HOME BLOG FUMETTI CHARACTERS ARTICOLI REGOLE CONTATTI LINK RICERCHE MERCHANDISING

martedì 24 giugno 2008

Arriva anche in Italia Phonogram

Finalmente arriva anche in Italia Phonogram, una saga a fumetti che da tempo tengo d'occhio con notevole interesse.
Questo fumetto di stampo inglese spicca sicuramente per l'originalità del tema: il protagonista è infatti un phonomancer, un uomo che ha compreso la magia dietro alla musica moderna, che gli ha svelato una diversa realtà.
L'idea di "magia" esplicata nel fumetto richiama la visione che Morrison ha portato avanti specialmente con la serie Invisibles.
La musica è quindi il tema e la spinta di questa storia, che omaggia l'importanza del movimento brit-pop per l'Inghilterra degli anni 90.
Dallo spunto originale gli autori traggono un fumetto piuttosto ostico per i tipi come me che non sono grandi conoscitori della scena musicale, e con poco mordente probabilmente anche per loro.
Dietro all'aspetto patinato, merito anche dei disegni piacevoli, ma poco sostanziosi perché piatti e monocordi, Phonogram non lascia molto se non le citazioni di una realtà culturale che non tutti possono cogliere.

Phonogram
di Kieron Gillen e Jamie McKelvie
Edizioni BD, 2008 – 144 pagg. b/n bros. – 14,00€

Torna Spider-Man con Tobey Maguire per il quarto capitolo

Bisognerà aspettare il 2011 per tifare nuovamente per Spiderman. La regia del quarto episodio sul supereroe dei fumetti Marvel sarà sempre firmata da Sam Raimi e ancora una volta sarà Tobey Maguire a indossare i panni del protagonista Peter Parker. Laura Ziskin, produttore della pellicola, ha detto che la sceneggiatura non è stata ancora ultimata. Il terzo film sulla saga è stato bocciato dalla critica, ma ha comunque ottenuto un grande successo e guadagnato 148 milioni di dollari soltanto nel primo weekend nelle sale.
I primi tre film su Spiderman usciti nel 2002, 2004 e 2007 e interpretati da Tobey Maguire e Kirsten Dunst, hanno sbancato i botteghini di tutto il mondo e guadagnato due miliardi e mezzo di dollari.
Tobey Maguire ha da poco completato le riprese del film Brothers, in uscita a dicembre, dove recita al fianco di Jake Gyllenhaal e Natalie Portman.

I Simpsons: stipendi record per i doppiatori

I doppiatori della serie più irriverente d'America hanno organizzato uno sciopero improvviso a cui è seguita una trattativa con la 20th Century Fox, che ha offerto loro uno stipendio da star per continuare a prestare le voci ai personaggi. Tra gli attori entrati in sciopero, vi erano la voce di Homer (Dan Castellaneta), di sua moglie Marge (Julie Kavner), del loro primogenito Bart (Nancy Cartwright), della figlia Lisa (Yeardley Smith), del titolare della birreria Moe (Hank Azaria) e il datore di lavoro di Homer, lo spregiudicato Mr. Burns (Harry Shearer).
L'Hollywood Reporter ha confermato che l'accordo prevede per ciascuno di questi doppiatori la cifra record di 400.000$ a episodio; inoltre Dan Castellaneta, oltre a essere voce di Homer, e al suo ruolo di scrittore, verrà anche inserito fra i consulting producers dello show. Tuttavia questo contrattempo ha anche avuto alcune ripercussioni sulla serie ideata da Matt Groening, che vede ridursi le puntate della 20° stagione da 22 a 20.
I doppiatori della famiglia Simpsons, con quelli di Moe e di Mr. Burns, sono così riusciti ad ottenere dal network americano un prezzo da star per le proprie voci: infatti questo è lo stipendio offerto a molti attori «in carne e ossa», che appaiono personalmente nelle varie puntate dei telefilm.
Sembra che il calo di ascolti verificatosi negli USA abbia fatto sorgere il dubbio sull'uscita di nuove serie, al contrario si attendono notizie su un secondo film per il grande schermo, che voci insistenti danno per probabile.
Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.