HOME BLOG FUMETTI CHARACTERS ARTICOLI REGOLE CONTATTI LINK RICERCHE MERCHANDISING

sabato 12 gennaio 2008

DARK FALL # 1 - Mai più fulmine

Era una tranquilla notte stellata quella che avvolgeva la città di Gathamia, ma nel mezzo della tranquillità una tempesta si stava preparando a sorgere. In un vecchio edificio nella zona del porto si erano riunite le quattro sorelle a capo del clan di Happy Bomber. Erano sedute intorno a un tavolo a discutere del loro piani criminali quando una figura dai capelli dorati si alzò in piedi irritata dicendo - A che serve fare piani se poi Deep Dark e i suoi amici li mandano in fumo? -
Dall'altra parte del tavolo una ragazza dai lunghi capelli rossi le rispose calma - E cosa dovremmo fare secondo te Licia? Ritirarci? Beh nostro padre* non lo farebbe mai e così io continuerò ad essere La Burlona come tu resterai Bionda Velenosa. -
- Non ho mai parlato di ritirarci Regina. -
- E allora che volevi dire? - Chiese una ragazza dai capelli neri ricci da un lato del viso e lisci dell'altro, era Two Souls, la maggiore delle quattro sorelle.
- Eliminiamo Deep Dark. - Rispose Licia con occhi scintillanti.
- Ci abbiamo già provato senza successo e dopo ogni tentativo lui è diventato sempre più furbo ed esperto rendendoci tutto più difficile, anche se sei la più piccola dovresti saperlo meglio di chiunque altro visto quante volte sei finita dentro a causa sua. -
- Perchè abbiamo sempre sbagliato tutto sin dall'inizio. -
- Sbagliato come? - Chiese Two Souls.
- Deep Dark non ha super poteri, il suo talento è la capacità di organizzare contro di noi i suoi alleati cioè il Guardiano Pallido, il Ragazzo Fulmine Fulmine, Beautiful Rose e Blue Butterfly. Per poterlo sconfiggere dobbiamo fargli terra bruciata intorno, eliminare uno ad uno i suoi alleati per isolarlo e renderlo vulnerabile. -
- O andiamo! Non mi dirai che credi davvero che sia così semplice? - Disse l'unica delle sorelle che era rimasta fino ad allora in silenzio.
- Perchè no Aura? Deep Dark è solo un uomo alla fine e come tale non è invincibile, o forse tu credi di no solo perchè sa resistere alle tue manipolazioni mentali o e perchè ti brucia ammettere che c'è un uomo che non riesci ad avere ai tuoi piedi con un sorriso? -
- Non ti permetto di dire certe cose, io... - Esplose arrabbiata la mentre i suoi luminosi capelli castani danzavano nell'aria, ma La Burlona la interruppe seria - Basta così voi due. L'idea di Licia non è tanto male, si può provare, male che vada riusciremo a liberarci delle seccature più piccole come il Ragazzo Fulmine. -
Bionda Velenosa sorrise con un sorrisetto malizioso mentre pensava già a come agire.
Su tutti i televisori di Gathamia apparve improvvisamente quanto simultaneamente la figura di una snella ragazza dai lunghi e lisci capelli rossi che indossava uno striminzito e audace completo di plastica multicolore. La telecamera zoomò in un primo piano del volto rendendo visibili, oltre alle graziose lentiggini, una stella dorata e una luna azzurra dipinte sul viso.
- Salve! - Iniziò a dire dai tubi catodici e dagli schermi LCD. - Per chi non ha avuto la sfortuna di conoscermi lasciate che mi presenti, io sono La Burlona e voi vi trovate in una città in cui ho nascosto oltre centocinquanta cariche esplosive radiocomandate, e non parlo di esplosivi artigianali fatti con i botti di carnevale e qualche detersivo, ma di esplosivo al plastico C-4. L'intera città esploderà tra circa cinque minuti, quando io premerò il pulsante del mio telecomando. Potete cercare di fuggire, ma dubito che riuscireste ad andare abbastanza lontano, io intanto sarò qui a godermi lo spettacolo dall'isola artificiale Lorelai*. Buona fortuna, e, non tirate troppo in fretta le cuoia. -
Il Ragazzo Fulmine era nell'oratorio della sua parrocchia quando vide il comunicato de La Burlona sullo schermo del proiettore del cineforum e in meno di un secondo, simile al vento impetuoso dei tornado era diretto al molo dove iniziò a correre così veloce da camminare sull'acqua diretto a Lorelai. Tre secondi dopo era già sull'isola artificiale e aveva controllato diciotto uffici prima di trovarsi faccia a faccia con Regina Prato.
- Ti consiglio di arrenderti subito. - Disse spavaldamente l'eroe quindicenne. - Prima che tu possa tentare qualcosa posso scagliarti a super velocità fuori dalla finestra. -
La Burlona sorrise e soffiò nella gomma che aveva in bocca per fare un palloncino che esplose in faccia al Ragazzo Fulmine che ripulendosi sbraitò - Cosa credi di ottenere così facendo? -
- Farti perdere tempo. - Rispose divertita lei. - Tra circa quattro minuti le cariche esploderanno e il radiocomando non è in mano mia. -
- Come!?! Ma in TV avevi detto... -
- Che burlona sarei senza un piccolo scherzetto? -
- Dove è il radiocomando? -
- E' vicino all'impianto di desalinizzazione dell'acqua dell'isola, ma ti avverto è custodito dalla mia dolce sorellina: Bionda Velenosa. -
Il Ragazzo Fulmine si fiondò alla ricerca dell'altra criminale, quando la vide girata di spalle oltre i moli di attracco. Puntando tutto su un attacco a sorpresa non rallentò neanche un istante, pronto a investirla in pieno, ma lei con uno scatto felino si girò verso di lui facendo balenare l'azzurro acciaio di un pugnale. Il giovane eroe sentì il suo petto squarciarsi in un esplosione di dolore e arretrò istintivamente barcollando mentre fiumi di sangue fuoriuscivano dalla ferita sporcando il costume.
Bionda Velenosa gongolante prese a parlare con tono tagliente. - Che c'è moccioso, sei confuso? Ti chiedi come mai non sei riuscito a schivare il mio colpo visto che sei tanto veloce? Beh, la risposta è semplice, ricordi la gomma che poco fa mia sorella ti ha fatto esplodere in faccia? Conteneva un potente veleno, quello del Lumaconis Soporiferas, un veleno che viene assorbito tramite l'epidermide e a contatto con l'adrenalina prodotta dall'organismo umano inizia a danneggiare il sistema nervoso centrale rendendo nulli i riflessi e rallentando il metabolismo umano. Di norma su una persona normale il suo effetto si vedrebbe dopo molte ore, ma grazie al tuo particolare metabolismo tra pochi minuti il tuo sistema nervoso collasserà e tu morirai. -
- Lo vedremo. - E così dicendo si lanciò di nuovo verso la sadica nemica che abbassandosi lo colpì alle gambe facendolo catapultare in acqua.
- Stupido moccioso, anche se sei più veloce di me non hai più riflessi e posso sfruttare ciò per prevenire i tuoi attacchi. A dire il vero non è ho neanche più bisogno, vedi anche il mio pugnale era avvelenato come la gomma, appena riuscirai ad uscire dall'acqua sarai così lento da sembrare una tartaruga. -
Il Ragazzo Fulmine capì subito che aveva ragione, la mente gli si annebbiava come se il mondo intorno a lui fosse diventato tutto a un tratto più veloce mentre sentiva il suo corpo che reagiva sempre più lentamente ai suoi pensieri.
La Burlona arrivò vicino al molo in tempo per vedere il giovane eroe cercare di rialzarsi e scagliarsi su Licia, ma era così lento che la criminale gli danzò quasi attorno sbeffeggiandolo mentre lui cadeva a terra privo di forze.
- E' già finito tutto? - Chiese la variopinta Regina.
- Si, non è stato difficile, accoppiamolo subito e facciamola finita. -
In quel momento delle bolas sibilarono nell'aria per avvinghiarsi stringendosi su Bionda Velenosa e così bloccandola mentre una voce tuonava. - Non finchè ci sarò io. -
Le due sorelle seguendo il suono videro la tetra figura dell'alfiere di Gathamia che le fissava dal tetto di un capannone.
- Deep Dark! Non è possibile che tu sia già arrivato qua, ho fatto l'annuncio poco meno di due minuti fa. - Esclamò la criminale dal rosso crine.
- Purtroppo per voi mentre hai fatto l'annuncio stavo ispezionando una vecchia base di Dark Carriage*, così mi è bastato riallineare una delle sue matrici di teletrasporto per arrivare da voi. Ora non costringetemi a picchiare delle donne e ditemi dove è il radiocomando? -
La Burlona esplose in una fragorosa risata. - Sei caduto anche tu nel scherzo, non c'è alcuna bomba. -
Deep Dark non sembrò troppo sorpreso e disse - Meglio così, comunque voi due rispondere alla giustizia dell'isteria che il vostro annuncio ha causato. -
- Non stavolta. - Disse fredda Bionda Velenosa. - Il tuo amichetto è già entrato in coma, se entro un minuto non gli verrà somministrato il giusto antidoto morirà, scegli o ci lasci andare o domani andremo tutti al funerale del Ragazzo Fulmine. -
Il tenebroso eroe esitò un istante poi esclamò - D'accordo, dove è l'antidoto? -

Il risveglio fu traumatico per il Ragazzo Fulmine, sentiva ogni fibra del suo corpo come spezzata e l'odore di disinfettante nella stanza d'ospedale in cui si trovava lo nauseava.
- Dove sono? - Chiese alla familiare figura di Deep Dark appoggiata contro la porta.
- All'ospedale del Sacro Cuore. Ti abbiamo riportato indietro per un soffio. -
- Si ora ricordo. Mi dimetteranno presto? -
Deep Dark si fece scuro e disse - E' improbabile. I medici dicono che il veleno ti ha danneggiato in modo permanente. Il tuo metabolismo è ora così lento che non solo hai perso tutti i tuoi poteri, ma sei diventato più lento di un uomo normale. -
- Più lento! - Fece eco balbettando.
- Si ma non temere Salvo*, con un annetto di riabilitazione potrai condurre una vita quasi normale. Certo non potrai più avere i tuoi super poteri e avrai dei pessimi riflessi, ma non è la fine del mondo, giusto? -
- Suppongo di no. - Rispose rattristato. - Ma è la fine del Ragazzo Fulmine. Almeno è stato bello finchè è durato, in fondo quanti possono dire di essere stati dei supereroi per cinque anni? Credo che sarà sufficiente per rimorchiare le ragazze. -
- Giusto. - Replicò divertito Deep Dark. - Se no puoi sempre mandarle da me. -


NOTE
1 Il padre delle quattro sorelle Prato era il super-criminale dinamitardo Happy Bomber, fondatore del loro clan super-criminale.
2 L'isola artificiale di Lorelai è un complesso a largo di Gathamia creato dall'esercito per la manutenzione di sottomarini e poi abbandonato per i tagli al bilancio.
3 Dark Carriage, super-criminale extra-terreste che da anni cerca di conquistare Gathamia per trasformarla nella sua base per l'invasione della Terra, ma Deep Dark ha sempre mandato in fumo i suoi piani.
4 Il vero nome del Ragazzo Fulmine è Salvo Alati.

Terminator diventa serie tv

Lena Headey nel ruolo di Sarah

Terminator ritorna, ma per ora sul piccolo schermo. E' stata la Fox a commissionare Terminator: The Sarah Connor Chronicles, la serie tv che si ispira al film d'azione che negli anni '80 rese famoso Arnold Schwarzenegger. Il telefilm coprirà l'intervallo temporale tra il secondo e il terzo episodio, ma si collegherà anche al prossimo capitolo cinematografico, Terminator 4. Nel ruolo di Sarah, che fu di Linda Hamilton, è stata ingaggiata la bellissima Lena Headley, mentre il giovane Connor sarà interpretato da Thomas Dekker.
Le nuove puntate ripartiranno dalla distruzione del terminator T-800 (interpretato da Arnold Schwarzenegger) accorso dal futuro in aiuto del giovane John Connor e seguiranno le vicende di Sarah e suo figlio, braccati da una serie di cyborg che vogliono impedirgli di diventare leader della resistenza umana contro Skynet.
Sarà praticamente ignorato, invece, Terminator 3, che non ebbe molto successo al cinema. La nuova serie, una delle poche sopravvissute allo sciopero degli sceneggiatori di Hollywood, debutterà negli Usa il 14 gennaio e andrà in onda ogni lunedì alle 20.00 in abbinamento con la settima stagione del serial tv 24.
Lena Headey è famosa al pubblico per il ruolo della regina Gorgo in 300, mentre Thomas Dekker è già apparso in molti seriel tv, tra cui Heroes, in cui interpretava Zack, e Dr. House - Medical Division.
Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.