HOME BLOG FUMETTI CHARACTERS ARTICOLI REGOLE CONTATTI LINK RICERCHE MERCHANDISING

domenica 20 aprile 2008

Legion of 5: nuovi supereroi per Stan Lee

Poco tempo fa Stan Lee ha annunciato la decisione di affiancarsi alla Disney nella produzione di 3 film tratti da supereroi di sua creazione. Dopo la serie di Spider Man e dei Fantastici 4, quindi, altre creature del celebre autore arriveranno sul grande schermo, anche se al momento non è nota l'identità dei prescelti.
In attesa di Lee non si ferma e annuncia la prossima realizzazione di una nuova serie di supereroi intitolata Legion of 5.
Questa volta non si tratterà di fumetti ma direttamente di una serie animata realizzata esplorando le tecniche della computer grafica più avanzata. Il prodotto sarà realizzato per essere visibile sia in televisione che su cellulari di ultima generazione, e verrà affiancato da un gioco online. Una produzione nata per usufruire appieno dei nuovi media, aggiornata sulle tendenze del pubblico giovane di oggi (soprattutto quello americano, che sempre più sta affiancando internet alla televisione).
Oltre a questi dettagli tecnici, si sa molto poco. Il tema, il tono della storia e ogni tipo di dettaglio sono tenuti sotto il più assoluto riserbo.
Secondo Variety l'anziano autore di fumetti terrebbe tanto al progetto da raccogliere circa 24 milioni di dollari per finanziare il tutto. All'impresa partecipano Lee (con la sua casa di produzione, la POW!), Brighton Partners e Rainmaker Entertainment. Il team si riunirà alla prossima Comic-Con di New York per parlare in dettaglio del progetto e definire i tempi di realizzazione. Sempre alla Comic-Con, Stan Lee riceverà il New York Comics Legend Award, premio alla carriera per celebrare la longevità e il successo delle sue creazioni.

Spielberg adatterà Ghost in the Shell

La DreamWorks ha annunciato di aver acquisito i diritti del manga Ghost in the Shell e sta pianificando di adattarlo in un thriller/poliziesco in 3-D/live-action. L’accordo è stato raggiunto anche grazie alla passione che lo stesso Steven Spielberg nutre nei confronti dell’originale.
La storia è incentrata sulla scoperta fatta da un membro di un’unità segreta della Japanese National Public Safety Commission, specializzata in combattimenti tecnologici legati a crimini.
Creato da Masamune Shirow, Ghost in the Shell venne inizialmente pubblicato nel 1989. Generò due edizioni addizionali, tre anime film, una series TV e tre videogiochi.
Il secondo film, Ghost in the Shell 2: Innocence, è stato realizzato negli U.S.A dalla DreamWorks nel 2004.
Avi Arad, Ari Arad e Steven Paul della Seaside Entertainment produrranno il progetto in studio. Jamie Moss scriverà l’adattamento.
Sia la Sony, sia la Universal erano interessate al progetto, ma Spielberg ha fatto di tutto per aggiudicarselo.
Ghost in the Shell è una delle mie storie preferite” ha dichiarato. “E’ uno stile che doveva ancora arrivare, e gli diamo un entusiastico benvenuto qui alla DreamWorks”.
Uno dei produttori della DreamWorks Adam Goodman ha detto: “Ghost in the Shell è un patrimonio che incarna tutte le potenzialità del 3-D live-action”.
Avi Arad è all’avanguardia per quanto riguarda il materiale proveniente dei fumetti, avendo prodotto i tre Spider Man, i tre X-Men, i due Fantastici Quattro e gli attesi Iron Man e L’incredibile Hulk.
Jamie Moss invece ha scritto Street Kings e Last Man Home, in produzione alla Universal.

Fumetto al museo di Capodimonte

I grandi nomi del fumetto entrano al museo di Capodimonte di Napoli per festeggiarne in cinquant'anni dall'apertura al pubblico. Da oggi, fino all'11 maggio, infatti, a cura dell'associazione Comicon, la mostra indagherà il rapporto tra artista e Museo. Suddiviso in due sezioni il percorso espositivo alternerà opere di grandi autori, già pubblicate, in cui è presente l'ambiente "museo", e illustrazioni realizzate per l'occasione, con i lavori dei grandi nomi del fumetto chiamati ad interpretare il museo di Capodimonte.

Tra gli autori che hanno partecipato al progetto Moebius, Mattotti, Igort, Manara, Don Rosa, Bilal, ma anche giovani leve del fumetto internazionale come Charles Burns, Toffolo, David B. e ancora Stefano Ricci, Gianluigi Toccafondo, Dave McKean, Miguel Angel Martin, non fumettisti ma artisti a tutto tondo. A chiudere l'allestimento una sezione dedicata alle promettenti realtà del fumetto Italiano: da Andrea Bruno a Maurizio Ribichini, da Manuele Fior a Stefano Zattera.

Progetto della mostra quello di attraversare trasversalmente la nona arte: dai classici Disney al fumetto politico, dalla serialità popolare al manga asiatico.

L'evento fa parte della calendario di iniziative di "Napoli comicon", il Salone internazionale del fumetto che si terrà nel capoluogo campano dal 24 al 27 aprile.
Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.