HOME BLOG FUMETTI CHARACTERS ARTICOLI REGOLE CONTATTI LINK RICERCHE MERCHANDISING

martedì 29 gennaio 2008

Asterix alle Olimpiadi


Con "Asterix alle Olimpiadi" tornano sul grande schermo per la decima volta le avventure del gruppo di Galli eroi del fumetto francese. La pellicola, in uscita in Italia l'8 febbraio, vanta un cast eccezionale a partire dai protagonisti Gerard Depardieu e Alain Delon, attorniati da un gran numero di ospiti d'eccezione: da Michael Schumacher alle "Iene" Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu. Il film più costoso della storia del cinema francese.

A distanza di otto anni dall'ultima avventura, il mito del cinema francese Gerard Depardieu torna a vestire i panni del robusto Obelix, compagno inseparabile di Asterix, interpretato da Clovis Cornillac. "E' un personaggio positivo - afferma Depardieu in occasione della presentazione del film avvenuta Roma - di cui c'è sempre più bisogno: il suo unico desiderio è quello di far felici gli altri. E' un supereroe, ma a differenza di quelli americani, non ha alcuna intenzione di salvare il suo Paese. Non gli interessa. Non ha mai cattivi pensieri ed è come un bambino che si sorprende di tutto e vuole fare solo il bene degli altri, disinteressatamente".

Il cinema francese conferma di tenere molto al personaggio del piccolo Gallo e, ancora una volta, il film è caratterizzato dalla presenza di attori importanti. Se nel passato sono stati Roberto Benigni e Monica Bellucci, adesso tocca ad Alain Delon, vero mito del cinema d'Oltralpe. "E' stato scelto per il suo carisma - spiegano i registi Frederic Forestier e Thomas Langmann - per il suo carisma". Assente per motivi personali anche dalla presentazione di Roma, Delon e Depardieu si sono incontrati sul set solo per girare insieme una scena nella quale è stato possibile mettere i due personaggi a confronto. "Gerard mette a proprio agio registi e troupe, ride e scherza continuamente - ha detto Forestier - Delon, invece, ti mette in soggezione. Con lui devi stare sempre sull'attenti".

Riguardo all'attore toscano, Depardieu non ha mancato di ribadire per l'ennesima volta la sua grande stima. "Mi piacerebbe fare come Benigni, che va negli stadi a recitare Dante" ha affermato in conferenza stampa, aggiungendo ironicamente: "Io avevo pensato invece di proporre gli scritti di Sant'Agostino, che è parte della nostra cultura".

Costato intorno agli 80 milioni di euro il film è ricco di effetti speciali ed è impreziosito da una serie di camei da parte di volti noti dello sport e del piccolo schermo: da Amelie Mauresmo (tennis) a Zinedine Zidane (calcio) e Tony Parker (basket), per arrivare a Jean Todt e Michael Schumacher, nei panni di team manager e prima guida della squadra tedesca nella corsa delle bighe (quella di Schumi è ovviamente di colore rosso Ferrari). Una presenza divertente e allo stesso tempo sfruttata per una nobile causa, visto che l'intero compenso degli sportivi è stato devoluto in beneficenza all'Icm, l'Istituto del Cervello e del midollo spinale.

In un piccolo ruolo appaiono anche Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu, scelti dai registi dopo averli visti presentare "Le Iene". "Abbiamo girato il film poco prima e poco dopo i mondiali di Germania - ha detto Kessisoglu - Ammetto che eravamo preoccupati che ci picchiassero. E' andata bene, ma Alain Delon non ci ha mai degnato di uno sguardo e tra noi e lui c'era sempre una distanza abissale: diciamo che stavamo sempre seduti sugli spalti dello stadio opposti a lui".

Come dite preferivate i film d'animazione di Asterix, beh per voi c'è la consolazione di notare le piccole idee riprese da "Le dodici fatiche di Asterix" e "Asterix e la sorpresa a Cesare".

Sciopero sceneggiatori, Lionsgate e Marvel firmano accordo

Primi spiragli di luce nel difficilissimo rapporto tra gli sceneggiatori del WGA e le case di distribuzione statunitensi. Qualche settimana fa era stato reso noto l'accordo tra il sindacato degli scioperanti ed alcune case di produzioni minori (Weinstein Company, Spyglass Entertainment, United Artists e David Letterman's Worldwide Pants), ieri è stata la volta di due compagnie molto ricche ed importanti: Lionsgate e Marvel (si esatto la casa delle idee).

La soluzione finale che consentirà agli sceneggiatori d'interrompere la serrata pare comunque ancora piuttosto lontana: la trattativa principale vede ancora uno scontro piuttosto duro fra WGA e l'organo rappresentativo dei produttori televisivi e cinematografici (l'AMPTP) anche se non è da escludere che si possa giungere ad un compromesso entro il 24 febbraio, data segnata in rosso sul calendario da entrambi gli "schieramenti".

Quella sera andranno in scena gli Oscar - salvo clamorose iniziative della WGA - e gli occhi di tutto il mondo saranno puntati su Hollywood: far saltare la cerimonia o disturbarla con proteste e picchetti potrebbe essere contropruducente per gli stessi sceneggiatori. Non resta che attendere...

Intanto mentre gli scrittori del nord america iniziano ad avere le loro rivendicazioni nel Sud America si sceglie un'altra strada e lo scrittore Paulo Coelho mette a disposizione gratuita i suoi libri in formato e-book, tradotti logicamente in tutte le lingue in cui sono stati distribuiti. Infatti lo scrittore ha imposto alla sua casa editrice (e a chi lo traduce) di poter rilasciare gratuitamente tutti i suoi titoli sul web in formato PDF. Ciò significa che i fan di Coelho possono trovare sette titoli in Italiano e molti altri in numerose lingue, gratis! Complimenti! Chissà che altri autori non lo seguano sulla stessa strada? Intanto potete trovare i suoi libri cliccando qui.

Stasera l'ultima puntata di Smallville


Ebbene, la nuova settimana appena cominciata ci regala una delle conclusioni piuì attese, in chiaro, dal pubblico telefilmico di Italia Uno. Infatti e' fissata per domani la season finale della sesta stagione di Smallville, che dopo giorni non proprio radiosi, arriva al dunque con un splendido e degno finale di stagione. Il sesto anno delle avventure del giovane Clark Kent, sono andate in onda in chiaro, dopo la trasmissione in pay tv su Mediaset Premium, con non poche difficoltà. Infatti, seppure con una partenza più che buona, sono decisamente calati nelle settimane successive, gli ascolti secondo i dati Auditel, che hanno "costretto" la rete Mediaset, a lasciare la seconda serata al serial, creato sette anni fa dal duo di Alfred Gough e Miles Millar, per The WB. Gli episodi della sesta stagione, comunque restano fra i migliori in assoluto realizzati, nella storia del telefilm. Di episodi infatti come Justice, Zod, Arrow, Promise e la stessa season finale Phantom, ne ritroviamo davvero pochi, in oltre sei anni di vita del serial, che negli states è giunto alla settima stagione dove rivremo guest-star come il Segugio di Marte e Bizzarro e nuove presenze come Kara Zor-El (alias Supergirl). Appuntamento quindi, per domani sera, a partire dalle 23:30, ovviamente su Italia Uno.

Pretty Cure: la nuova serie delle ragazzine magiche

Per chi ama le maghette o, meglio, le ragazze magiche della serie Pretty Cure (Futari wa Pretty Cure) vi annuncio che Asashi TV ha confermato la partenza dal 3 febbraio della 5a serie anch’essa prodotta da Toei Animation e Asahi Broadcasting Corporation. Il titolo sarà Yes! Precure 5 Go Go!

Certo che parlarne qui da noi è un po’ in anticipo visto i tempi che le serie giapponesi impiegano ad essere trasmesse in Italia. In particolare, su Raidue, siamo rimasti ancora alla seconda trasmessa l’anno passato (Pretty Cure Max Heart). Per i fan ricordo (come da risposta apparsa nella posta di Sorrisi e Tv di qualche tempo fa) che intorno a maggio prossimo vedremo la terza serie Pretty Cure Splash Star (Futari wa Pretty Cure Splash star), purtroppo completamente slegata dalle precedente. Trattasi di uno spin off con protagoniste nuove di zecca. Non avremo più a che fare con le avventure delle studentesse Nagisa, Honoka e Hikari , ma la trama si concentrerà sulle new entry Hyuuga Saki e Mai Mishou.
Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.