HOME BLOG FUMETTI CHARACTERS ARTICOLI REGOLE CONTATTI LINK RICERCHE MERCHANDISING

mercoledì 16 aprile 2008

Microsoft contro Linux, il bene contro il Male secondo Iron Man

Che Tony Stark alias Iron Man si stesse allargando in maniera esagerata nel Marvel Universe è ormai un realtà di fatto conclamata, il suo riferimento con Bush è chiaro a tutti (multimilionario legato alle multinazioni, alcoolizato che prende il potere nelle sue mani). Ora però passa il segno e si allarga un pò troppo anche nel mondo reale o meglio non lui, ma lo sceneggiatore di Iron Man, Mat Fraction, in una puntata descrive Linux e tutto il sistema opensource come il male e Windows come il bene. Windows il bene che combatte il male, unix??? Mah, diciamo che questa volta non è che ci hanno azzeccato molto, anche se devo ammettere che nel fumetto di Iron Man che durante le Stark Wars arrivò prima farsi dichiarare criminale internazionale per distruggere le copie del suo lavoro e poi ad infettare tutti i PC del mondo con un virus che distrugge le copie non autorizzate dei suoi lavori un pò c'era da aspettarselo.
Comunque bisogna dire la verità in una scala da uno a dieci del male bisogna pensare a Windows come ad un undici (citazione da Automan:)), vuoi solo per le maledizione che gli abbiamo mandato contro per via di Windows Millennium Edition e Windows Vista, vuoi perchè la pesantezza di Windows causa maggiori surriscaldamenti della CPU (e quindi un aumento del riscaldamento globale, un aumento dei consumi energetici e dell'effetto serra), vuoi perchè la sua sede a Silicon Valley è l'origine delle più grandi ingiustizie legate al precariato nel settore, ma soprattutto perchè l'Europa la ripetutamente condannata per violazioni delle leggi anti-trust, violazioni che hanno causati danni non solo alle altre aziende informatiche, ma anche agli utenti e alle amministrazioni pubbliche, perciò scusate se ve lo dico, ma se davvero Mat Fraction considera Windows il bene allora vuole che non sa riconoscere il bene dal male.

PS: Tra l'altro penso che per questo lo si potrebbe citare per pubblicità occulta e ingannevole, spero per lui che almeno la Microsoft lo abbia pagato bene.

Seminario di storia dell'arte (e del fumetto) A.A. 2007/2008

Michele Tosi
Scrittore, critico di storia dell'arte e curatore di mostre, seminari e conferenze presso scuole superiori, università e librerie specializzate. Docente di storia dell'arte per il corso di tecnico turistico per la promozione e lo sviluppo del territorio, En.A.I.P. Bologna. Attualmente docente di storia dell'arte presso L'università di Ravenna.
Gli articoli sulle mostre da lui presentate e sui suoi testi sono stati pubblicati da testate quali Il Corriere della Sera, La Repubblica, Mongolfiera, Alla Ribalta, Gazzetta di Parma; Il Resto del Carlino, Corriere Adriatico, Qui, l'Unità, Giornale di Brescia, IBC, Casa Viva e Art Journal.

Secondo il programma il seminario si svolge la mattina dalle 10:00 alle 13:00 e il pomeriggio dalle 15:00 alle 18:00.

venerdì 4 aprile 2008
Alcuni problemi fondamentali:
a) cosa si intende per arte;
b) interpretazione di due concetti: realismo e astrazione;
c) l'importanza della tecnica;
d) lo stile;
e) la narrazione per immagini;
f) iconografia e iconologia;
g) la committenza: sua importanza nello sviluppo di ogni forma di espressione artistica.

venerdì 11 aprile 2008
L'arte greco-romana e quelle rinascimentale, barocca e neoclassica: vari approcci al tema della rappresentazione del corpo umano.
a) Arte bizantina, romanica: la dimensione astratta della forma, il gusto per la resa sintetica dell'immagine; il gotico: il piacere del particolare, della narrazione e del decorativismo.

venerdì 18 aprile 2008
Le avanguardie: (in particolare) Espressionismo, Futurismo, Metafisica e Surrealismo.

venerdì 9 maggio 2008
Il corpo umano in movimento: I supereroi DC e Marvel, i loro autori, il loro stile; Kubert, Venturi, Magnus, Pratt, Giardino, D'Antonio, De Luca, Palumbo (in rapporto con la seconda lezione).

venerdì 16 maggio 2008
a) La sintesi: Pratt.
b) Il piacere del particolare: Hergé, Jacobs, Giardino;
c) il piacere del decorativismo: Manara, la prima fase del lavoro di Costantini (in rapporto con la terza lezione)

venerdì 23 maggio 2008
Rapporti fra fumetto e avanguardie: Valvoline, Gruppo di Metal Hurlant, Battaglia, Munoz, Breccia, Palumbo, Gruppo Bonelli (Mari, Roi) (in rapporto con la quarta lezione).

venerdì 30 maggio 2008
a) Il fumetto realistico-popolare e le sue problematiche: Magnus, Tisselli, Gruppo Bonelli (Galeppini, Villa, Ticci, Milazzo, Venturi, Bianchini, Ferri, Zaghi, Bonazzi, Casertano, Brindisi, Freghieri, ecc.).
b) La deformazione caricaturale da Leonardo a Magnus. (in rapporto con la prima lezione).

Tra i contenuti aggiuntivi vi è il rapporto fra i manga giapponesi e la cultura dell'HukiyoHe.


Per ulteriori informazioni
Scuola Internazionale di Comics - Firenze B & B s.r.l.
Via del Corso, 1 50122 Firenze (Italia) P.IVA 02311500488
Tel. +39 055 218950 +39 055 2399592 Fax. +39 055 2676344
firenzecomics@scuolacomics.it
www.scuolacomics.it
Dalla Stazione S.M.N. autobus 14.23 (fermata Proconsolo)
Orario di segreteria: da lunedì a venerdì 9.00 - 13.00 e 15.00 - 21.00, sabato 10.00 - 13.00
Servizio di orientamento: Marco Bianchini e Sara Sasi

Hollywood stregata dal graphic novel

Nicolas Cage, Rosario Dawson e Hugh Jackman erano solo la punta dell'iceberg: sempre più attori chiedono una parte nella trasposizione cinematografica di un graphic novel. Negli Stati Uniti Tobey Maguire sarà tra i protagonisti di Afterburn, un film ispirato ad una graphic novel edita dalla Red 5 Comics, mentre Ben Stiller è in trattative per produrre e interpretare King Doug, l'adattamento di una graphic novel della Oni Press. Ma la mania del graphic novel non ha contagiato solo i famosi oltreoceano: infatti è da poco uscito nelle sale cinematografiche
Shoot 'em up, film basato su un fumetto e interpretato dall'italo-francese Monica Bellucci e dall'inglese Clive Owen.

Tobey Maguire, che già arriva da una lunga esperienza di eroe dei fumetti grazie alla trilogia di Spiderman, stavolta ha deciso di produrre, oltre che interpretare, Afterburn con l'aiuto di Neal Moritz (I Am Legend), mentre i diritti del film sono stati acquistati dalla Relativity Media di Ryan Kavanaugh. Il fumetto a cui si è ispirato il film è uscito di recente negli Stati Uniti , dove ha avuto un'ottima accoglienza.

Afterburn, illustrato da Wayne Nichols su sceneggiatura di Scott Chitwood e Paul Ens, ha uno scenario post-apocalittico: l'emisfero est del pianeta Terra è stato devastato da un'eruzione solare, che ha causato anche notevoli mutazioni ai pochi sopravvissuti a questa catastrofe. In questa landa desolata un gruppo di uomini si guadagna da vivere recuperando dalle macerie i tesori della nostra civiltà (il ritratto della Gioconda, la Stele di Rosetta e i gioielli della Corona). Ma la loro impresa verrà osteggiata da altri cacciatori di tesori, mutanti e pirati che i protagonisti incontreranno durante le loro avventure.

Non sono ancora stati annunciati i nomi di sceneggiatori e registi, ma naturalmente Tobey è già nel team, dal momento che la sua casa di produzione (Maguire Entertainment) si è associata a quella di Neal Moritz (Original Films) per gestire l'operazione a cui parteciperà anche la Relativity Media.

Dopo le riprese di Tropic Thunder, in cui anche Tobey Maguire avrà un piccolo cameo e che uscirà nelle sale americane a Ferragosto, Ben Stiller potrebbe interpretare e produrre The Return of King Doug, adattamento di un graphic novel di prossima uscita, grazie ad un accordo con la casa cinematografica di Steven Spielberg.

Scritta da Greg Erb (The Princess and the Frog, RocketMan) e Jason Oremland (The Princess and the Frog), la storia narra di un uomo che fa ritorno ad un mondo fantastico che aveva abbandonato trent'anni prima. I due autori della graphic novel - i cui diritti sono stati acquistati dalla Dreamworks - saranno anche sceneggiatori del film, in uscita per il 2010 e basato sull'omonimo fumetto inedito della casa editrice Oni Press.

Oltre a Tropic Thunder, del quale è anche regista, Stiller ha interpretato anche The Marc Pease Experience, una commedia di Todd Louiso nella quale recita accanto a Jason Schwartzman. Tra i numerosi progetti dell'attore inoltre, è previsto anche l'atteso sequel di Una notte al museo.

La casa editrice Oni Press inoltre ha già preso accordi con la società di Portland e la DreamWorks per portare sul grande schermo anche altri suoi titoli come The Damned, una serie in cui tre famiglie di demoni tirano le fila del crimine organizzato negli Stati Uniti degli anni '20, e Courtney Crumrin and the Night Things, divertente fumetto che narra le avventure di una ragazza molto strana, Courtney, e del suo ragazzo Skarrow.

Tra le varie produzioni cinematografiche basate su graphic novels non possiamo dimenticare Shoot'em up, in Italia Spara o muori, già sul grande schermo e interpretato da due attori più vicini a casa nostra, Monica Bellucci e Clive Owen.

Questo action-movie-fumetto di Michael Davis è caratterizzato da azione, musica metal e ironia e narra la vicenda di una prostituta, Donna Quintano (Monica Bellucci), a cui un atletico mangiatore di carote, Smith (Clive Owen), affida un bambino salvato in uno scontro a fuoco e che ora è nelle mire del perfido Hertz (Paul Giamatti).

«C'è lo spirito del fumetto in questo film» ha detto l'attrice alla premiere della pellicola «perché, anche se è un film di azione nel quale i diversi caratteri restano comunque dei credibili personaggi, tutto in questo lavoro è sublimato all'estremo come nei fumetti».

Il film, distribuito dalla Eagle pictures, è ispirato a una scena di Hard Boiled di John Woo.

Stargate è pronto a risorgere con Continuum

Lo staff di Gateworld durante la visita ai set di Stargate Atlantis è stato invitato a una anteprima del prossimo film Stargate SG-1: Continuum, e le notizie che ci giungono sono estremamente confortanti. Infatti i commenti rilasciati da coloro che hanno preso visione del lungometraggio sono a dir poco entusiastici e vanno da "il miglior episodio degli ultimi anni e tra i primi 5 della storia di Stargate" a "la miglior storia dai tempi del film originale".
Entrando nei particolari sembra davvero che per questo film la produzione si sia adoperata per disporre un budget decisamente superiore alle precedenti esperienze e questo si traduce in una maggiore cura dei dettagli e degli effetti rendendo Continuum un prodotto molto più cinematografico che televisivo. Il budget di quasi 10 milioni di dollari è stato evidentemente sfruttato a dovere per le numerose scene di battaglia e per le location di esterni e tra queste ce ne è una veramente estrema quando il cast ha girato per cinque giorni a temperature sotto lo zero dell'Artico in quella che viene descritta come una delle parti più epiche del film condita dalla presenza di un vero sottomarino della marina degli Stati Uniti l' U.S.S. Alexandria.
Dal punto di vista della trama Continuum non sembrerebbe nemmeno soffrire di quello che era il peccato originale del precedente Stargate: Ark Of Truth, dove il problema di dover forzatamente concludere il ciclo di una storia durata due stagioni aveva imbrigliato la sceneggiatura su dei binari scontati.
Continuum infatti è una storia autoconclusiva e gli autori hanno avuto mano libera permettendo al progetto di decollare sviluppando quella che è la mitologia dell'universo Stargate e gettando al contempo le basi per ulteriori evoluzioni e sequel. Tra i commenti di chi ha visto il lungometraggio c'è quello che Continuum rappresenti potenzialmente un punto-zero per tutti coloro che desiderano introdursi nell'universo della serie e questa potrebbe essere una mossa vincente per il rilancio dell'intero marchio.
Tra le sorprese c'è la presenza di Richard Dean Anderson che torna a vestire nuovamente i panni di Jack O'Neil recitando una parte definita "sostanziale" e non un semplice cameo come gli era capitato ultimamente.
Prendiamo atto di queste indiscrezioni e da bravi fan incrociamo le dita nella speranza che questa finalmente sia la volta buona per Stargate.
Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.