgli quanto farebbe loro piacere diventare come i bianchi. In Peter Pan, il capo indiano racconta che la loro razza è diventata rossa dopo che un indiano arrossì per avere baciato una ragazza: la loro origine era dunque bianca, il rosso è stato un incidente di percorso.
Riviste ora, alla luce della nuova mania del «politically correct» che ha attenuato numerose ingiustizie e ne ha forse create altre, molte di queste produzioni si prestano all’accusa di razzismo. Ma con tutti i suoi difetti, raccontano le persone che l’hanno conosciuto, Walt Disney questo proprio non l’aveva.

I Mestieri del Fumetto 2008, premio dedicato a Luciano Bottaro

L'Associazione Culturale ed Artistica ComixComunity è lieta di annunciare la 2ª edizione del Premio Luciano Bottaro, all'interno dell'evento «I Mestieri del Fumetto», che si terrà durante il Festival «Bondone, officina della natura e dell'arte 2008».
Questa rassegna di Arte e Cultura si svolgerà a Monte Bondone (TN) dal 6 al 20 luglio 2008. Nella serata del 17 luglio, la nostra Associazione presenterà quindi il Premio Luciano Bottaro - I Mestieri del Fumetto 2008.

Ecco gli ospiti di questa edizione:

Gianfranco Goria (sceneggiatura)
Giorgio Cavazzano (matite)
Massimo Bonfatti (inchiostrazione)
Davide Barzi (responsabile di redazione)
Cesare Buffagni (colori computer)
Diego Ceresa (lettering)
Alberto Becattini (critica e saggistica)
Donatella Barbieri (restauro)
Carlo Meschiari (vendita)
Chiara Mognetti (nuovi modi di fare fumetto)
Silvio Costa (collezionismo)
Claudio Sacchi (presidente di ComixComunity)
Gianpaolo Bombara (vicepresidente di ComixComunity)
Annabella Bottaro (madrina della manifestazione)

Condurrà Dedio.

Per ulteriori informazioni:
infocomix@comixcomunity.com
http://www.comixcomunity.com/
http://www.bondoneofficina.it/

Andrea Pazienza ritorno al gargano

Dal 19 luglio al 30 agosto una grande mostra e altre manifestazioni collaterali sono in programma tra Vico del Gargano e San Menaio in Puglia per celebrare il ventennale della morte di Andrea Pazienza scomparso a soli trentadue anni nel giugno 1988.
Una mostra di quadri, tavole, fumetti e disegni dell’artista, esposizioni di foto, performances teatrali, musica, proiezioni, incontri, e intitolazione di un tratto di Lungomare ad Andrea Pazienza, ideati con l’intento di restituire il genio e la complessità artistica di un protagonista della scena culturale degli anni ‘70/’80, unico per la sua versatilità e noto nel mondo per aver dato vita ad indimenticabili personaggi del fumetto come Zanardi, Penthotal, Pertini, Pompeo, il Partigiano e tanti altri.

International Olive Cartoon Contest 2008

L'associazione Cyprus turkish cartoonists ha organizzato la prima edizione dell'International «olive» cartoon contest, un concorso che ha come tema le olive, considerate da ogni punto di vista.
Requisiti per la partecipazione:
1) Il concorso e la mostra sono aperti a tutti i fumettisti, professionisti e amatori, di ogni nazionalità, religione e provenienza (background).
2) Temi: fumetti contro la distruzione di alberi d'oliva, olive, industria delle olive, olio d'oliva, ramo d'ulivo e tutti i benefici apportati da questo alimento.
3) Ciascun fumetto deve avere una grandezza minima di un foglio A4 e massima di un foglio A3. I fumetti possono essere colorati a piacere (non vi sarà infatti alcuna cornice nè fascia intorno ai lavori).
4) I fumetti devono essere originali. Non verranno accettati lavori frutto di fotocopie o realizzati al computer. Questo genere di fumetti non verranno esposti o verranno inseriti nel catalogo solo se approvati dalla commissione di selezione.
5) I fumetti prescelti saranno inseriti su una pagina web per essere mostrati alle associazioni internazionali di fumetti, in modo da evitare il plagio e il furto. Ogni fumetto copiato, rubato o premiato in un altro concorso di fumetti sarà squalificato.
6) Tutti i partecipanti possono inviare un massimo di due fumetti. Sul retro di ogni fumetto vanno scritti nome cognome, indirizzo, email e numero di telefono e inoltre vanno allegati una foto e un breve curriculum.
7) Tutti i fumetti devono essere inviati all'indirizzo specificato entro il 30 agosto 2008. I fumettisti stessi sono responsabili di ogni eventuale perdita, ritardo o danno arrecato ai lavori.
8) Non è importante che il fumetto sia già stato pubblicato o meno: è invece fondamentale che non sia già stato premiato in qualche altro concorso.
9) Tutti i fumetti, premiati e non, non saranno restituiti e verranno conservati nell'archivio del Cyprus International Cartoon Museum.
10) Oltre ai fumetti premiati, tutti quelli approvati dalla commissione verranno pubblicati in un album ed esposti a Zeytinlik Village dal 5 al 10 ottobre, durante la 7° edizione dell'International Olive Festival.
11) Il risultato del concorso verrà annunciato sui giornali locali. Il comune di Kyrenia pagherà le spese per la trasferta e l'alloggio dei fumettisti che vinceranno i primi tre premi e solo le spese di alloggio di quelli che riceveranno premi speciali.

Premi:

1° premio: 1500 euro + medaglia d'oro
2° premio: 1000 euro + medaglia d'argento
3° premio: 750 euro + medaglia di bronzo
10 o 20 premi speciali (medaglia di bronzo)

Indirizzo
Kibris Turk Karikaturculer Dernegi
(1. Uluslararasi «Zeytin» Karikatur Yarismasi)
Posta Kutusu: 87., Lefkosa-Kuzey Kibris (Via Turkey)
Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.