HOME BLOG FUMETTI CHARACTERS ARTICOLI REGOLE CONTATTI LINK RICERCHE MERCHANDISING

giovedì 3 luglio 2008

Gli X-MEn in stile Sin City


I supereroi Marvel si fanno affascinare dalle atmosfere noir di Sin City. Almeno così sembra dando un’occhiata ai teaser che sono mostrati dalla Marvel ai Wizard World di Chicago e Philadelfia. Le immagini sono un’anteprima di una nuova serie che debutterà nel 2009.
Le immagini mostrano un uomo e una donna, entrambi hanno in mano una pistola e entrambi hanno una X nascosta da qualche parte. Una svolta hard-boiled per gli X-Men? Se si potrebbe essere molto interessante e poi sinceramente un intero albo con una storia con solo il bianco, il nero e il rosso come colori non sarebbe male.

The Dark Knight, Michelle Williams non va alla prima

Michelle Williams, ex-fidanzata e madre della figlia di Ledger, Matilda, non parteciperà alla prima del film "The Dark Knight", che si terrà il 14 luglio a New York, e anche la famiglia dell'attore potrebbe decidere di dare forfait all'ultimo. "La premiere di 'The Dark Night' non sarà dedicata a Heath Ledger". Lo ha detto un portavoce della Warner Bros, stando a quanto riportato dal canale televisivo Nbc.
Tutto il contrario delle voci che circolavano nei giorni scorsi. Si pensava, infatti, che l'attesa pellicola di Christopher Nolan, sequel di Batman Begins del 2005, sarebbe stata un tributo per l'attore australiano, il perfido Joker nel film, scomparso a 28 anni, il 22 gennaio scorso per un'overdose accidentale di farmaci. Era stato annunciato che la pellicola avrebbe celebrato Ledger con una dedica nei titoli di coda: "In memoria dei nostri amici Heath Ledger e Conway Wickliffe", questa la frase per ricordare anche uno stuntman morto durante le riprese.
Non c'è pace dunque per l'attore australiano che continua, in un modo o nell'altro, a far parlare di sè, anche se a mettere tutti d'accordo però sembra essere la sua performance in The Dark Knight. "Ha dato una prova da grande attore e ha regalato anche qualche emozione in più rispetto al passato", questo il commento di Sara Stewart del New York Post all'anteprima ristrettissima della pellicola, organizzata a Los Angeles dal regista Chris Nolan. "Merita almeno la nomination all'Oscar e ha buone possibilità di vincere la statuetta", ha dichiarato ancora Stewart.
Dello stesso parere è Peter Travers, il noto critico di Rolling Stone America, che nei giorni scorsi ha definito il Joker di Ledger "folle, passionale e brillante". Anche Travers, inoltre, ha azzardato l'ipotesi di un Oscar postumo per l'attore scomparso.
Ledger avrà intanto un teatro dedicato al suo nome, nella sua città natale di Perth. Il Centro per le arti sceniche da 575 posti, del costo pari a 52 milioni di euro, secondo il premier dell'Australia occidentale Alan Carpenter è un giusto tributo a Ledger, che ha sempre sostenuto con generosità altri giovani attori. "Heath Ledger era totalmente dedicato all'arte della recitazione, ed è così che ha raggiunto il successo", ha detto Carpenter durante la cerimonia di nomina. "Sono sicuro che vi saranno polemiche per la scelta, ma quello vogliamo è di continuare questo suo sostegno per i giovani che vogliono intraprendere una carriera in teatro o nel cinema".

Character design di Simone Bianchi tratto da Astonishing X-Men

Ieri è uscito negli USA il numero 25 di Astonishing X-Men che vede ai testi Warren Ellis e al tavolo da disegno Simone Bianchi.

La Marvel ha rilasciato a CBR (Comic Book Resources) una succosa gallery con alcuni character design di Bianchi che potete ammirare a questo indirizzo.

Le tavole di studio sono a dir poco meravigliose (in particolare per bestia che dopo Civil War lo finalmente più "umano" nei tratti somatici) consiglio a tutti di guardarle.

Carabiniere si tuffa in acqua e salva tre persone

Grazie al suo coraggio ha salvato tre giovani che rischiavano di annegare. Protagonista della vicenda è un carabiniere, libero dal servizio, che stava passeggiando su una delle spiagge di Fara Gera d'Adda (Bergamo). Purtroppo una quarta persona non ce l'ha fatta ed è affogata. Quando il militare ha notato i quattro in acqua che chiedevano aiuto ha prima gettato in acqua due salvagente e poi si è tuffato per soccorrere i bagnanti.
La vittima è Peter Gjhka, 47 anni, muratore albanese con regolare permesso di soggiorno, residente a Cassano d'Adda (Milano). Era con la moglie e con i figli sulla spiaggia e si sarebbe buttato in acqua nel tentativo di salvare la ragazza marocchina, colta da malore mentre cercava refrigerio nel fiume.
Gli altri due magrebini si sarebbero tuffati subito dopo per dare supporto all'albanese. Poi, tutti sono sono rimasti in balia della corrente. Il carabiniere scelto Carmelo Ciulla, 30 anni, in forza al Nucleo radiomobile della Compagnia di Treviglio (Bergamo), stava passeggiando con la fidanzata quando ha notato i quattro in acqua, sulla sponda opposta, quella milanese, che chiedevano aiuto.
Il carabiniere ha prima gettato in acqua due salvagente legati alla sponda con una corda, poi si è tuffato per soccorrere i bagnanti. Nonostante la corrente molto forte, è riuscito a raggiungere il gruppo. Il militare, originario di Agrigento, ha fatto aggrappare ai salvagente un ragazzo e una ragazza, entrambi marocchini. I due sono riusciti a raggiungere la riva di Cassano d'Adda (Milano) da soli. Non hanno aspettato i soccorsi e si sono allontanati, magari perché irregolari o solo per timore.
Il carabiniere si è immerso più volte in acqua nel tentativo di raggiungere anche l'albanese, ma non ce l'ha fatta. Ha così deciso di occuparsi del terzo marocchino, ormai stremato. Lo ha afferrato e lo ha trascinato con sé fin sulla sponda bergamasca. Poi ha tentato di nuovo di avvistare l'uomo, ma era ormai sparito nelle acque del fiume. Le ricerche del corpo sono riprese in mattinata.
Il carabiniere scelto Ciulla è invece già tornato in servizio. A poche ore dal salvataggio che lo ha visto protagonista è saltato a bordo della macchina di servizio per il turno serale. Fara Gera d'Adda è stata spesso teatro di annegamenti. Il 23 luglio 2006 un giovane di 21 anni della Sierra Leone annegò alla diga Sant'Anna. Il 20 maggio 2007 un marocchino di 19 anni affogò nello stesso punto in cui aveva perso la vita, tre anni prima un albanese. A fronte di queste tragedie, la scorsa settimana l'amministrazione comunale aveva provveduto a collocare cinque salvagente agganciati tra loro da una corda lunga trenta metri. Domenica scorsa, marito e moglie polacchi sono stati salvati dall'annegamento da un uomo che poi è sparito nel nulla, forse si tratta di un altro straniero.
Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.