HOME BLOG FUMETTI CHARACTERS ARTICOLI REGOLE CONTATTI LINK RICERCHE MERCHANDISING

domenica 9 marzo 2008

Alcuni protagonisti abbandonano Smallville

Rivoluzione a “Smallville”. La serie che racconta l’adolescenza di Superman -anche se, arrivata quasi a quota otto stagioni, potrebbe continuare fino al suo pensionamento- nelle prossime due stagioni vedrà allontanarsi ben tre personaggi del cast fisso.

Uno, la cui identità sarà svelata solo con l’episodio numero 16 del 17 aprile -quello che segna il ritorno della serie dopo lo sciopero degli sceneggiatori- uscirà definitivamente dal cast: i fan della serie si preparino dunque ad un’altra scomparsa eccellente, dopo l’uscita di scena di Jonathan Kent (John Schneider) nella quinta stagione.

Nell’ottava stagione, che deve ancora essere girata, invece, toccherà ad altri due protagonisti.
Saranno Lana Lang e Lex Luthor a salutare Clark Kent e gli altri protagonisti, anche se le modalità di questo addio appaiono ancora poco ben definite.

I due attori interpreti dei ruoli sopra citati Michael Rosenbaum e Kristine Kreuk hanno espresso alla produzione del telefilm il loro desiderio di allontanarsi dalla serie, e di apparire solo in veste di guest star in alcuni episodi. Non è ancora certo, però, se i due col tempo scompariranno definitivamente o la loro presenza sarà solo ridotta per permettergli di dedicarsi ad altri progetti.
Comunque vada, è un duro colpo sia per i fan che per la serie stessa, che fin dalla prima stagione aveva puntato molto su tutti e due i personaggi, per via del loro legame nella trama col protagonista principale: Lana è la ragazza da sempre amata da Clark, Lex era inizialmente suo amico, ma col tempo il loro rapporto ha subìto delle incrinature, tant’è che nel fumetto originale Lex è nemico di Superman.

Altri componenti del cast che perciò abbandonano la serie, dopo Samuel Jones III (Pete) e Annette O’Toole (Martha Kent). Gli altri attori sapranno resistere o Tom Welling si ritroverà circondato da altri nuovi alleati, eroi e nemici?

Bill Rosemann parla di Guardians of the Galaxy

Da un paio di anni a questa parte, gli eroi cosmici della Marvel stanno vivendo una sorta di seconda giovinezza. Grazie alla mini Annihilation e al suo seguito Annihilation: Conquest (in Italia da Panini in volumi da edicola), infatti, la Marvel ha deciso di riportare in auge personaggi come Quasar, Drax e Adam Warlock, che per un periodo di tempo erano caduti nel dimenticatoio.
In una recente intervista Bill Rosemann, editor Marvel, parla di Guardians of the Galaxy, la nuova serie che nascerà dalle ceneri di Annihilation: Conquest, che partirà a Maggio.
Secondo Rosemann, l’idea dei nuovi Guardiani è arrivata durante la pianificazione di Annihilation: Conquest, e nella fattispecie mentre pianificavano la mini dedicata a Star-lord ed al suo gruppo di guastatori. Vedendo l'accoglienza che i fan hanno riservato al gruppo, si è quindi pensato di lanciare una nuova serie dedicata ad un gruppo cosmico alla fine di Conquest, proprio come è successo alla serie di Nova dopo Annihilation.
Per Rosemann il nome del gruppo è stata quasi una scelta obbligata, visto che manterrà essenzialmente intatta la missione dei Guardiani originali, ovvero cercare di mantenere l'ordine cosmico combattendo coloro che minacciano la pace nell'universo, nella speranza di prevenire altre catastrofi di portata cosmica come la guerra scatenata da Annihilus o l'attacco ai Kree portato dalla Phalanx capitanata da Ultron.
Il gruppo sarà composto inizialmente da Star-lord, Adam Warlock, Quasar, Drax, Gamora e Rocket Raccoon, e Rosemann li paragona ai Cavalieri della Tavola Rotonda, solo su scala cosmica. Le loro storie saranno un omaggio alle classiche storie di fantascienza supereroistica e saranno scritte da Dan Abnett e Andy Lanning duo che nel 2000 ha contribuito al rilancio della Legion of Super-Heroes e recentemente impegnato su una serie di storie ambientate nell'universo di Warhammer 40,000 (in italiano da Planeta). I due (che, ricordiamo, si stano attualmente occupando della serie dedicata a Nova) saranno aiutati dal disegnatore Paul Pelletier, dall’inchiostratore Rick Magyar e dal colorista Nathan Fairbairn.
Rosemann continua dicendo che la serie sarà "new reader-friendly”, ovvero potrà essere letta tranquillamente da tutti quei lettori che non hanno seguito Annihilation ed il suo seguito Conquest. Il primo numero conterrà infatti un breve recap di quanto accaduto fino ad ora, ma ci sarà anche tanta azione, con il ritorno di un nemico che non si vedeva da molto tempo.
Inoltre il cast dell'albo sarà molto ampio, visto che nel corso degli anni sono stati creati molti personaggi cosmici definiti di serie B o C. Saranno proprio questi personaggi, secondo Rosemann, a offrire gli spunti maggiori per le storie narrate dalla serie, visto che le loro caratteristiche potranno essere sviluppate a piacere, creando infinite possibilità creative.
Rosemann conclude affermando che hanno ancora molti progetti in cantiere legati ad altri personaggi cosmici, ma suddetti progetti potranno vedere la luce solo se il pubblico mostrerà di apprezzare le collane già esistenti.

La sigla di Bim Bum Bam del 1991

Bim Bum Bam andò in onda la prima volta il 4 luglio 1982 alle ore 17:00, come semplice contenitore di cartoni animati senza conduzione. Poco tempo dopo arrivarono i tre conduttori Sandro Fedele, Marina Morra e Paolo Bonolis. Ve la ricordate? Ha fatto storia. Un bel ritorno al passato. E la sigla del 1991 con Uan e Ambogio? Forse una delle migliori (e beh certo c'era quella del 1984 che era stupenda, o era il 1985?).


In tribunale eredita' di Hugo Pratt

Giudice si riserva di decidere sul sequestro delle tavoleIl giudice si e' riservato di decidere sul sequestro delle tavole di Hugo Pratt oggetto di una disputa tra eredi. A chiedere il sequestro delle 480 tavole contese (valore stimato circa 50 milioni) sono stati i figli dell'autore di Corto Maltese. La Cong, societa' di Losanna che edita le opere del vignettista, ritiene che le opere siano di sua proprieta' ma il legale dei Pratt ha rilevato che il copy-right era esclusivamente del fumettista.
Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.