HOME BLOG FUMETTI CHARACTERS ARTICOLI REGOLE CONTATTI LINK RICERCHE MERCHANDISING

venerdì 31 ottobre 2008

Halloween con i Simpson oggi su Italia1 episodio inedito


Appuntamento imperdibile per tutti i fans de I Simpson. In occasione di Halloween, Italia 1 propone venerdì, alle ore 14.30 un episodio inedito del cartoon-cult di Matt Groening. Ma non una puntata qualsiasi: il diciottesimo capitolo de La paura fa novanta, l'ormai leggendaria saga simil-horror che vede protagonista Homer e la sua più che mai "gialla" famiglia.
Un maxi-episodio diviso in tre parti. In ET torna a casa, Bart trova nello sgabuzzino del giardino un alieno, Kodos, giunto sulla terra per eliminare tutti gli uomini. In un primo momento i Simpson lo accolgono in casa, ma quando scoprono il suo disegno stragista, riescono a fermarlo e a consegnarlo al governo. In MR. & MRS. Simpson si mette in scena una parodia del film Mr e Mrs Smith. Homer e Marge sono due assassini, l’uno all’insaputa dell’altra.
Quando viene assegnato loro lo stesso bersaglio, scoprono la loro vera identità. Ne segue una lotta senza esclusione di colpi, che si conclude quando i due si accorgono di essere intrigati nel vedere l’altro uccidere qualcuno. Infine, ne La casa dell'inferno si festeggia Halloween: Bart, Milhouse, Lisa e Nelson vanno di porta in porta a chiedere “dolcetto o scherzetto?”. Quando la signora Skinner li caccia senza dare loro un dolcetto, i quattro decidono di vendicarsi, mettendo sotto sopra Springfield.

Venezia, Milo Manara sarà il protagonista assoluto del Venice Comic Art Fest

Protagonista assoluto del Venice Comic Art Fest, Primo Festival Internazionale d’Arte del Fumetto di Venezia, in città dal 12 al 14 dicembre, sarà Milo Manara. Per tutta la durata della rassegna, primo evento del genere organizzato in Laguna, e fino all’11 gennaio 2009, sarà infatti visitabile la Mostra “Nuovi Sogni” al Museo Querini Stampalia.
Il Venice Comic Art Fest vuole essere un evento di alto livello attraverso il quale Venezia si potrà riappropriare di quella tradizione della Nona Arte che parte da Hugo Pratt e arriva a Giorgio Cavazzano, passando per Dino Battaglia.
Oltre a Milo Manara, presente sia in Mostra che in incontri aperti al pubblico, sono attesi anche Giorgio Cavazzano e Sergio Toppi. Inoltre sono previsti anche divertenti spettacoli di cabaret con i comici di Colorado Cafè e ZELIG OFF.
L’esposizione ha il pregio di mostrare al pubblico oltre cento tra tavole, illustrazioni e quadri ad olio mai state esposte prima di oggi e, gran parte delle quali, del tutto inedite in Italia. Con “Nuovi Sogni” il maestro veronese, fautore negli anni di un’idea di bellezza femminile diventata canone nel disegno a fumetti (e non solo), vuole regalare ai suoi lettori e estimatori, ci sono le tavole di “46”, il fumetto scritto con Valentino Rossi e di cui il motociclista è protagonista, le pagine dell’ultimo volume (ancora inedito) della saga dei “Borgia” sceneggiato da Alejandro Jodorowsky e dodici grandi illustrazioni omaggio a Picasso (autore guida di Manara).
In prima assoluta si potranno poi ammirare una serie di schizzi preparatori e studi di ambienti e personaggi che Milo Manara ha realizzato per il film “Barbarella”, produzione hollywoodiana che vedrà dietro alla macchina da presa il regista Robert Rodriguez e che si ispira al fumetto cult degli anni ’60 di Jean-Claude Forest. Realizzata appositamente per la mostra è l’illustrazione della locandina che vede una “Venere di Milo” solcare un rio veneziano su una gondola, e alcuni quadri ad olio che raccontano Venezia e che si inseriscono nel progetto del “Pittore e la modella”, personale rilettura della storia dell’arte attraverso gli occhi delle modelle dei grandi artisti.

Chucky, la bambola assassina, in un reality show, ma solo nei fumetti

Stanotte è Halloween e per calarci nell’atmosfera horror della festa delle streghe chiediamo aiuto a Chucky. La bambola assassina, protagonista di tanti film a partire dal 1988, diventerà protagonista di una nuova serie di fumetti, edita negli Stati Uniti da Devil’s Due Publishing.
Nel nuovo fumetto Chucky non sarà l’unico killer in azione. All’inizio della storia Chucky verrà catturato e rinchiuso in una vecchia fabbrica di giocattoli. Qui si trova anche un gruppo di persone che partecipano a un reality show: nella fabbrica di giocattoli i concorrenti devono trovare una serie di numeri la cui combinazione permetterà loro di aprire le porte per uscire. Non sanno però che con loro ci sono Chucky e un altro pericolo serial killer…
Il nuovo fumetto di Chucky sarà dunque pieno di sarcasmo e di frecciatine contro la TV dei reality show (il personaggio più trash del cinema horror non poteva che prendersela con il trash della tv). Scritto da Jason Burns e disegnato da Cristopher Provencher, Chucky uscirà negli Stati Uniti il 26 novembre.

Mortal Kombat vs. DC Universe, censurate le fatality

A meno da un mese dal suo debutto, atteso il prossimo 21 novembre, apprendiamo infatti che Mortal Kombat vs. DC Universe non sarà del tutto identico allo spettacolare, sfacciato e divertente progetto - chiaramente destinato a un’utenza adulta - che abbiamo visto e provato con soddisfazione in questi mesi pre-lancio. Le ultime da casa Midway, storico produttore della serie Mortal Kombat, raccontano infatti che, all’atto della presentazione del gioco all’autorità americana che ne determina il rating (il “bollino” che indica il pubblico a cui è destinato), Mortal Kombat vs. DC Universe sia stato subito etichettato come “M” (Mature, l’equivalente del “nostro” PEGI 18+). Un livello considerato commercialmente non accettabile dal produttore americano, che recentemente non naviga in buone acque e punta alla massima diffusione per il suo progetto più importante in vista della stagione natalizia. Risultato: alcune delle “fatality”, le mosse finali più cruente, in particolare quelle irriverenti e beffarde messe in scena dal Joker, saranno edulcorate al fine di centrare l’ambito bollino “Teen”.
Lungi da noi fare apologia dei giochi più violenti, ma è un peccato constatare che anche una produzione evidentemente non destinata ai giocatori più giovani, sia scesa a compromessi con se stessa pur di raccogliere il miglior risultato commerciale. Non sappiamo se le modifiche riguarderanno anche il mercato europeo, ma in senso generale dispiace di tale “prudente” decisione, anche perché quanto abbiamo potuto assaggiare in fase di anteprima - se messo nelle giuste (e adulte) mani - aveva tutto il potenziale per regalare ai giocatori un memorabile ottavo capitolo per la serie Mortal Kombat.
La formula vincente di questo nuovo episodio nasce dall’idea di uno stretto matrimonio dei personaggi e dello stile della serie Midway (ormai ben nota oltre che per i videogiochi, anche per le diverse pellicole cinematografiche ad essa dedicate) con quelli di casa DC Comics, storica colonna portante del mondo dei fumetti. Ed ecco che ci ritroviamo a partecipare a intensi combattimenti tra Batman e Sub-Zero, tra il Joker e Scorpyon o perché no tra Wonder Woman e Sonya Blade… Il cast da parte DC Comics è stellare e la vera scoperta è vedere come i personaggi dei fumetti DC si siano integrati benissimo con le dinamiche tipiche della serie Mortal Kombat, tra cui le “famigerate” fatality che concludono in modo unico ogni incontro vinto.
Forte della potenza tecnologica di PlayStation 3 e Xbox 360, il gioco introduce poi alcune novità spettacolari come il combattimento aereo precipitando in caduta libera da un livello all’altro delle arene di gioco, o quello ravvicinato, che consente tra l’altro di ammirare nel dettaglio il minuzioso lavoro svolto a livello artistico e grafico. Non manca ovviamente un vasto campionario di combo e super-mosse, che rendono il gioco accessibile a più livelli e adatto sia per combattimenti veloci e spensierati, sia per chi intenda approfondire e sviscerare ogni tecnica di lotta.

Ender di Orson Scott Card diventa un fumetto targato Marvel

Il sodalizio fra Marvel e Orson Scott Card sembra esser ben saldo e non solo in unico senso: dopo aver scritto e sceneggiato la versione Ultimate di uno dei cavalli di battaglia della Casa delle Idee (Ultimate Iron Man) ora viene messa in scena, a fumetti, l'opera più famosa della scrittore. Il primo numero della versione a fumetti de Il gioco di Ender è uscito proprio questo mese dopo gran battage pubblicitario e dopo aver fatto la parte del leone alla convention di New York.
Ender's Game: Battle School sarà una miniserie in sei numeri che ci porterà nel bel mezzo dell'addestramento del giovanissimo Andrew Wiggin durante la lunga guerra fra la Terra e gli alieni insettoidi (gli "Scorpioni") che ne minacciano l'esistenza. Vedremo ai disegni Pasqual Ferry, una vecchia conoscenza di Card con cui ha lavorato proprio ad Ultimate Iron Man, mentre alla sceneggiatura avremo l'astro nascente Christopher Yost, famoso per i suoi X-Force e New X-Men. Lo stesso scrittore sembra aver scelto di non sceneggiare personalmente la resa a fumetti del suo romanzo ma di delegarla ad una delle migliori promesse Marvel del momento, da lui selezionato fra alcuni altri ottimi candidati.
La Marvel si impegna anche a far uscire fra breve la miniserie Ender's Shadow, il primo romanzo di una serie parallela, sempre di Orson Scott Card, che dovrebbe illustrare, attraverso la prospettiva parallela di Bean, un compagno di Ender alla Battle School, i punti più controversi della saga. Con una versione cinematografica in fiera, una versione a fumetti già in vendita e l'ultimo sequel in uscita lo scrittore americano si prepara a riportare il suo personaggio più riuscito sulla cresta dell'onda.

In Giappone la petizione per legalizzare il matrimonio con le ragazze dei manga

Avete perso la testa per una di quelle ragazzine dolcissime e tutte curve dei manga? Siete così innamorati di lei da volerla sposare? Uhm, forse qualcuno vi consiglierebbe un bravo psicologo. Ma in Giappone qualcuno decisamente no, parliamo dell’iniziativa di Taichi Takashita. Questo otaku giapponese ha lanciato una petizione online per legalizzare il matrimonio tra umani e personaggi di manga e anime. E noi che in Italia stiamo ancora a pensare al matrimonio fra gay...
Sono necessarie 1 milione di firme per chiedere al governo giapponese di fare una legge in merito. Per ora hanno firmato la proposta di legge poco più di 1000 persone.
Il sogno di Taichi Takashita è di sposare Mikuru Asahina, uno dei personaggi dell’anime La malinconia di Haruhi Suzumiya. Per sua fortuna, il Primo Ministro è uno come Taro Aso…
Sinceramente preferisco le ragazze meno di carta e più di carne e questa idea mi sembra un pò svilente nei confronti di un istituzione sacra come il matrimonio, anche perchè le domande sorgono spontanee, chi dovrà dire si al posto della sposa? Chiameranno forse l'autore? E se qualcun altro l'ha già sposata? Visto che è un personaggio immaginario potrà essere bigama o poligama? Bisognerà aspettare che il manga raggiunga l'anniversario dei 16 anni dalla prima pubblicazione affinchè il personaggio abbia l'età legale per sposarsi? O nascerà una sorta di anarchia in cui i mangaka venderanno le nozze con le loro eroine come fosse una sorta di merchandising? Ma soprattutto la prima notte di nozze il marito cosa farà? Andrà in bagno con una copia del manga? E fermiamoci qua che se iniziamo anche a parlare dei casi di divorzio qui non la finiamo più.

giovedì 30 ottobre 2008

Robert Downey Jr., Don Cheadle e Jon Favreau saranno anche nel film The Avengers

Robert Downey Jr. ha ampliato i propri accordi contrattuali con la Marvel. Lo rivedremo quindi sullo schermo nei panni del multimiliardario Tony Stark, non solo nel seguito di Iron Man previsto per il 7 maggio 2010 ma anche in una terza avventura del supereroe, oltre che in The Avengers - I Vendicatori. Stessa scaletta di impegni anche per Don Cheadle, che - a sorpresa - ha recentemente sostituito Terrence Howard nel ruolo di James “Rhodey” Rhodes e che rivedremo in tutti e tre i film.
“E’ giò apparso chiaro durante le prime fasi della preparazione della pellicola, che le dinamiche e l’alchimia fra Robert e Don porteranno Iron Man 2 a più alti livelli qualitativi” ha affermato Kevin Feige, presidente della Marvel.
Jon Favreau è stato confermato, come vi avevamo anticipato, alla regia del secondo adattamento di Iron Man e figura fra i produttori esecutivi di The Avengers, la cui uscita è prevista per il 15 luglio 2011. La pellicola vedrà riuniti i personaggi di Iron Man, Thor, Capitan America ed Hulk.

Il "Comics Day" celebra i cento anni del fumetto italiano

Promuovere il fumetto in Italia e all’estero, rivalutandone l’aspetto artistico ed educativo nonchè le peculiarità che ne fanno una delle espressioni di spicco del nostro Made in Italy. Questo lo spirito con il quale il prossimo 30 settembre 2009 si terrà il «Comics Day», ovvero la prima giornata nazionale del fumetto italiano indetta in occasione dei cento anni dalla nascita delle «nuvole parlanti», siglata dalla pubblicazione del Corriere dei Piccoli, prima testata a fumetti dell’editoria italiana.
Un’iniziativa che partirà da Lucca, capitale italiana della «letteratura disegnata», già sede della storica manifestazione «Lucca Comics and Games» e del Museo Italiano del Fumetto, per animare circa venti città del Paese ed almeno altre cinque metropoli europee. «Sostenere il fumetto - ha dichiarato Enrico Hullweck, capo della segreteria politica del ministero per i Beni e le Attività Culturali - significa sostenere un’arte, un mezzo espressivo importante. A torto considerati una realtà minore, i fumetti rappresentano invece un’espressione artistica da rivalutare e sostenere e che per la loro realizzazione necessitano dell’abilità specialistica dell’autore di prosa e del pittore».
Cuore delle iniziative in programma per il «Comics Day» sarà la realizzazione di un concorso nazionale riservato ai giovani disegnatori non professionisti che permetterà ai venti migliori lavori di far parte della pubblicazione e della mostra intitolate «100%». L’esposizione e la pubblicazione raccoglieranno, dunque, al fianco dei lavori dei venti migliori esordienti italiani quelli degli ottanta artisti che hanno fatto la storia del fumetto italiano, da Hugo Pratt a Giudo Crepax, da Gian Luigi Bonelli ad Aurelio Galleppini.
Un’arte, quella del fumetto, a torto ritenuta minore che ben rappresenta una delle eccellenze italiane da esportare e promuovere all’estero attraverso la presentazione, in formato digitale o cartaceo, della mostra «100%» e del volume ad essa collegato. Le città che ospiteranno l’esposizione e la pubblicazione, arricchite dalla presentazione di alcune tipicità eno-gastronomiche di Lucca, saranno Parigi, Atene, Lodz, Mosca e San Pietroburgo.
«Ritengo che sia importante cercare di dare un’interpretazione del nostro modo d’essere italiani e della nostra cultura - ha sottolineato Gherardo La Francesca, direttore per la Cooperazione e la Promozione del ministero per gli Affari Esteri - tenendo i piedi ben saldi nel nostro passato artistico culturale ma, al tempo stesso, guardando al presente, alla contemporaneità rappresentata dall’architettura, dal design, dall’arte contemporanea ma anche dal fumetto. Definiremo un percorso comune di iniziative mirate alla promozione del fumetto all’interno della rete degli Istituti di Cultura, delle sedi della Dante Alighieri e delle scuole italiane all’estero».
Non casuale, inoltre, la scelta della data nella quale celebrare il «Comics Day». «Il 30 settembre del 1948 - ha aggiunto Gianni Bono, presidente del Comitato nazionale per le Celebrazioni di ’Un secolo di Fumetto Italianò - debutta in edicola Tex Willer, pietra miliare del fumetto popolare italiano e capolavoro del suo creatore Gian Luca Bonelli, di cui si celebra quest’anno il centenario dalla nascita. Scegliere questa data fondamentale per il Comcs Day è l’omaggio dovuto al creatore di un personaggio intramontabile e padre del fumetto italiano». Lucca, Roma, Napoli, Milano, Modena, Bologna, Ancona saranno, invece, alcune delle città italiane che prenderanno parte al «Comics Day» ospitando nelle loro piazze stand, laboratori, workshop dove il pubblico potrà cimentarsi con l’arte del fumetto, scoprirne la storia e le tecniche attraverso gli incontri con gli autori.

Volate al Comicon di New York con un'offerta speciale

Per chi volesse andare oltre oceano alla più grande convention del mondo Anime Holiday vi offre la possibilità di partecipare al Comicon di New York ad un prezzo sbalorditivo!
Siamo certi che non sarà una proposta indirizzata a tutti, ma il solo conoscerne le caratteristiche fa sognare e fa anche un po’ di invidia. Il pacchetto viaggio include: soggiorno, più volo di andata/ritorno da Milano o Roma, più tasse e supplemento carburante, più trasferimenti areoporto/albergo e albergo/aereoporto, tasse di soggiorno, travel Inn Hotel 4 Stelle dal 5 al 9 Febbraio 2009 (5 giorni e 4 notti) con sistemazione in camera doppia e per finire pass di ingresso per New York Comicon (6, 7 e 8 Febbraio) per l’intera durata della fiera.
Oltre a tutti questi elementi obbligatori l’organizzazione garantisce la presenza di due accompagnatori dall’Italia (entrambi parlano fluentemente inglese), uno sempre presente in fiera per risolvere ogni vostra difficolta’ e uno disponibile ad accompagnarvi nella scoperta della citta’ (per tutti quelli che non pensano solo ai fumetti!). Con soli 1100,00€ vi regaleranno un’esperienza unica!
Per i gruppi di quattro persone è previsto uno sconto di 200,00€! Buon viaggio a tutti i fortunati che non si lasceranno sfuggire questa grande occasione!

Concorso d'illustrazione Tapirulan: Presidente silver

Il concorso di Tapirulan rivolto agli illustratori giunge quest'anno alla quarta edizione.
Un'edizione che si avvale della prestigiosa collaborazione del Centro Fumetto Andrea Pazienza e dell'Associazione Illustratori, nonché della presenza, in qualità di presidente di giuria, di Guido Silvestri (noto al grande pubblico con lo pseudonimo di Silver) creatore di numerosi personaggi divertenti, il più celebre dei quali, Lupo Alberto, nasce dalla sua matita nel 1974.
Si può partecipare inviando un'opera di formato quadrato (dimensioni minime 25x25 cm, massime 40x40 cm) entro l'8 novembre 2008. E si può partecipare anche con immagini digitali, che possono essere spedite attraverso lo specifico form sul sito www.tapirulan.it/calendarioduemila9 dove si possono trovare anche tutte le informazioni e i dettagli sul concorso. Il tema del concorso è "La saggezza popolare": si può prendere spunto da proverbi, motti, modi di dire, tradizioni, usi e costumi di tutte le zone d'Italia. Le illustrazioni selezionate dalla giuria daranno colore al Calendario Duemila9, in cui ogni mese sarà accompagnato dall'opera di un autore diverso. Inoltre, in appendice, saranno ospitate altre diciotto illustrazioni segnalate.
Il 28 febbraio 2009, presso il Salone degli Alabardieri del Comune di Cremona, verrà poi inaugurata la mostra collettiva "Gli illustratori di Tapirulan". Saranno esposte le opere selezionate quest'anno unitamente alle opere vincitrici nelle precedenti edizioni del concorso.
Durante l'inaugurazione della mostra che proseguirà sino al 15 marzo verrà assegnato dalla giuria il primo premio di 700 euro. Un ulteriore premio di 300 euro verrà assegnato all'autore dell'opera più votata dagli utenti del sito www.tapirulan.it . Il calendario sarà distribuito nelle librerie convenzionate con l'associazione.

PER INFORMAZIONI E PER ISCRIVERSI:
www.tapirulan.it/calendarioduemila9
calendario@tapirulan.it
tel: 347.6881328 – 328.8518849

martedì 28 ottobre 2008

Geri Halliwell per il suo cartoon vuole Pitt e Clooney

Geri Halliwell ha un sogno: trasformare i suoi libri di successo in un film. Ma la Ginger Spice pensa in grande e, per la sua pellicola, vorrebbe arruolare due sex symbol come Brad Pitt e George Clooney, o meglio la loro voce.
Dopo il successo riscosso dalla sua eroina, Ugenia Lavender, l’autrice di racconti per bambini vorrebbe infatti completare la parabola realizzando un film d’animazione con le voci dei due divi.
A riportare l’intenzione della ex Spice è stato il sito web Contactmusic, citando le parole della stessa cantante: «non conoscendo Brad Pitt, temo che sia irrealistica l’intenzione di trascinarlo nel mio progetto. Ma - ha ribadito - non posso proprio fare a meno di George Clooney».

Il sito ufficiale di Ugenia Lavender

The Dark Knight incontra Superman: la parodia a cartoni animati dei supereroi DC

Cosa accadrebbe se Superman decidesse di trasferirsi a Gotham City? Superman riuscirebbe sicuramente a trasformare Gotham City nella città più felice d’America facendo venire un attacco di bile a Batman. Almeno così la pensano quelli di College Humor, che hanno realizzato una video-parodia a cartoni animati di The Dark Knight. Rachel può dormire sonni tranquilli ora che c’è Superman in città. Comunque a onor del vero Superman non servirebbe a molto a Gotham City, ammettiamolo l'uomo d'acciaio è perfetto per disastri eclatanti, ma contro mafiosi e serial killer i suoi risultati non sono poi stati tanto migliori di quelli di Batman. Comunque ecco a voi la divertente parodia.

Commesso vestito da puffo fa il giro del mondo

Oggi vi raccontiamo di un curioso viaggiatore per lavoro, Ian Thomkins 25 anni, commesso del negozio Jokers’ Masquerade, a Newbury, che è stato inviato vestito da Puffo in giro per il mondo da Mark Lewis il suo capo.
Oltre 12mila miglia di viaggio per tre settimane e il costume lo toglieva solo per andare a dormire.
Il negozio è rimasto a corto di costumi quando il fornitore cinese si è rifiutato di inviargli scorte al di sotto dei 500 capi alla volta.
Per cui Mr. Lewis, ha preso d’esempio il film Amelie, dove gli gnomi da giardino sono fotografati accanto ai monumenti famosi in tutto il mondo e detto fatto ha proposto al suo commesso Ian Thomkins di farsi appunto un viaggetto vestito da Puffo e di fari fotografare accanto ai monumenti più famosi.
Tomkins ha rilasciato la seguente dichiarazioni sul suo particolare lavoro:
Quando Mr. Lewis mi ha proposto questa idea ho pensato che fosse fantastico. Era l’occasione per visitare alcuni paesi che non conoscevo e tutto quello che dovevo fare era indossare un costume da Puffo.
Il viaggio è costato circa 3000 sterline e sono piovute tante richieste al negozio che ha dovuto ordinare migliaia di costumi.

lunedì 27 ottobre 2008

Arriva in Italia il nuovo Capitan America

Il simbolo dello spirito americano è immortale. Quel che rappresenta non può essere ucciso e questo lo dimostra ancora una volta Marvel Comics, che non è riuscita a far a meno della figura del condottiero più famoso del mondo: Captain America!
Sul numero 116 di Thor (collana Thor & I Nuovi Vendicatori - 17×26, S., 96 pp., col., Euro 3,80 ), disponibile dal 6 novembre, verrà una nuova epica storia che vedrà il ritorno ufficiale del Capitano. Chi si nasconde dietro la maschera del simbolo vivente della Nazione Americana?
Brubaker e Epting (con la partecipazione di Alex Ross) vi racconteranno l’esordio di un simbolo Marvel ritrovato. Nello stesso albo troverete la continuazione della saga dei Nuovi Vendicatori impegnati contro Hood ed altri super-criminali scatenati, il tutto da garantito dal solito B.M. Bendis.
In chiusura un’altra avventura della bella Miss Marvel alle prese con i soliti e temibili mostri alieni (di Reed/Lopresti).

La Formica elettrica di Philip K. Dick diventerà un fumetto Marvel

Non accenna a esaurirsi la spinta che porta a travasare gli scritti di Philip K. Dick nelle arti visive. L’ultima iniziativa riguarda La Formica elettrica, racconto comparso nel 1969 sul magazine Fantasy e Science Fiction, che diventerà ora una mini serie a fumetti. A dare la notizia è la Marvel, gigante americano dell’intrattenimento che vanta nella sua scuderia super-eroi del calibro di Hulk, Spider Man e dei vari X-Men, tanto per citarne alcuni. La mini serie, realizzata in collaborazione con La Formica elettrica, (la società dei figli di Dick, che ne gestiscono il patrimonio letterario e non solo), comparirà nel corso del 2009.
Non si sa ancora molto sul progetto in sé, se non che sono stati reclutati David Mack ai testi (Daredevil, Kabuki) e Pascal Axile ai disegni (Ultimate X-Men, 1602: Fantastik Four), a cui si uniranno Brian Michael Bendis in qualità di consulting editor (vincitore di due Eisner Award con Daredevil nel 2003, come migliore albo e miglior scrittore, e autore di Secret Invasion) e Paul Pope, che si occuperà di disegnare le copertine (anche lui si è portato a casa vari Eisner Awards nel corso degli anni).
Una cosa è certa: il fumetto tratto da La formica elettrica sarà un ‘thriller esistenziale’. E non potrebbe essere altrimenti, vista la trama del racconto. Garson Poole si risveglia dopo un terribile incidente in macchina e scopre di essere diventato una ‘formica elettrica’, un robot organico. Ma le sorprese non finiscono qui: quella che lui ha creduto sino a quel giorno essere la realtà è diventata un’illusione alimentata da una scheda perforata inseritagli nel petto. Garson inizia a condurre esperimenti aggiungendo o togliendo buchi alla scheda. Tutto ciò che ruota intorno muta in relazione alle sue azioni, tanto che Garson inizia a chiedersi se la realtà esista. E, con essa, anche la sua soggettività.
È questa una dicotomia fra l’io e il mondo esterno che percorre tutta l’opera dickiana, da Le tre stimmate di Palmer Eldrich (1965) al capolavoro Ubik (1969) fino a Un’oscuro scrutare (1977). Proprio quest’ultimo cupissimo romanzo è stato l’oggetto, nel 2006, di un esperimento a metà fra film, fumetto e cartone animato, condotto dal regista Richard Linklater con Keanu Reeves nel ruolo di Bob Arctor, poliziotto infiltrato nel pericoloso giro legato alla Sostanza M, una droga letale che porta alla dissociazione delle proprie percezioni sulla realtà. A Scanner Darkly è solo uno degli ultimi esempi dello stretto rapporto che si instaurato fra testi dickiani e cinema, che va da Next con Nicholas Cage (2007) e Paycheck di John Woo (2003, basato sull’omonimo racconto) fino a Blade Runner di Ridley Scott (1982, dal romanzo Do androids dream of electric sheep?).
Meno frequente il rapporto fra Dick e fumetto. Una curiosa intepretazione grafica dell’esperienza mistica vissuta da Dick nel marzo del 1974 è stata pubblicata dal magazine Weirdo nel 1986 (e che noi vi riportiamo in lingua originale alla fine dell'articolo). C’è da aggiungere poco altro, anche se, per la verità, La formica elettrica è fonte di ispirazione già per un’altra mini serie di fumetti del 1990: Hard Boiled di Frank Miller (disegnato da Geof Darrow), dove Carl Seitz, ispettore assicurativo, scopre di essere in realtà un cyborg assassino.








Madadh Vol II - Ritorno al Pubbino Porcelloso

Oggi vi segnaliamo Madadh Vol. II, Storie Pese dal Pubbino Porcelloso di Tommaso Destefanis, Michele Bertilorenzi e Artisti Vari.
Il volume (140 Pag, 17×24, bn, copertina a colori) costa € 10,00, è ordinabile nelle vostre fumetterie di fiducia e lo troverete in anteprima a Lucca Comics ad un prezzo speciale. Qui sotto il comunicato stampa, con i contenuti del prodotto, immagini varie e la lunga lista di autori (tra cui Andrea Gadaldi, prossimo disegnatore di John Doe).
“Un’altra volta? Beh, quello che è successo due mesi fa è stato uno scherzetto rispetto a quello che ci aspetterà d’ora in avanti!” Tornano le folli avventura di Buia e soci, in un volume assolutamente imperdibile! Stavolta il nostro Madadh, il nostro dolce mastino in gonnella, se la vedrà con flagelli biblici e cinghiali mannari, con eroi dell’antica India e un misterioso pubbino che zampetta allegramente attraverso le dimensioni.
Sceneggiato da Tommaso Destefanis (Il cimitero dei calamari, vincitore del LUCCA CONTEST 2006) e ai disegni un cast di eccezione: il ritorno di Alberto Massaggia e l’esordio di Francesca Ciregia, poi Andrea Gadaldi (Gizmo) e Alessandro Micelli (Monstars). Il volume sarà impreziosito da tre mini-storie a cura di Susanna Raule (Ford Ravenstock, vincitore del LUCCA CONTEST 2005; Inside), Alessio Danesi (Streghe), Matteo Scalera (Marvel: House of Ideas, Hyperkinetic per Image Comics) e Francesco Trifogli.
La copertina, come sempre, è opera di Michele Bertilorenzi (Marvel: House of Ideas, The Chill per Vertigo/DC Comics) ed Elisa Ciregia.
Il volume verrà presentato ufficialmente a Lucca, il giorno 30 ottobre nella Sala Incontri Provincia (accorrete numerosi!) e sarà in vendita presso lo stand di Cut Up Edizioni e nella Self Area, presso lo stand del CrazyCamperStudio (dove potrete incontrare gli autori, chiedere un disegno, un autografo, un mutuo, una ragazza).
Dato che siamo così belli e vi vogliamo bene… € 8,00 SOLO PER LUCCA COMICS! Quasi dimenticavo… Se siete tra gli sfortunati che non hanno avuto la possibilità di leggere il primo volume, beh… C’è crisi (si dice cosi, giusto?) e allora ecco: € 12,00 : MADADH vol. I e MADADH vol. 2, più di 200 pagine di vero fumetto pop. Non obbligateci a scatenare il mastino. ;-D







domenica 26 ottobre 2008

Come il supereroe gay Anole fu salvato dalla censura

Due anni ci fu una polemica scatenata da Andrea Lafferty contro l’omosessualità nei fumetti Marvel. La Lafferty, direttore esecutivo della Traditional Values Coalition (una sorta di Moige ancora più fanatico) attaccò durante una trasmissione Stan Lee puntando il dito contro la presenza di personaggi omosessuali nei fumetti, e più in generale di tematiche sociali troppo pesanti…
La cosa sembrava avere avuto solo una parziale influenza sulla gestione delle casa editrice da parte dell'editor Joe Queasa: in fondo i personaggi omosessuali continuavano ad avere il loro (piccolo) ruolo all'interno delle storie, basta guardare a Wiccan e Hulkling sulle pagine degli Young Avengers, o Carolina dei Runaways o Anole dei New X-men.
Pare però che Anole rischiava di non essere tanto fortunato. Nella seconda saga della testata New Mutants (la serie che poi sarebbe diventata New X-Men), gli scrittori Nunzio DeFilippis e Christina Weir prevedevano di far morire suicida il personaggio.
La storia era già scritta e i primi due numeri già disegnati e colorati: durante l'incontro genitori-insegnanti dello Xavier Institute, i genitori di Anole assistevano al bacio tra Xi’an “Shan” Coy Manh ed un'altra donna e rimanevano sconvolti. Per reazione Anole decideva di rivelare la propria omosessualità alla madre e al padre, ma questi non lo accettavano. Il ragazzo avrebbe cercato il sostegno dei suoi due migliori amici (Elixir e Satiro) che invece gli avrebbero voltato le spalle. La disperazione avrebbe portato Anole al suicidio…
Nella recente punta del blog delle leggende urbane dei comics, i due autori raccontano come l'editor Joe Quesada (appena salito al potere dopo la "caduta" di Jemas) avesse però bloccato la storia quando gli albi erano già pronti, obbligandoli ad un tour de force per rimontare tutta la saga.
Quindi alla fine sembra proprio che Joe Quesada abbia voluto proteggere uno dei pochi personaggi gay della Marvel, risparmiandogli un destino che era un po' un cliché e prepararlo ad una carriera che gli avrebbe ritagliato un ruolo prominente nelle successive saghe dei New X-Men.
Ma leggendo meglio l'intervento di DeFilippis e Weir, notiamo che le cose non stanno proprio così:
"Quindi l'idea era che noi alleggerissimo un po’ la storia. Ci chiesero se potevamo eliminare il bacio lesbico che turbava i genitori (la risposta fu no perché senza quello la storia non poteva iniziare). Se potevamo non mostrare il bacio, magari facendolo avvenire fuori scena (optammo per mostrare solo le sagome). Se Northstar poteva non menzionare mai di essere gay (questo ci indispettì perché il suo coming out è avvenuto anni fa)"
Anche se l'obiettivo di Quesada era " to be less controversial. So a gay student killing himself is not a story he wants to see in his young-reader friendly book", dalle dichiarazioni dei due sembra che il problema, più che il suicidio di un personaggio gay, fosse affrontare il tema dell'omosessualità sull'albo. Ma forse non dobbiamo guardare in maniera troppo maliziosa alla cosa.
Probabilmente Quesada stava solo cercando di ripristinare una dimensione più classica alla Marvel: in fondo fu uno degli storici editor della Casa delle Idee, Jim Shooter, ad obbligare John Byrne a trasformare quello che nelle sue trame doveva essere un Northstar omosessuale e sieropositivo in un Mezzo Elfo in crisi di astinenza da luce magica.

Il prequel a fumetti di Star Trek ci presenta il cattivo del nuovo film

J.J. Abrams ama i prequel a fumetti. Dopo il prequel di Fringe di cui vi avevo parlato qualche tempo fa, sta preparando il prequel per il nuovo film della saga di Star Trek, da lui diretto, in uscita la prossima estate.
La miniserie a fumetti dedicata a Star Trek sarà scritta da Mike Johnson e Tim Jones, sulla base di un soggetto ideato dallo stesso Abrams insieme a Roberto Orci e Alex Kurtzman. Il fumetto sarà ambientato all’epoca di Star Trek The Next Generation, dopo gli eventi del film Star Trek: la Nemesi.
Il protagonista del fumetto sarà Spock, ma conosceremo anche il cattivo protagonista del nuovo film. Ci verranno infatti raccontate di Nero, il romulano che minaccia l’intero universo, interpretato nel film da Eric Bana (nell’immagine).

Anteprima nazionale a Lucca per «Max Payne», il film tratto dall'omonimo videogame

Quest'anno Halloween non porterà solo 'scherzetti' o 'dolcetti', ma regalerà a tutti gli appassionati l'anteprima nazionale di 'Max Payne', il film tratto dall'omonimo famosissimo videogame, diretto da John Moore, che sarà nelle sale cinematrografiche solo a partire dal 28 novembre.
Il volto del celebre detective della polizia di New York è affidato al candidato all'Oscar, Mark Wahberg, che si cimenterà nelle avventure che hanno reso celebre Max Payne. La trama del videogioco, infatti, è una delle più classiche del 'noir': Max Payne è un poliziotto di New York, il quale, una sera tornando a casa scopre che la moglie e la figlia neonata sono state crudelmente massacrate da alcuni criminali, sotto l'effetto di una nuova droga sintetica, chiamata "La Valchiria". Payne si trasferisce alla Dea, dove, con l'aiuto dell'amico Alex Balder (portato sullo schermo da Donal Logue , in queste settimane sui piccoli schermi con un ruolo di 'Life') e di B.B. Hensley (interpretato da Beau Bridges , che gli appassionati di fantascienza non mancheranno di associare al generale della serie televisiva 'Stargate', dalla nona stagione in poi) inizia una missione sotto copertura per scoprire chi sia a capo del giro di spaccio che ha messo in circolazione questa nuova droga. Doveva esserci un incontro in metropolitana tra Max e Alex, ma questo appuntamento - comunicato a Max da B.B. - si trasforma in una trappola mortale per il protagonista, che però scampa all'agguato. Non va così bene a Alex, freddato da un killer con un colpo di pistola: un delitto per il quale viene incriminato proprio Payne, ritenuto dalla polizia newyorkese - che non è a conoscenza della missione sotto copertura di Max - il responsabile della morte dell'amico.
Payne diviene bersagio non solo dei malviventi, ma anche della polizia e inizia a combattere per sopravvivere, affrontando da solo i principali esponenti della malavita della città americana, guidati da Angelo 'Don' Pulcinello, che gestisce il traffico della "Valchiria", il quale, però, si rivelerà solo un fantoccio al servizio di chi veramente comanda. A monte di tutto, infatti, vi è il "Progetto Valhalla", lungo e costoso progetto iniziato durante la Guerra del Golfo e che doveva mettere a punto una sostanza che aumentasse la resistenza dei soldati americani.
Sul filo del soprannaturale, dell'incubo e del mistero, Payne abbandona ogni etica e inizia a combattere la sua battaglia personale, nei confronti di chi gli ha distrutto la vita, uccidendogli la moglie, la figlia e l'amico. Scoprirà così che B.B. è un traditore e che il killer misterioso che aveva ucciso Alex nell'agguato nella metropolitana, era proprio il poliziotto corrotto. Molti i personaggi chiave che Payne incontra strada facendo: da Mona Sax, sorella di Lisa Puncinello, moglie di Angelo, o un trafficante di armi rullo Vladimir Lem, che aiuterà il protagonista o Alfred Woden, senatore Usa legato al "Progetto Valhalla" che eviterebbe a Max di finire in carcere, in cambio dell'uccisione della sua rivale Nicole Horne.
Una storia intricata, dove politica, intrighi internazionali e nazionali, naturale e soprannaturale si confondono per dare vita a storie violente ma che gli autori hanno pensato di rendere accessibili a tutti, grazie al cosiddetto "filtro antiviolenza" che protegge con password le parti più cruente.
Il film, prodotto dalla Twentieth Century Fox, porta sul grande schermo la storia di questo detective che sarà affiancato da ci sono Mila Kunis nei panni di Mona Sax, una bellissima mafiosa ed assassina russa, Olga Kurylenko (che recita nell’imminente film di James Bond Quantum of Solace) è Natasha, la spericolata sorella minore di Mona. Da segnalare anche la presenza della cantante Nelly Furtado che interpreta Christa Balder.
L’anteprima - in programma per il 31 ottobre al Cinema Centrale, alle 21.30 - di "Max Payne" è realizzata grazie alla collaborazione della casa produttrice e Lucca Comics & Games e nasce su iniziativa di Play Media Company, casa editrice specializzata, leader nel settore videogames in Italia.
Siamo davvero felici di poter contribuire al successo di un evento importante come Lucca Comics & Games – commenta Luca Carta, Direttore Marketing della casa editrice – proponendo l’anteprima di un film tanto atteso che conferma, ancora una volta, la sempre maggiore contaminazione tra il mondo dei videogames e quello cinematografico, allargando così le frontiere del settore videoludico”.
Sighma, il nuovo Romanzo a fumetti proposto da Sergio Bonelli Editore, è uscito il 25 ottobre ed è un’opera scritta e sceneggiata da Paola Barbato e disegnata da Stefano Casini. Vi ricordo che quest’ultimo ci ha lasciato una piccola intervista dove ci rivela particolari interessanti su questo progetto e tanto altro!
Segue la trama contenuta nelle 288 pagine dell’opera:
Un futuro indefinito. Un mondo vuoto. Una sola, gigantesca Città. E, al di fuori di essa, il risveglio di un uomo sotto un sole che non c’è: la mente sgombra dai ricordi, l’unica traccia di un’identità perduta è una lettera greca tatuata su torace: “Sighma”.
Inizia così il percorso per ritrovare sé stesso di un individuo in apparenza normale, ma la cui esistenza precedente ha lasciato solo tracce inquietanti. Chi era?
Perché sa combattere come un guerriero esperto? Perché nulla lo turba o lo spaventa, perchè nessuno conosce il suo vero nome? La Città è un labirinto di dubbi, e la Verità, sempre ammesso che esista, si trova là dove nessuno può accedere…

Paolo Pantalena debutta in Marvel con un What if?

Siamo felici di segnalare l'esordio di un nuovo disegnatore italiano fra gli artists in forza alla Marvel: ci riferiamo al salernitano Paolo Pantalena, che raggiunge i suoi tanti illustri predecessori alla corte di Joe Quesada illustrando l'albo "What If? House of M".
In questa storia, scritta "a sei mani" da Jim McCann, Brian Reed e C.B. Cebulsky, verrà mostrato cosa sarebbe accaduto alla terra parallela di "House of M" se Scarlet Witch, prima del noto evento, avesse esclamato "No more powers" al posto di "No more mutants".
Per saperne di più sulla storia, vi rimandiamo alla bella intervista rilasciata dai tre scrittori a Newsarama e, dal materiale che abbiamo visionato on line e di cui abbiamo pensato di proporvi una piccola selezione, siamo certi che lo stile esplosivo del nostro connazionale farà di questo albo un'esperienza appassionante anche dal punto di vista visivo.
Grandi complimenti e auguri al disegnatore nostrano, che vi invitiamo a conoscere meglio attraverso il blog personale di Paolo Pantalena o il suo spazio su deviantart, mentre restiamo tutti in attesa che arrivi il mese di dicembre per ammirare questa sua prima prova per la "Casa delle Idee".



Alien Press - tutti i nuovi webcomics da leggere gratis

Ancora tanti bei fumetti da leggere gratuitamente, pubblicati da Alien Press!
Questo mese vi consigliamo La Maledizione della Prima Taglia di Francesca Follini (cliccate qui per leggere), un divertentissimo racconto con protagonista una ragazza piena di complessi.
Lux Aeterna 2 di Hannes Pasqualini si dimostra sempre più un progetto maturo, che riesce ad appassionare grazie ad una trama intrigante, un mix di generi dalle atmosfere simili a grandi lavori cinematografici come Matrix, Il Codice Da Vinci o il capolavoro di Alan Moore V for Vendetta! Per finire ecco un nuovo episodio di Minus, di Ryan Armand e Luca Denti.

sabato 25 ottobre 2008

IL CATALOGO YAMATO SI ARRICCHISCE DI NUOVI TITOLI

Molti e molto buoni i titoli entrati di fresco nella scuderia Yamato. Non molti ma molto interessanti i titoli classici in Giappone ma inediti da noi, che il pubblico italiano, che certissimamente li conosce già di fama e li ha richiesti con un certo vigore.
Gli ultimi anni sono stati un periodo d'oro per gli anime; un grande numero di titoli e una qualità di animazione sensazionale, uniti alla volontà di esplorare nuove tematiche e reinventare quelle vecchie.
Quindi per rappresentare degnamente tanta ricchezza presentiamo una squadra di nuovi titoli di recente e recentissima produzione. Epici, intriganti, romantici...
Presente massicciamente il nuovo astro dell'animazione giapponese, lo Studio Gonzo, con cui abbiamo aperto una intesa che ha dato a noi e al pubblico italiano grandissime soddisfazioni, e ne darà certamente molte altre in futuro. Sono ben 9 i titoli Gonzo che usciranno in Italia per Yamato Video, spaziando dall'epica fantascientifica all'horror metropolitano, dalle storie di samurai alle ispirazioni shakespeariane...: RomeoxJuliet, Red Garden, Dragonaut, Pumpkin Scissors, Peace Maker, Welcome to NHK, Stigma of the Wind, Glass Fleet e, non certo ultimo, Gantz.
E non è tutto: altri 13 titoli, sempre dai migliori studi di animazione, spaziano dall'horror, allo sport, ai remake di serie classiche, alla fantascienza, al fantasy; giocando su tutta l'ampiezza dello spettro, dal prequel di Ken il Guerriero allo spin-off della saga ferroviario-galattica di Reiji Matsumoto, dai tie-in videoludici di Devil May Cry al ritorno in catalogo, dopo anni, degli yaoi. Quindi prepariamoci a: Devil May Cry, Project Blue Earth, Guyver, Black Blood Brothers, Tokyo Majin, Galaxy Railways, e altri ancora.
E' arrivato il momento di presentare uno per uno i nuovi titoli... in rigoroso ordine alfabetico; del resto è difficile fare delle preferenze!

BLACK BLOOD BROTHERS - Fratelli di sangue
Titolo originale Black Blood Brothers
12 episodi x 25'
Studio di produzione: Group TAC - Studio Live
Anno di produzione: 2006
Dieci anni fa, uno scontro tra umani e vampiri da una parte e i vampiri della linea di sangue di Kowloon dall'altra ha devastato Hong Kong.
Le cose sono molto cambiate per gli esseri di Sangue Rosso - gli umani - e quelli di Sangue Nero - i vampiri - dopo lo scontro. In Giappone, una barriera soprannaturale protegge la Zona Speciale in cui possono vivere solo i vampiri di particolari discendenze. Jiro Mochizuki, un vampiro di ‘Vecchio Sangue' soprannominato Lama d'Argento, torna in Giappone con il fratellino Kotaro anni dopo la battaglia che lo ha visto al fianco degli umani. Non tutto è tranquillo: i vampiri di Kowloon cercano di infiltrare la Zona Speciale, e ben presto Kotaro viene rapito per costringere Jiro a collaborare con loro.

DEVIL MAY CRY
Titolo originale Devil May Cry
12 episodi x 25'
Studio di produzione: Studio Madhouse
Anno di produzione: 2007
Basato sul celeberrimo gioco per console firmato Capcom, l'anime narra le vicende di Dante prima dell'incontro con il fratello Vergil e si collega all'inizio del primo episodio della serie.
Il suo nome è Dante. Figlio di una donna umana e di un demone, si offre volontario per sbarazzare il mondo umano dai demoni... se la ricompensa è adeguata. Le richieste d'aiuto sono sempre benvenute, preferibilmente da parte di clienti paganti!

DEAR BOYS
Titolo originale Dear Boys
26 episodi x 25
Studio di produzione: OB Planning
Anno di produzione: 2003
Aikawa, il sorridente e chiaccherone capitano di una squadra di basket delle superiori che divenne campione nazionale, si trasferisce alla scuola superiore Mizuho. Il suo carattere è l'esatto contrario di quello di Fujisawa, il mascolino capitano della squadra dell'instituto Mizuho. Nonostante nella sua storia sia stata una delle squadre di punta del Giappone, il Mizuho è in crisi e, come se non bastasse, la squadra femminile è invece una dei partecipanti al campionato.

DRAGONAUT
Titolo originale Dragonaut - The Resonance
25 episodi x 30'
Studio di produzione: G.D.H. - Konami - NAS
Anno di produzione: 2007-2008
Grandi draghi portano alla Terra la distruzione definitiva... o forse l'ultima salvezza. Fantascienza e fantasy si uniscono in una sola storia mozzafiato.
La Terra è minacciata di distruzione: sul nostro pianeta convergono grandi draghi dai poteri terrificanti, simili a quelli di astronavi senzienti. Per evitare la catastrofe, una nuova razza di draghi viene sviluppata da un uovo trovato sotto l'oceano. Per affrontarli, l'umanità deve allearsi con i draghi del misterioso D-Project e affidarsi ai giovani Dragonauti, destinati a forgiare un legame con i draghi e guidarli in battaglia, ad affrontare la diffidenza e l'ostilità che lacerano le forze terrestri e a scoprire il segreto che si nasconde nell'origine dei draghi.
Studio Gonzo e NAS (Yu-gi-oh) affrontano un ambizioso progetto congiunto che unisce fantascienza e fantasy in un'opera di spettacolarità assoluta,con una trama ricca di colpi di scena.

FUYU NO SEMI - I venti del destino
Titolo originale Fuyu no Semi
3 episodi
Studio di produzione: Venet
Anno di produzione: 2000
Nell'ultimo periodo dello Shogunato Tokugawa, sale la tensione tra il governo centrale e il feudo di Choshu. Ora che gli stranieri stanno aprendosi a forza una strada verso le ricchezze finora proibite del Giappone, Kusaka Toma desidera che il proprio paese possa iniziare relazioni diplomatiche con i governi stranieri; inizia così a imparare nascostamente l'inglese, e si rivolge a uno studioso in grado di aiutarlo. Il suo rapporto con Keiichiro Akizuki si muta però qualcosa di diverso e più forte, anche se Akizuki lavora per il nemico: il governo shogunale.
Ambientazione storica e personaggi idealizzati per una miniserie yaoi sulla vita nell'ultimo periodo del dominio samurai sul Giappone, che offre uno sfondo spettacolare a una storia di amore e destino.
Per Un Pubblico Adulto.

GALAXY RAILWAYS
Titolo originale The Galaxy Railway
26 episodi x 25'
Studio di produzione: Galaxy Railways HQ / Planet
Anno di produzione: 2003
Per chi conosce l'opera del grande Leiji Matsumoto, lo spettacolo di grandi treni a vapore che solcano lo spazio è un benvenuto ritorno. Per chi non la conosce - ma chi? - sarà una meravigliosa sorpresa.
Nel futuro gli esseri umani si spargeranno nella Galassia. Viaggeranno certo nelle astronavi, ma anche e soprattutto sui treni interstellari delle Ferrovie Galattiche, immensi e puntuali sulle loro rotte senza binari. Molti sono i convogli che trasportano gli abitanti della Galassia tra pianeti bizzarri e meravigliosi, su rotte minacciate da terroristi, tempeste meteoritiche e alieni ostili. Queste sono le storie dei viaggiatori delle Ferrovie Galattiche, e degli uomini e delle donne che vivono e muoiono per proteggerli.

THE GLASS FLEET - La flotta di cristallo
Titolo originale Garasu no Kantai
26 episodi x 30'
Studio di produzione: Asahi Broadcasting (ABC) / G.D.H. / Sony Pictures Entertainment / Sotsu Agency
Anno di produzione: 1994
Il ritorno della Space Opera: una giovane ribelle e il misterioso capitano di una misteriosa astronave fronteggiano un brutale impero galattico.
Sullo sfondo dello spazio infinito si dispiega la lotta di Cleo, capitano dell'implacabile Nave di Cristallo e della sua ciurma di pirati nonché principe esiliato, e di Racine, che è decisa a vivere come un uomo finché non verrà abbattuto il crudele dominio dell'usurpatore Vetti, brutale, corrotto e decadente. Sotto la guida di Racine/Michel Volban e del principe Cleo, la lotta contro l'impero oppressore, benché disperata, prosegue senza esclusione di colpi.
Creato da Studio Gonzo in una brillante unione di animazione tradizionale e grafica 3D, Glass Fleet si presenta come un tramite ideale per unire l'interesse degli appassionati di anime a quello dei fan di fantascienza, in un racconto ricco di avventura, scene spettacolari e un sospetto di ambiguità.

GANTZ
Titolo originale GANTZ
26 episodi x 25'
Studio di produzione: SHUEISHA · GANZ Partners
Anno di produzione: 2004
Siamo vivi? Siamo morti? E' questo il flashback che, a quanto si dice, tutti proveremo prima di morire? Siamo nel mondo dei sogni? Oppure... questa è la realtà?
Siamo stati uccisi in un incidente. Quando abbiamo ripreso conoscenza abbiamo capito di essere bloccati in una stanza piena di persone apparentemente morte. Al centro della stanza un globo metallico ci consegna armi e corazzamenti. E inizia a dirci di uccidere, uccidere, uccidere. Ma perché dobbiamo uccidere? Per sopravvivere? Ma non siamo già morti?
Gantz è una serie culto che farà vivere gli spettatori all'interno di un incubo dal quale sembra impossibile svegliarsi.

GUYVER
Titolo originale Kyoshoku Soko Guyver
26 episodi x 25'
Studio di produzione: GENCO / Kadokawa Pictures / Sojitz Corporation / WOWOW
Anno di produzione: 2005
Sho Fukamachi è un studente come tutti gli altri finché non trova accidentalmente un misterioso oggetto chiamato "Unità G" grazie al quale ottiene la capacità di trasformarsi in Guyver.
Sho è costretto a combattere contro Cronos, un'organizzazione segreta che ambisce al dominio sulla Terra, dotata di tremendi poteri e in grado di manipolare gli Zoanoidi, mostruosi soldati mutanti. Ma Sho non sarà solo in questa cruenta battaglia: altre unità Guyver faranno la loro comparsa e affiancheranno il giovane. Ma che cos'è esattamente Cronos? Qual è la vera missione dei Guyver?
Tratto dall'omonimo manga, pubblicato anche in Italia, arriva finalmente la serie televisiva che ha incollato i telespettatori giapponesi ai teleschermi..

HARU WO DAITEITA - Un abbraccio a primavera
Titolo originale Haru wo daiteita
2 episodi x 28'
Studio di produzione: Trinet Entertainment
Anno di produzione: 2000
Kyosuke Ikawai e Yoji Kato sono due star nel mondo dei film per adulti; entrambi sognano però di riuscire a sfondare come attori, lasciandosi alle spalle il mondo della pornografia. I due continuano a incontrarsi, sul set e fuori; Yoji crede di essere innamorato di Ikawai, mentre Kyosuke rifiuta anche solo di ammetterlo. Quando però i due si affrontano per ottenere una parte in un film importante, le contraddizioni del loro rapporto rischiano di diventare insuperabili: Kyosuke ottiene la parte, e un nuovo attore prende il suo posto al fianco di Yoji: un uomo affascinante, senza scrupoli e pronto a tutto per prendersi Yoji e tenerselo.
Nel filone ‘yaoi' sugli amori omosessuali Haru wo daiteita spicca per qualità di animazione ed ambientazione insolita, e centra l'attenzione su intricate emozioni e giochi di potere.
Per Un Pubblico Adulto.

KEN: LE ORIGINI DEL MITO
Titolo originale Soten no Ken
26 episodi x 25
Studio di produzione: Soten Commitee entreprise/TV Asahi
Anno di produzione: 2006
Prima dell'Olocausto, pruima della devastazione, prima che Ken il Guerriero camminasse nel mondo del dopobomba, la scuola di Hokuto aveva alle spalle secoli e secoli di tradizioni... e terribili battaglie.
Tokyo, anni '30: Kasumi Kenshiro è un professore, ma anche Yang Wang, il Re della Morte, 62mo successore della scuola di assassini di Hokuto Shinken. Per aiutare il suo amico Pan Guanglin, e la bella Youling che ama, Kasumi deve affrontare le tre famiglie di Hokuto, e le corrotte Triadi di Shanghai.
Una serie dedicata alle precedenti generazioni della scuola di Hokuto, resa famosissima da Ken il Guerriero.

NIGHT HEAD GENESIS
Titolo originale Night Head Genesis
24 episodi x 30'
Studio di produzione: Foursome Co., Ltd. / NIGHT HEAD GENESIS Production Committee
Anno di produzione: 2006
Dicono che il 70% del cervello umano non sia mai utilizzato. Ma qualcuno può attivare questa parte nascosta e risvegliare poteri meravigliosi... e terrificanti.
I fratelli Naoko e Naoya, che mostrano di possedere insolite capacità psichiche, vengono sottratti ai genitori e condotti nel misterioso istituto di ricerca Mikomiya, nascosto nel profondo di una foresta e protetto da misteriose barriere spirituali. Quindici anni dopo, i fratelli riescono a fuggire, e sperano di poter condurre finalmente una vita normale; ma non sono stati dimenticati da coloro che fin dal principio desideravano i loro insoliti poteri.
Ispirata dalla omonima serie dal vivo, che è stata uno dei maggiori successi della TV commerciale giapponese, Night Head Genesis è affidata alla regia di Yoshio Takeuchi (Cat's Eyes, Lady Oscar). La sceneggiatura è di Joji Iida (The Spiral)

PEACE MAKER - Gli ultimi samurai
Titolo originale Peacemaker
24 episodi x 30'
Studio di produzione: G.D.H. / Imagica / TV Asahi
Anno di produzione: 2003
La fine dell'innocenza di un ragazzo perduto nella guerra civile giapponese. Il gusto della vendetta è dolce, ma vale la perdita della propria anima?
L'infanzia è finita presto per Tetsunosuke Ichimura: ha ceduto il passo alla sete di vendetta da quando i suoi genitori sono stati uccisi nella guerra civile. Ossessionato dal desiderio di vendicarli, Tetsu decide di entrare nello Shinsengumi, un gruppo di samurai che ha giurato di difendere la capitale dai ribelli del Choshu: gli stessi che hanno ucciso i suoi genitori. Ben presto però, tra intrighi ed agguati, mentre il sangue scorre sempre più spesso, Tetsu dovrà decidere se diventare un demone come gli altri Shinsengumi o un fabbricante di pace, come suo padre.
Autentiche figure storiche in una serie di azione spettacolare e grande intensità poetica, che Gonzo ha già presentato con successo in America, Inghilterra, Francia e Germania oltre che sui mercati asiatici.

PROJECT BLUE
Titolo originale Project Blue Earth SOS
6 episodi x 45'
Studio di produzione: NAC - Studio ACGT
Anno di produzione: 2006
Gennaio 1995: un aeroplano bellico sperimentale scompare misteriosamente durante il collaudo lasciandosi dietro solo un arcobaleno. Cinque anni dopo, un nuovo collaudo...
Due giovanissimi genii, il miliardario Billy Kimura e il decisamente non-miliardario Penny Carter, si incontrano in occasione del collaudo di un nuovo treno. O meglio si scontrano: secondo Penny il nuovo motore creato dalla compagna del padre di Billy ha qualcosa di terribilmente sbagliato. E infatti ecco: nuova scomparsa ed ennesimo arcobaleno. E' solo il primo indizio di una minaccia terribile: l'invasione da parte di alieni ostili. Attorno ai due ragazzi si forma un piccolo gruppo di inverosimili eroi, e la sfida si allarga a dismisura...

PUMPKIN SCISSORS
Titolo originale: Pumpkin Scissors
26 episodi x 30'
Studio di produzione: AIC / Gonzo / Izumi Project
Anno di produzione: 2006
Quando la guerra finisce, non è detto che la pace possa iniziare. Un gruppo di volontari affronta i problemi di un paese distrutto, finché qualcosa inizia a cambiare...
Quando Alice Malvin si diploma all'Accademia militare, la guerra è appena finita. Eppure rimane ancora molto da fare e Alice non si tira certo indietro. Però, dopo tre anni al comando dell'unità speciale Pumpkin Scissors, la giovane tenente inizia a dubitare del senso della sua missione. Risollevare l'Impero dalle proprie rovine, combattere corruzione, rivolte e malavita, sembra un lavoro infinito. Un giorno alla sua unità si aggrega il gigantesco Randel Oland, un superstite della leggendaria squadra anti-tank 901 ATT, e lentamente il corso della storia - e della Storia - inizia a cambiare.
Ambientazione fantascientifica ma sensibilità contemporanea per una insolita serie di Studio Gonzo, premiata da buon successo internazionale, ripresa in USA, Inghilterra e Germania.

RED GARDEN
Titolo originale Red Garden
22 episodi x 30'
Studio di produzione: G.D.H. /Trinet Entertainment
Anno di produzione: 1996
Suicidi nelle scuole, licantropi nelle strade, farfalle scarlatte nel cielo di New York. Quattro ragazze lottano per restare vive e scoprire le radici dell'orrore.
Una ondata di strani suicidi terrorizza New York. Quattro studentesse - la ricca Kate, l'assennata Rose, la nevrotica Rachel e la ribelle Claire - scoprono di avere un'amnesia inspiegabile. Seguendo un volo di sinistre farfalle rosse, scoprono una verità sconcertante: tutte e quattro sono in realtà già morte e fatte tornare in vita solo allo scopo di combattere uomini mostruosi che, nottetempo, si trasformano in cani. Le quattro comprendono ben presto di avere qualcosa che le unisce: l'amicizia con Lisa, una ragazza che si è già uccisa, ma che forse è il cuore di tutto questo mistero.
Atmosfere sinistre, scene horror e una trama ad alta tensione per una delle serie più apprezzate di Studio Gonzo, già tradotta e pubblicata in America e Inghilterra.

ROMEO x JULIET
Titolo originale Romeo + Juliet
26 episodi x 22'
Studio di produzione: CBC / G.D.H / Gonzo / SKY Perfect Well Think Co., Ltd.
Anno di produzione: 2007
Uniti dall'amore, separati dal destino: di nuovo Romeo e Giulietta raccontano la propria storia senza tempo, in una magica città sospesa nel cielo.
Nella bella città di Neo Verona, sospesa tra cielo e terra, inizia la storia di due amanti nati sotto cattiva stella. Da quando i Montecchi hanno conquistato il potere, 14 anni fa, i poveri sono più poveri, i ricchi più ricchi, la terra è arida e il cielo coperto di nubi, e il segreto dell'Albero Fluttuante nel cuore della città sembra perduto per sempre. Mentre il giovane Romeo, la speranza dei regnanti Montecchi, scopre su quanta sofferenza si basa il dominio della sua famiglia, l'ultima discendente degli assassinati Capuleti, Giulietta, vive come un ragazzo tra i diseredati della città. Però si avvicina la data del suo sedicesimo compleanno, quando le verrà rivelato il suo fato, e intanto la sorte avvicina due destini che sembrano diversissimi.

STIGMA OF THE WIND
Titolo originale Kaze no Stigma
24 episodi x 22'
Studio di produzione: Gonzo
Anno di produzione: 2007
Il fuoco è indomabile, il vento inarrestabile: due armi spaventose nelle mani di chi li sa dominare. Ma i dominatori, a loro volta, possono essere solo delle pedine.
Ayano è l'erede della casata dei Kannagi, che da secoli proteggono il Giappone dagli spiriti malvagi esorcizzandoli con il potere del fuoco. Tutti i Kannagi ereditano questo potere e lo tramandano ai discendenti. Tutti i Kannagi, cioè, meno Kazuma, che è stato disastrosamente sconfitto dalla cuginetta Ayano e di conseguenza bandito dalla famiglia. Ma ora, dopo quattro anni, Kazuma è tornato. Ha adottato un altro nome ed ha stretto un alleanza con gli spiriti del vento. Quando i dominatori del fuoco iniziano a morire uno dopo l'altro, e le ferite indicano l'impiego del potere del vento, tutti sono pronti a sospettare di Kazuma. L'impetuosa Ayano è decisa ad assicurare il cugino traditore alla giustizia...
I romanzi di Takahiro Yamato sulla saga di Stigma hanno finora venduto oltre un milione di copie.

SUPERAUTO MACH 5
Titolo originale Mach Go Go Go
34 episodi x 25'
Studio di produzione: Tatsunoko
Anno di produzione: 1997
Seguendo le tracce del fratello, morto durante una gara automobilistica e forse vittima di un omicidio, Go Hibiki percorre i circuiti di tutto il mondo alla guida della formidabile Mach 5 costruita dal padre.
Una serie mitica sotto molti aspetti, Superauto Mach 5, ritorna in versione più nuova ma sempre affidata alla grande tradizione Tatsunoko. Dagli anni Sessanta molto tempo è passato, ma lo stile è quello - inconfondibile - e garantirà ai nostalgici i giusti soprassalti di riconoscimento e agli ammiratori dell'animazione moderna uno spettacolo di altissima qualità.

TOKYO MAJIN
Titolo originale Tokyo Majin
14 episodi x 25'
Studio di produzione: BeSTACK - Majin Production Team
Anno di produzione: 2007
Un'ondata di morti misteriose devasta la popolazione studentesca di Tokyo. E non basta: questi morti hanno preso la brutta abitudine di ritornare, e non sono piacevoli.
E non sono l'unica cosa sgradevole che sembra aver preso dimora nella capitale: scuole stregate, stormi di corvi assassini, e spettri assortiti ma sempre maligni. Sembra che tutto sia coordinato, ma come e da chi? E perché? Sei adolescenti, spinti dai poteri misteriosi che si ridestano in loro, si uniscono per combattere la minaccia soprannaturale che sembra averli presi di mira. I sei non potrebbero essere più diversi, ma la loro unica possibilità di sopravvivenza è di stringere un'amicizia in grado di resistere alle forze dell'inferno.

WELCOME TO THE NHK - Un videogioco ci salverà
Titolo originale NHK ni Youkoso!
24 episodi x 30'
Studio di produzione: NHK ni Youkoso! Production Team
Anno di produzione: 2003
22 anni e niente da fare o da desiderare: si può vivere così? Purtroppo si può, ma per fortuna di Sato due inverosimili amici lo aiuteranno a trovare una via d'uscita.
A 22 anni Sato non ha un lavoro, non studia, non fa niente. Chiuso nel suo appartamento, vivendo con un magro sussidio, guarda passare il tempo. Nella sua vita spenta fa irruzione Misaki, una diciassettenne viziata e capricciosa, che per puntiglio si impegna a risvegliare nel giovanotto un po' di energia. L'incontro con un amico di scuola scuote ancora di più Sato, che per riscattarsi sceglie un sistema inusuale: dimostreranno il proprio valore creando un videogame per giovanotti troppo soli! I tre iniziano così un viaggio nell'anima senza speranza di una generazione che dovrebbe avere tutto.
Una commedia nerissima eppure scanzonata, che esplora quello che è rimasto della generazione X, e trova rispondenza anche nella nostra realtà; un interesse confermato dalle edizioni inglese e americana.


I CLASSICI TELEVISIVI
Grandi classici, ognuno a suo modo, che ricordano ciascuno un'epoca dell'animazione e un momento della nostra nostalgia. Orrore, commedia, fantascienza, epica... un poker imbattibile prossimamente sui vostri schermi per restare.
CARLETTO IL PRINCIPE DEI MOSTRI
D'ARTAGNAN E I MOSCHETTIERI DEL RE
GALAXY EXPRESS 999
RYU IL RAGAZZO DELLE CAVERNE

Hanno bisogno di presentazione? Noi crediamo di no; ma brevissimamente ricordiamo che Carletto il principe dei mostri nasce dalla fantasia di Fujiko Fujio, che si diverte a inzuppare di comicità i classici mostri del cinema in bianco e nero; che D'Artagnan e i moschettieri del re risale al 1984 ed è un levigato prodotto di Gakken per il World Masterpiece Theatre; che Galaxy Express 999 è una delle gemme più luminose della galassia creata dalla fantasia di Leiji Matsumoto (e che abbiamo il piacere di presentare congiuntamente anche l'ultimo spinoff del mito Galaxy, Galaxy Railways); e che Ryu il ragazzo delle caverne è il veterano di queste uscite, creato nel 1971 dall'opera di uno dei padri fondatori del manga come oggi lo conosciamo, Shotaro Ishinomori.

I CLASSICI INEDITI
Sembra una contraddizione in termini, ma esistono delle serie che non sono mai arrivate nel nostro paese, eppure sappiamo benissimo che sono dei classici; che sono belle e importanti. Allora perché privarsene? Epici combattimenti, scanzonate avventure spaziali e un robot che non abbiamo mai incontrato:
SHURATO - LA LEGGENDA DELLE SFERE CELESTI
SPACE ADVENTURE COBRA
DANCOUGA

Dancouga è più una conferma che un nuovo annuncio, ma ci piace segnalare che è entrato in fase di lavorazione; Shurato è il terzo mancante nelle grandi serie di combattimento basate sul mito, e degno di comparire tra I Cavalieri dello Zodiaco e I Cinque Samurai (il chara design, per l'occasione, è di Yasuomi Umetsu). Buichi Terasawa è invece inconfondibilmente l'autore all'origine di Space Adventure Cobra, che segue l'irrefrenabile omonimo protagonista da un angolo all'altro dello spazio, perseguitato - si fa per dire - da alcune delle donne più spettacolose mai disegnate in animazione.

Victoria e David Beckham protagonisti di un fumetto di Stan Lee?

Qualche dubbio che Stan Lee cominciasse a diventare un pò troppovicino al mondo dello star system americano c’era già venuto. Oggi, ne abbiamo forse la conferma: secondo le voci che circolano sul web le prossime muse del creatore dei fumetti Marvel più amati sarebbero David e Victoria Beckham.
Stan Lee ha infatti dichiarato che Victoria e David sarebbero i perfetti protagonisti per un fumetto (o serie di cartoni animati) nel ruolo di una coppia di spie, su modello del film Mr & Mrs Smith. “Li si può immaginare in diverse situazioni in cui il calcio per David sia solo una facciata” ha detto Lee, “che copre la sua attività di spia”. Che ultimamente il calcio sia solo una copertura per David Beckham l’aveva capito mezzo mondo,ma dubito che sia per una vita da spia.
Stan Lee qualche anno fa aveva scelto Pamela Anderson come icona della serie TV Striperella (e fin lì tutto bene, ammettiamolo la Anderson è perfetta come icona per un personaggio dei fumetti), mentre in questo periodo sta lavorando con Paris Hilton (e qui scadiamo di brutto) per un’altro cartone animato in cui l’ereditiera diventa una super-eroina.

The Punisher: No Mercy

La notizia che sia in lavorazione un nuovo film sul Punitore, eroe della Marvel ben conosciuto anche qui in Italia, era nota agli addetti ai lavori e coloro che seguono più da vicino il mondo cinematografico.
Tuttavia soltanto da pochi giorni è stato annunciato un gioco che affiancherà l’uscita nelle sale di Frank Castle: The Punisher: No Mercy sarà un esclusiva PSN, quindi acquistabile online soltanto dagli utenti PS3.
L’opera in questione è uno shooter in prima persona, sviluppata dagli Zen Studios già noti per Mushroom Men su DS e Pinball FX per XBLA.
Le avventure del Punitore sfrutteranno l’Unreal Engine 3, recentemente ottimizzato anche per PS3, e i giocatori potranno cimentarsi sia in una campagna single player che in sessioni multiplayer.
I trofei verranno supportati, così come una certa libertà di caratterizzazione per il proprio personaggio durante le sessioni online.

Batman: la leggenda - è ufficiale continua la collana legata a Panorama

Confermiamo il rumor circa la nota serie a fumetti nota come Batman: la leggenda! Segue il comunicato stampa ufficiale che annuncia che l’inedita collana, dedicata all’Uomo Pipistrello, si arricchisce da fine ottobre di dieci volumi.
Batman: la leggenda, la collana di fumetti in edicola con il settimanale Panorama, dal 24 ottobre si arricchisce di 10 straordinari volumi inediti per coinvolgere i lettori in nuove appassionanti avventure del Cavaliere Oscuro. Panorama, dopo il successo ottenuto sin dalla prima uscita, con “Batman Anno Uno”, presenta una nuova serie platino dedicata ai tanti aficionados dell’Uomo Pipistrello, che hanno seguito con passione la collezione dei fumetti decretando l’ottima riuscita dell’iniziativa.
La collana “Batman: la leggenda”, inedita in Italia, si contraddistingue per il pregio del formato e per la cura nella revisione editoriale e delle traduzioni, oltre che per la ricercatezza e la bellezza delle copertine.
Anche in questa nuova serie la successione delle storie seguirà un ordine cronologico: si comincia con Terra di Nessuno, in cui Batman sembra essersi rassegnato ad abbandonare Gotham City al suo destino di distruzione, per arrivare alla lotta con il misterioso nemico Hush, che pur di annientare l’Uomo Pipistrello si metterà alla testa di tutti i suoi peggiori nemici, da Joker a Ra’s al Ghul.
A firmare le strepitose tavole di questa imperdibile serie il talento dei disegnatori Jim Lee, Jeph Loeb, Dan Jurgens e di altre impareggiabili matite. L’operazione, nata in contemporanea al lancio dell’ultimo film di Batman, campione di incassi al botteghino, è realizzata in collaborazione con Planeta De Agostini.
Il volume 11 sarà in edicola con Panorama venerdì 24 ottobre, al prezzo di 6,90 euro oltre al prezzo del settimanale. Per maggiori info www.panorama.it

BATMAN: LA LEGGENDA – USCITE 11-20

VOLUME 11: Terra di nessuno
VOLUME 12: La rabbia di due facce
VOLUME 13: Il marchio di Cain
VOLUME 14: Ritorno a casa
VOLUME 15: Il gioco degli inganni
VOLUME 16: L’ultima partita
VOLUME 17: La morte di Gordon
VOLUME 18: Relazioni pericolose
VOLUME 19: Il segreto di Bruce Wayne
VOLUME 20: Hush

Annunciata la data italiana di Spiderman: Il Regno delle Ombre

Activision ha qualche istante fa comunicato l’esatta release date italiana di Spiderman: Il Regno delle Ombre (Spiderman: Web of Shadows), nuova avventura videogiocosa dedicata al leggendario personaggio Marvel. Il gioco sarà disponibile dal 14 Novembre, ovviamente anche su Wii e Nintendo DS.

Le Cronache della Luna Nera 13mo episodio

Per i primi di Novembre è prevista l’uscita del tredicesimo volume delle Cronache della Luna Nera edito da Alessandro Editore. Per chi non è avvezzo a leggere fumetto francese urge un riassunto delle precedenti puntate, il tredicesimo è infatti il penultimo volume della serie.
Le Cronache della Luna Nera sono una serie di fumetti fantasy ideata da Francois Marcela Froideval e realizzata graficamente da Cyril Pontet (a partire dal sesto volume) , disegnatore particolare che alterna momenti di grande genialità a tavole mediocri . La serie narra le vicende del mezz’elfo Wismerhill, della sua scalata nel mondo fantastico di Lynne che lo porterà da semplice mercenario a diventare imperatore.
L’autore non è certo un novellino nel mondo Fantasy, è stato per anni collaboratore della TSR ed ha publicato alcuni manuali di aD&D prima edizione, dai suoi lavori a fumetti sono anche stati tratti giochi di miniature 3d in stile warhammer che in Francia hanno avuto grande successo.
La storia risulta molto ben congeniata secondo gli stilemi del genere, in questo tredicesimo episodio si assiste all’inizio dello scontro tra Wismerhill e Haazheel Thorn ( il figlio del Signore delle Tenebre) che si risolverà in una battaglia epica che avrà la sua conclusione nel quattordicesimo episodio, di cui in nostri amici d’oltralpe stanno aspettando l’uscita ( prevista per fine novembre in Francia) da più di due anni.
Il fumetto in conclusione è molto articolato e segue attentamente i canoni del genere, che non guasta a chi cerca un classico del fantasy ( molti giochi di ruolo si sono ispirati allo stile figurativo dell’opera) ma deluderà sicuramente chi pretende contaminazioni e novità, il costo del volume come sempre parlando di scuola francese non permette di iniziare la lettura se non si è sicuri della propria opinione sull’opera; pertanto vi consiglio di sfogliarlo attentamente in fumetteria e se si è rimasti folgorati di comperarlo. Per decidere se leggere Froideval vi propongo di visitare attentamente il sito francese; gustarvi le animazioni, e partire a cercare gli album dal numero quattro, che si dice introvabile, in alternativa leggerlo in lingua originale ( per chi può) con un notevole vantaggio di spesa ( un albo italiano costa sui 16 euro mentre in Francia si trova facilmente sotto i dieci )

Concorso per Illustratori e Disegnatori di Fumetti “Nuvole di Fumo”

Art. 1 – La Società Editrice La Torre indice un concorso per illustratori e disegnatori di fumetti al fine di valorizzare la qualità e il talento di Autori emergenti o non ancora affermati.

Art. 2 – La partecipazione al concorso è gratuita e diretta ad Autori di qualsiasi nazionalità, senza limiti di età, purchè residenti in Italia.

Art. 3 – Oggetto del concorso è la realizzazione di un’illustrazione o di un fumetto inedito che dovrà essere frutto dell’inventiva e della creatività dell’Autore per la pubblicazione sulle pagine della rivista di illustrazione e di disegno a fumetti “Nuvole”.

Art. 4 – La scelta del soggetto e dei personaggi da rappresentare è libera purché non sia ispirata a soggetti, a personaggi o a vicende tratti da opere di ingegno di altri Autori.

Art. 5 – I partecipanti si rendono garanti dell’originalità del materiale presentato. Nel caso in cui le opere risultino già edite, ne verrà dichiarata l’immediata esclusione.

Art. 6 – I partecipanti per la categoria “Illustrazione” dovranno inviare una tavola in formato A3 (42x29,7 cm), realizzata con qualunque tipo di tecnica, su carta o su cartoncino flessibile o rigido. Non verranno prese in considerazione né restituite tavole di formato inferiore o superiore ad A3.

Art. 7 – I partecipanti per la categoria “Fumetto” dovranno inviare una storia a puntate o conclusiva di non meno di 5 e non più di 20 tavole in formato A3 (42x29,7 cm), realizzata con qualunque tipo di tecnica, su carta o su cartoncino flessibile o rigido. Non verranno prese in considerazione né restituite storie di lunghezza inferiore a 5 o superiore a 20 tavole e tavole di formato inferiore o superiore ad A3.

Art. 8 – Le tavole prodotte in originale, pena l’esclusione dal concorso, dovranno essere inviate alla Segreteria di Redazione in busta chiusa a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno al seguente indirizzo postale entro e non oltre il 16 febbraio 2009 :

Società Editrice La Torre
Via Sapienza, 1
81020 San Marco Evangelista (CE)


Le opere inviate dopo tale data non saranno prese in considerazione. A tal fine farà fede il timbro e la data dell’ufficio postale che spedisce la raccomandata. Le spese di spedizione postale saranno a carico dei partecipanti.

Art. 9 – Le opere in concorso per la categoria “Illustrazione” dovranno essere accompagnate dalla scheda di partecipazione debitamente firmata contenente i dati personali dell’Autore (nome, cognome, indirizzo postale, e-mail e numero di telefono) e da una scheda di presentazione dell’opera comprensiva di titolo e categoria di partecipazione.

Art. 10 – Le opere in concorso per la categoria “Fumetto” dovranno essere accompagnate dalla scheda di partecipazione debitamente firmata contenente i dati personali dell’Autore (nome, cognome, indirizzo postale, e-mail e numero di telefono) e da una scheda di presentazione dell’opera comprensiva di titolo, categoria di partecipazione, informazioni sulla periodicità (a puntate o conclusiva) e numero di tavole.

Art. 11 – Le opere in concorso per la categoria “Illustrazione” saranno valutate direttamente dagli utenti, attraverso il sito web della rivista su cui verranno presentate, che esprimeranno il loro voto a favore della pubblicazione dell’opera. Ogni voto corrisponderà a un preordine della rivista “Nuvole” e comporterà un obbligo di acquisto da parte dell’utente. Il numero minimo di preordini da raggiungere affinchè la rivista possa essere stampata non dovrà essere inferiore a 200 e sarà calcolato sulla base della somma dei voti di tutte le opere in concorso per le due categorie.

Art. 12 – Le opere in concorso per la categoria “Fumetto” saranno valutate direttamente dagli utenti, attraverso il sito web della rivista su cui verranno presentate in forma parziale, che esprimeranno il loro voto a favore della pubblicazione dell’opera. Ogni voto corrisponderà a un preordine della rivista “Nuvole” e comporterà un obbligo di acquisto da parte dell’utente. Il numero minimo di preordini da raggiungere affinchè la rivista possa essere stampata non dovrà essere inferiore a 200 e sarà calcolato sulla base della somma dei voti di tutte le opere in concorso per le due categorie.

Art. 13 – Le opere in concorso per la categoria “Illustrazione” che contribuiranno con un maggiore numero di voti al raggiungimento del numero minimo di preordini saranno pubblicate gratuitamente sulle pagine della rivista “Nuvole”. A parità di voti, l’Editore si riserva la decisione del numero massimo di illustrazioni pubblicabili sulla rivista in base al computo delle pagine previsto per ogni numero, garantendo alle opere eccedenti la pubblicazione sul numero successivo.

Art. 14 – Le opere in concorso per la categoria “Fumetto” che contribuiranno con un maggiore numero di voti al raggiungimento del numero minimo di preordini saranno pubblicate gratuitamente sulle pagine della rivista “Nuvole” e agli Autori verrà riconosciuto un compenso di € 2,00 a tavola pubblicata . A parità di voti, l’Editore si riserva la decisione del numero massimo di storie pubblicabili sulla rivista in base al computo delle pagine previsto per ogni numero, garantendo alle opere eccedenti la pubblicazione sul numero successivo.

Art. 15 – I diritti delle opere vincitrici rimarranno di proprietà degli Autori che li metteranno gratuitamente a disposizione della Società Editrice La Torre per la pubblicazione sulle pagine della rivista “Nuvole”.

Art. 16 – Le opere non vincitrici non potranno essere utilizzate dall’Editore. Le tavole saranno restituite a tutti i partecipanti che ne faranno espressa richiesta dietro pagamento delle spese di spedizione postale.

Art. 17 – I partecipanti al concorso sollevano l’Editore da ogni responsabilità per tutte le questioni che potrebbero insorgere compreso il danneggiamento, il furto o l’incendio delle opere durante il trasporto, la mancata pubblicazione e la loro restituzione.

Art. 18 – Gli Autori riconoscono all’Editore il diritto di riprodurre le loro opere su cataloghi, manifesti, pieghevoli o altri stampati relativi alla rivista, nonché su qualsiasi altro supporto utile alla promozione della stessa.

Art. 19 – La partecipazione al concorso implica l’accettazione di tutti gli articoli del presente regolamento. All’Editore spetta il giudizio finale sui casi controversi e su quanto non espressamente previsto.


Scarica il bando in formato .pdf

giovedì 23 ottobre 2008

La Marvel conferma un film sul Dr. Strange

Doveva essere una delle prossime creazioni di Guillermo Del Toro, annegato poi in un mare di altri progetti che lo terranno impegnato fino al 2017. Ma il film su Dr. Strange dovrebbe farsi in ogni caso, anche senza di lui.
La conferma arriva proprio da uno dei rappresentanti dei Marvel Studios, Kevin Feige: “Dr. Strange è uno dei personaggi migliori che abbiamo. Rappresenta un universo della Marvel, quello del magico, che non abbiamo ancora esplorato sugli schermi, e che sarebbe davvero emozionante trasporre“.
Dr. Strange è uno dei personaggi più intriganti e rappresentativi del mondo Marvel, con una biografia che sembra creata ad arte per farne un film, infatti Kevin Feige si sbaglia nel dire che non è mai stato esplorato sugli schermi, infatti Strange già trentanni fa raggiunse il piccolo schermo con un film per la TV di scarso successo (anche se non era fatto male), speriamo che il film cinematografico vada meglio. Film che dovrebbe arrivare nel 2012-2013. Chi sarà alla regia? Non si sa ancora, ma molti addetti ai lavori sussurrano un nome, tale Neil Gaiman, che avrebbe dovuto scrivere lo script con Del Toro e che da tempo cerca l’occasione per dirigere.

Aladygma, il progetto misterioso di J.J. Abrams si trasforma in un fumetto

Chi frequenta Cineblog.it conosce sicuramente il viral-fenomeno Aladygma!
Recentemente è stata pubblicata online la prima pagina del fumetto intitolato Red Cloak Memories, collegato direttamente a questo misterioso progetto di J.J. Abrams (produttore di Cloverfield e regista del prossimo film di Star Trek).
Dalla prima tavola emergono alcuni spunti interessanti. Prima di tutto il fumetto sembra legato al personaggio del Mercante. Infatti, cliccando sul disegno di presentazione (che trovate qui) venite indirizzati al Bazar! Una volta giunti in quest’area potrete partecipare alla asta/gioco per conquistare nuove tavole di Aladygma, tramite i dyllar, la fanta-moneta messa a disposizione dai produttori. Il premio per il vincitore dell’asta sarà quello di poter pubblicare la tavola in anteprima sul blog personale!
Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.