HOME BLOG FUMETTI CHARACTERS ARTICOLI REGOLE CONTATTI LINK RICERCHE MERCHANDISING

giovedì 6 marzo 2008

Dungeons and Dragons, morto Gygax

Gary Gygax, uno dei padri del famoso gioco "Dungeons and Dragons" (D&D), è morto nella sua casa di Lake Geneva, in Wisconsin, all'età di 69 anni. Insieme a Dave Anderson, nel 1974 Gygax aveva dato vita alle inedite fantasie medievali di quello che viene considerato il capostipite dei giochi di ruolo. Ispirato alla mitologia, D&D ha stregato milioni di persone in tutto il mondo, lanciando un nuovo e remunerativo filone editoriale.

Inizialmente pubblicato dalla compagnia di Gygax, la Tactical Studies Rules (TSR), Dungeons and Dragons rappresenta il punto di partenza e di riferimento dei giochi di ruolo con circa 20 milioni di aficionados in tutto il mondo. Tradotto in molte lingue, fino al 2004 ha fatto registrare vendite record per oltre un miliardo di dollari tra libri e accessori vari.

Classificato tra i generi fantasy e ispirato alla mitologia greca e norrena, D&D consentiva ai giocatori di interpretare un essere umano appartenente alla classe di guerriero, mago, ladro e chierico, oppure di essere un membro di una razza fantasy: nano, halfling o elfo. Nel corso degli anni, con la pubblicazione di edizioni sempre più aggiornate e ricche, il titolo ha subito alcuni cambiamenti ma il suo successo è rimasto immutato nel tempo.

Il gioco sviluppò anche l'innovativo concetto di arbitro di un gioco di ruolo, il Dungeon Master, in grado di creare l'ambientazione immaginaria del gioco, interpretare gli avversari e i personaggi di supporto, giudicando le azioni degli avventurieri. Dungeons & Dragons si distaccò dal wargame tradizionale dando ad ogni giocatore il ruolo di un personaggio giocabile (PG) e creando avventure immaginarie fatte di mostri, tesori e punti esperienza.

1.000 veri fan e sei a posto (questa teoria è già nella storia)

Beh che dire, in meno di 12 ore questo post di Kelly "1,000 true fans", ha fatto il giro del pianeta, complici, Godin, TechCrunch e BoingBoing ed è destinato a mio parere a diventare una di quelle teorie che viene sempre citata a tutti i convegni.

In sintesi se riesci ad avere 1.000 fan fedeli, che sono quelli che ti seguono ovunque, comprano tutto quello che produci, leggono tutto quello che scrivi ecc. allora sei a posto (= puoi guadagnarti da vivere grazie a questo piccolo seguito):

"If you have 1,000 fans that sums up to $100,000 per year, which minus some modest expenses, is a living for most folks. One thousand is a feasible number. You could count to 1,000. If you added one fan a day, it would take only three years."

La formula economica per chiunque sia un un'artista (scrittore, cantante, attore, ma anche blogger!) è semplice: 100$/ anno a fan x 1.000 = 100.000$/anno.

Voi quanti fedelissimi avete?

Sonaste Maneco

Un numero speciale dedicato a L'Eternauta, il fumetto di Héctor Germán Oesterheld e Francisco Solano López che, 50 anni dopo la sua prima apparizione, ancora continua a mettere in discussione la realtà contemporanea argentina.

Inoltre, accogliamo il 40º anniversario di Nippur, con una intervista al suo creatore, Robin Wood; mentre un supplemento speciale è dedicato a Hijos del sol (Figli del Sole), fumetto di Juan Carlos Silva, sul Perù storico e contemporaneo.

È in internet il numero 13 di Sonaste Maneco, rivista online trimestrale dedicata a informazioni, analisi, dibattito e critica sul mondo del fumetto e della sua influenza sulla cultura delle società moderne. È pubblicata in Argentina da La Bañadera del Cómic, ed è disponibile all'indirizzo
www.labanacomic.com.ar.

Celebriamo la longevità de L'Eternauta, capolavoro del fumetto argentino creato da Héctor Germán Oesterheld (HGO) e Francisco Solano López. A più di 50 anni dalla sua prima apparizione, L'Eternauta riflette ancora l'attuale contesto storico, sociale e politico dall'Argentina. In questo numero speciale: un dossier con l'analisi contestualizzato delle sue avventure, un'intervista con Solano Lopez; e un ricordo da HGO scitto esclusivamente per la sua vedova, Elsa Sanchez de Oesterheld.

In questo numero è inclusa anche l'intervista fatta dal sito web messicano www.supercomics.com.mx a Ruben Lara Romero, il disegnatore del fumetto di Fantomas per la Editoriale Novaro e un servizio completo di notizie, recensioni e critiche di Martín Fierro: Il Film e Stardust.

La Bañadera del Cómic è un gruppo di lavoro formato da Andrés Ferreiro, Mario Formosa (in memoriam), Fernando Ariel García, Hernán Ostuni e Rodriguez Van Rousselt, autori ed editori dei libri Oesterheld En primera persona e Vera historia no oficial del grande y famoso cacique tehuelche Patoruzu. Per la rivista Sonaste Maneco, il fumetto è un prodotto della cultura popolare e, pertanto, uno strumento di valore per capire i comportamenti sociali e politici del mondo contemporaneo.

Panini pubblica World of Warcraft

Svelato oggi il grande annuncio: World of Warcraft diventerà un fumetto DC Comics (l’altro colosso editoriale americano insieme alla Marvel) e Panini pubblicherà la serie in Italia attraverso Fusion Comics (fusione tra Panini Comics e il noto editore francese Soleil). Un progetto che prevede la nascita ufficiale della nuova linea Wanderers di Chris Claremont e Phil Briones.

L'appuntamento in edicola con la prima uscita è previsto per maggio.

Ispirata al mondo dei comics, la serie pubblicata mensilmente dalla Wildstorm, sottoetichetta DC Comics, vede ai testi Walt Simonson (Thor, Vendicatori, Fantastici Quattro), coadiuvato alle matite da Ludo Lullabi.
Le prime 6 uscite della serie saranno con doppia cover, la prima ad opera di Jim Lee, la seconda per mano di Samwise Didier (Art Director della stessa Blizzard Entertainment).
Ambientata in un ipotetico presente, l'azione si colloca idealmente dopo gli eventi descritti nel romanzo World of Warcraft: Cycle of Hatred di Keith R.A. De Candido, e prende il via con Rehgar, un orco sciamano approdato alla guida del suo clan dopo anni di violenza e sangue che, un giorno, sulle spiagge di Kalimdor si imbatte in un uomo privo di sensi, privato della memoria. Ridotto in schiavitù, l’uomo conduce una vita di stenti costantemente in cerca di un equilibrio con le feroci razze che popolano il suo mondo. Riuscirà a sopravvivere a questa miserevole condizione, approfondendo nel contempo i residui legami con il suo passato perduto?
Le risposte, nella miniserie di Walter Simonson, divisa in 12 parti con 2 story arc di 6 uscite ciascuno.

In precedenza, la storia di WoW (il più grande MMORPG del mondo con oltre 10 milioni di iscrizioni attive che, con l’ultima espansione The Burning Crusade, ha venduto più di 2,4 milioni di copie nelle prime 24 ore) era stata adattata in stile “manga” da The Sunwell Trilogy, tre volumi editi da Blizzard dello sceneggiatore Richard A. Knaak per i disegni dell’artista Jae-Hwan Kim.

Dragonball slitta nel 2009

La ricerca delle sette sfere del drago non è mai stata semplice, e anche sul grande schermo Goku impiegherà più tempo del previsto per rintracciarle. Otto mesi in più, per la precisione, questo è il posticipo comunicato per la data di lancio di Dragonball, scritto e diretto da James Wong e basato sul manga creato da Akira Toriyama.

La 20th Century Fox ha comunicato che il rilascio slitta dal 15 agosto 2008 al 3 aprile 2009. Variazione imposta, con tutta probabilità, dalla concomitanza di uscite che sarebbero entrate direttamente in conflitto con la pellicola (come Star Wars: The Clone Wars, Tropic Thunder e Wild Child).

Stan Lee fa un manga assieme a Hiroyuki Takei

Col passare degli anni Stan Lee diventa sempre più imprevedibile. Non bastanno i continui camei del sorridente Stan all'interno di fumetti, cartoni animati e film dei supereroi Marvel, ne l'aver riscritto l'universo DC infatti dopo le improbabili collaborazioni con Pamela Anderson e Paris Hilton, il Sorridente si lancia anche nel campo dei manga, firmando un nuovo fumetto assieme a Hiroyuki Takei, l'ideatore di Shaman King. Il loro manga sarà pubblicato il 18 aprile su Jump SQ.II (Jump Square Second), supplemento della rivista Jump Square edita da Shueisha.
Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.