HOME BLOG FUMETTI CHARACTERS ARTICOLI REGOLE CONTATTI LINK RICERCHE MERCHANDISING

martedì 21 ottobre 2008

Moncalieri Comics: la prima edizione parte nel migliore dei modi

Al primo tentativo, la manifestazione sul fumetto promossa dal Comune di Moncalieri ottiene subito grande consenso fra il pubblico.
Promossa dall'assessorato alla cultura e con la collaborazione dell'associazione culturale Tangram, Moncalieri Comics è riuscita nella difficile impresa di non sbagliare nulla, forse con l'unico torto di essere partita alquanto in sordina e di non aver sfruttato al massimo il potenziale di internet. Classica nello stile ma innovativa nelle scelte, potrebbe in brevissimo tempo raggiungere e superare la vicina/rivale Torino Comics.
Mostre, incontri, mostra mercato... Nulla di nuovo, apparentemente. Eppure qualcosa di nuovo c'è. Da qualche anno a questa parte si è assistito al progressivo mutamento di status del medium fumetto, da cultura popolare a cultura d'élite, e se Torino Comics si pone palesemente al livello popolare (sia chiaro, senza alcuna connotazione negativa), in parte snobbato e relegato in un angolo dai vicini della Fiera del Libro, Moncalieri Comics s'integra con il territorio, con i locali alla moda, con le librerie, con le biblioteche, concentrandosi sulla produzione italiana e in particolar modo sullo stile Bonelli.
Alcune mostre di grande prestigio sono state allestite presso la biblioteca Arduino di Moncalieri, al 45° Nord, alle Fonderie Limone, alle Casette Rosse, e il pubblico – appassionato o semplicemente curioso – è stato sempre abbondante. Egisto Quinti Seriacopi di Tangram descrive entusiasta la manifestazione: «La mostra mercato tenutasi nel primo fine settimana ha veramente incuriosito il folto pubblico del 45° Nord, che ha affollato tutti gli stand di mercanti e collezionisti ed ha letteralmente assalito lo stand delle Poste Italiane per ottenere l'annullo postale dedicato ai sessanta anni di Tex Willer
Ma l'evento che più ha contraddistinto la manifestazione è probabilmente la serie di incontri con gli autori in luoghi caratteristici e inconsueti: gli "aperitivi con l'autore". Dislocati in differenti location sparse su tutto il territorio, hanno visto grandissimi nomi del fumetto italiano confrontarsi con i loro lettori in luoghi solitamente poco avvezzi al fumetto.
Con due incontri a settimana (sabato e domenica), per Moncalieri sono passati molti grandi nomi della Bonelli: alla prima settimana i lettori hanno incontrato nella libreria Mondadori Claudio Chiaverotti, Giuseppe Viglioglia (Brendon), Sergio Zaniboni e Fabio Civitelli (Tex).
La settimana seguente, presso la libreria Arco Nuovo e la birreria Burro, gli ospiti sono stati: Pasquale Ruju (a sinistra in foto), in procinto di iniziare una nuova miniserie a fumetti; un quasi esordiente ma già talentuoso Alessandro Poli (a destra in foto), che ha deliziato gli ospiti con alcune chicche riguardanti il suo primo Dylan Dog di prossima uscita; Paola Barbato, nella sua poliedrica veste di regina dell'indagatore dell'incubo, scrittrice di talento e sceneggiatrice di Sky; e Luigi Piccatto, saggio pensatore e storico disegnatore di Dylan.
A concludere la carrellata nell'ultima settimana, sabato scorso al circolo Arci Dravelli si è parlato di Nathan Never, con Gino Vercelli, Stefano Vietti e Dante Bastianoni (gli ultimi due insieme anche per l'Uomo Ragno del Giornalino), mentre il giorno dopo è stato all'insegna di Martin Mystère, con Carlo Recagno che ha incontrato gli appassionati del mistero alla Locanda dell'arte.
Sotto gli occhi attenti e compiaciuti del sindaco di Moncalieri Angelo Ferrero, Moncalieri Comics si è imposta, per gli anni futuri, come un nuovo punto di riferimento per il fumetto.
«La speranza – conclude Seriacopi – è di ritrovarci tutti alla seconda edizione di Moncalieri Comics: una manifestazione sul fumetto che porta autori ed operatori a contatto con il pubblico, gli appassionati e i fan

Nessun commento:

Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.