HOME BLOG FUMETTI CHARACTERS ARTICOLI REGOLE CONTATTI LINK RICERCHE MERCHANDISING

sabato 30 agosto 2008

Virgin Comics chiude negli USA!

Doveva essere il terzo incomodo tra Marvel e Dc, per quanto riguarda il mondo dei supereroi, rivisti in chiave indiana-orientale, ma stando alle notizie che provengono dall’altro lato dell’Atlantico, le previsioni non sono state rispettate e ora la Virgin Comics, la sezione dedicata ai fumetti dell’impero multimediale di Sir Richard Branson, passa un brutto quarto d’ora.
La sede di New York della società è stata chiusa, se ne prevede lo spostamento a Los Angeles e presumibilmente anche una nuova strategia di mercato per la Virgin Comics, come ha affermato il CEO Sharad Devarajan, presidente della Gotham Entertainment, la maggiore casa editrice del panorama indiano, dalla cui alleanza con la Virgin è nata appunto la Virgin Comics.
Devarajan ha affermato che anche il periodo di recessione mondiale è stato decisivo per la crisi della Virgin Comics e che presto si conosceranno i dettagli sul futuro della compagnia. La chiusura comunque riguarda soltanto la Virgin Comics e non la Gotham Entertainment di Devarajan, compagnia molto attiva sul mercato dell’Asia sudorientale.
La Virgin Comics era nata con l’intento di portare la mitologia indiana nel panorama fumettistico occidentale, pubblicando i fumetti editi dalla Gotham Entertainment; puntava poi al mondo del cinema con altre due linee editoriali, la Director’s Cut, con fumetti scritti da importanti registi quali Guy Ritchie e John Woo, e The company’s Voice, linea editoriale con fumetti ideati da attori come Nicholas Cage, Jenna Jameson e altri grandi nomi del mondo dello spettacolo e della musica.

giovedì 28 agosto 2008

LE ORIGINI SEGRETE DI RAT-MAN, OVVERO I SUOI DUE ANTENATI DIMENTICATI


Nel mondo del fumetto - come in quello del cinema - vi sono star che prima di diventar famose hanno interpretato ruoli di cui non vanno assolutamente fiere.
Anche se in questo caso più che di ruoli si dovrebbe parlare di antenati di cui si vorrebbe tenere nascosta l'esistenza. Infatti prima del Rat-Man di Leo Ortolani c'è stato il Rat-Man degli Zero Heroes! Chi sono gli Zero Heroes, sono un serie di 66 card umoristiche su supereroi demenziali distribuite da General Mills and Donruss nel 1983 e poi ristampate sotto versione di stickers da vari editori in vari paesi del mondo.
E tra gli Zero Heroes picca un Rat-man che assomiglia in modo impressionante a quello di Ortolani, il costume è quasi identico con il giallo come colore dominante e il marrone che viene sostituito da un blu elettrico.
Penserete allora che quello di Ortolani almeno è il primo Ratman italiano, ma non così. Prima del fumetto, edito attualmente da Panini Comics, esisteva un Ratman molto più sensuale e perverso.
Nel 1989, infatti, solo un anno prima dell'esordio ufficiale del supertopo di Ortolani, è uscito nelle edicole, edito da Renzo Barbieri, un tascabile porno dal titolo "Ratman".
L'albo, realizzato dal duo Ventura-Pinaglia, ha come protagonisti gli aitanti Ratman e Trombyn, che dietro l'apparenza di tombeur de femmes nascondono in privato una torbida e "gaia" relazione. Naturalmente il tutto risulta un chiaro riferimento alle accuse fatte dal Dr. Fredric Wertham nel suo libro Seduction of the Innocent del 1954 in cui accusa Batman di Robin di essere omosessuali (anche se oggi si sarebbe parlato più di pedofilia) e che costrinse a creare i personaggi di Bat-Woman e Bat-Girl per farle flirtare con il Dinamico Duo chiarendo la loro eterosessualità.
Comunque tornando a Rat-Man si nota come se il personaggio degli Zero Heroes e quello di Renzo Barbieri sembrano essersi fusi e trasformati in quello di Ortolani, infatti è come se si fosse preso la testa e il logo di quello di barbieri per metterli sul corpo di quello di Zero Heroes, il tutto naturalmente reinterpretato secondo il magnifico stile di Ortolani.
Comunque nonostante tutto va detto che nessuno dei due predecessori avrebbe mai potuto conquistare il cuore di milioni di fans.

Le vere origini segrete di Superman

L’origine del personaggio di Superman viene svelata nel libro The Book of Lies di Brad Meltzer, libro che uscirà il prossimo 2 settembre negli Stati Uniti.
Superman o Clark Kent (od anche Kal-El), è un personaggio dei fumetti creato nel 1934 da Jerry Siegel e Joe Shuster.
L’origine di questo personaggio, secondo l’autore del libro, è dovuta ad un evento traumatico, una rapina avvenuta il 2 giugno del 1932 a Cleveland (Ohio), in cui perse la vita Mitchell Siegel padre di Jerry.
"Alle 20.10, nel suo negozio di abiti usati, Siegel venne rapinato da tre uomini, che esplosero un colpo di pistola. Siegel non venne colpito dalla pallottola, ma venne colto da infarto e morì subito. I tre rapinatori, non furono mai identificati. Siegel era un ebreo, nato in Lituania, immigrato negli Stati Uniti alla ricerca del sogno americano."
Jerry fino a quel momento aveva un'idea diversa del superuomo, di Superman, infatti poco tempo primo della morte del padre scrisse un racconto intitolato "The reign of the Superman" in cui il protagonista era una superuomo che dominava il mondo come un tiranno malvagio e contro cui gli uomini progettano una rivolta.


Questo Superman che non è invulnerabile o capace di volare, ma dotato di una mente sovraumana (e che assomiglia un pò a Lex Luthor con la sua pelata), vedrà la stampa l'anno dopo la morte del padre di Siegel sul numero del gennaio del 1933 del magazine Science Fiction.
Ma dopo l'incidente del padre, Jerry, all’età di 17 anni, rielaborò la sua idea del superuomo inventando un eroe fortissimo, invincibile ed immortale, un uomo d’acciao che combatte i criminali: Superman.
Per delineare meglio il personaggio, Jerry si fece aiutare dal suo amico del cuore Joe Shuster. Per 5 anni, dal 1933, Jerri e Joe cercarono di vendere la loro storia agli editori, fino a che non approdarono alla DC.
Guarda caso, la prima impresa di Superman fu proprio quella di salvare un uomo aggredito da un rapinatore mascherato.



La cosa però veramente incredibile in tutto ciò è la somiglianza tra la storia e le origini di un altro supereroe, Batman, che viene dato alla stampa solo un anno dopo il primo numero di Superman sotto l'etichetta della National Comics, l'attuale DC, possibile che Siegel e Bob Kane si siano conosciuti prima del successo dei loro personaggi e che Jerry abbia raccontato il suo dramma al giovane collega ispirandolo così nella scrittura delle origini del cavaliere oscuro di Gotham? Questo forse però non lo sapremo mai.

Lucca Comics 2008, il programma dell'evento

Il programma del Lucca Comics 2008 è davvero appetitoso: mostre (tenute nella splendida location di Palazzo Ducale) sia di autori italiani (Silvia Ziche, Andrea Bruno) ma anche di grandi penne internazionali (una rassegna sul fumetto polacco, una mostra di Grzegorz Rosinski, autore di Thorgal, una sezione dedicata interamente a François Boucq). La mostra mercato, appuntamento sempre attesissimo dai collezionisti, si terrà durante la tre giorni del Lucca Comics; nel Loggiato Pretorio ampia visibilità per le autoproduzioni della “Self Area” (e si sa quanto occorrano palcoscenici di grande importanza come quello lucchese per potersi far conoscere dagli addetti ai lavori).
Il Lucca Project Contest avrà come sempre l’illustre patrocinio di Panini Comics e premierà con la pubblicazione il miglior progetto di fumetto originale. Tornerà la sempre apprezzata “Area Japan”, quest’anno in piazza San Romano, e prevalentemente incentrata su Goldrake.
Collegato al Lucca Comics ci sarà “Music & Comics” con gruppi emergenti (anche loro impegnati in una gara per premiare la migliore cartoon cover band) ma anche ospiti di grande rilievo e legati al mondo del cartoons: Cristina D’avena, i Gem Boy, Vito Tommaso accompagnato dalla Banda Dei Bucaioli.
Sabato 1 novembre e domenica 2 novembre, sul palco di Music & Comics, la sfilata di Lucca Cosplay unita ad un concorso fotografico gratuito e aperto a tutti che verterà sul Cosplay. Oltre alla premiazione della foto vincitrice, gli scatti più meritevoli saranno esposte durante il Lucca Digital Photo Fest 2008.
Nella sezione del Lucca Games 2008 premiazione del miglior gioco inedito tra quelli che si sono iscritti al contest, mostre e seminari dedicati ai 20 anni del Fantacalcio e i 15 anni di Magic The Gathering ma anche ai 15 anni dello stesso Lucca Games (prima edizione 1993). Ospiti 2008 i tre Guest of Honor: Christian Petersen, Mark Tedin e Tracy Hickman.
Questo è solo un breve assaggio di cosa offrirà Lucca durante il Lucca Comics and Games 2008, programma completo sul sito ufficiale

mercoledì 27 agosto 2008

Kenshiro den Zero - il trailer del nuovo film di Ken il guerriero



Sono passati quasi due mesi dall’arrivo nei cinema italiani del film di Ken il guerriero.
Oggi vi rendiamo disponibile il trailer di Hokuto no Ken - Kenshiro densetsu Zero, che verrà trasmesso in Giappone a partire dal 11 ottobre. In questo nuovo episodio, quinto ed ultimo, il protagonista assoluto sarà il principale il successore della sacra scuola di Hokuto.

Popgun Vol 2, storie complete online gratis

Lo scorso 16 luglio è uscito negli USA il secondo volume di Popgun, il volume antologico edito da Image Comics che raccoglie un ricchissimo cast di autori alle prese con storie più o meno brevi di vario genere per un totale di ben 460 pagine.
Sul sito dedicato al volume potete trovare sei storie complete da leggere online: Bastard Road di Dave Curd e Brian Winkeler, Clockwork People di Yann Krehl e Christian Nauck, Kid Revolver di Anthony Wu, Lady in Space di Gisela Marrero e Ancor Gil, Loner di Tim Daniel e Ming Doyle, Story of Evolution di Tim Hamilton (che per quanto mi riguarda se la gioca con Bstard Road per il posto di miglior storia tra quelle in anteprima). Buona lettura!

Warner dichiara guerra a Bollywood per il "sosia" indiano di Harry Potter

La Warner Bros ha denunciato lo studio di produzione cinematografica indiano che ha realizzato il film "Hari Puttar - A Comedy of Terrors", evidente riferimento alla saga del famoso maghetto Harry Potter. Secondo la Warner, "Puttar" infrange le leggi sul copyright: prodotto dalla Mirchi Movies, il film si basa sulle vicende di un bambino indiano di 10 anni che viene portato in Inghilterra.
In effetti il sapore è un po' quello del "Pompeian olive oil" o del "parmesan cheese". Il cibo italiano taroccato che si trova all'estero. O per restare in tema cinematografico la sensazione è la stessa che i fan di Karate Kid hanno provato di fronte al "Ragazzo dal kimono d'oro" (anche se li la cosa era molto meno spudorata, ma soprattutto era più che legale).
Il più delle volte operazioni di questo tipo sono passate inosservate ma la Warner questa volta ha deciso di dare battaglia. L'uscita del film è prevista per il prossimo 12 settembre. "Abbiamo fatto ricorso alle vie legali - ha detto un portavoce della Warner Bros - E' nostro diritto tutelare la proprieta' intellettuale delle nostre opere, comunque non renderemo pubblici gli sviluppi del dibattito giudiziario finché non sarà concluso".
E quelli di Bollywood come si difendono? "Avevamo registrato il titolo 'Hari Puttar' nel 2005 - dice l'amministratore delegato della Mirchi Movies -, il film non ha nulla a che fare con Harry Potter: vedremo come andrà a finire". Uno strano modo di difendersi visto che nel 2005 la saga del maghetto non solo era già in stadio avanzato a livello letterario, ma anche al cinema aveva alle spalle ben quattro episodi...

Spider man parlerà giapponese ancora una volta

Dopo il discutibile telefilm nipponico degli anni 70 dedicato all'Uomo Ragno, ecco che il nostro simpatico tessiragnatele di quartiere torna a parlare giapponese.
Marvel e Madhouse uniranno le forze per creare ben 4 nuovi anime ispirati ai supereroi più amati. Il debutto sarebbe previsto per la primavera del 2010. Sim Philips, presidente di Marvel International, ha dichiarato che verrà creato un nuovo universo parallelo Marvel e i supereroi verranno ripensati, non solo nel look, per adattarli alla cultura giapponese.
Non è ancora chiaro chi saranno i protagonisti dei nuovi anime. Pare però quasi sicuro l’adattamento in salsa giapponese di Spiderman e Iron Man.

martedì 26 agosto 2008

Da Mandrake a Dylan Dog, i prossimi cine-fumetti

Dopo il successo del bellissimo "Il cavaliere oscuro", contemporaneo al flop dell'inutile secondo Hulk con Edward Norton, sembra che il cinema fumettistico si sia svegliato e coalizzato per offuscare la casa di produzione fondata da Stan Lee.
A parte i Watchmen di Alan Moore, della stessa casa editrice di Batman e SUperman (DC Comics) le novità più interessanti vengono da adattamenti di fumetti più antichi e (oggi) meno popolari.
Sono in arrivo, infatti, sia The Spirit di Will Eisner che il leggendario Mandrake di Lee Falk.
Diretto da Frank Miller, fumettista autoe di Sin City e 300 al suo esordio come regista, The Spirit racconterà la storia di Danny Colt/The Spirit (Daniel Macht), criminologo creduto morto che torna come spettro vendicatore deciso a ripulire le strade di Central City. Nel cast anche Scarlett Johansson, Samuel L. Jackson e Eva Mendes.
Il film su Mandrake, previsto per il 2009, sarà diretto da Chuck Russel mentre toccherà a Jonathan Rhys Meyers il compito di vestire il frack dell'elegantissimo mago che combatte il crimine.
Creato nel 1934, il personaggio di Mandrake fu già portato sullo schermo negli USA nel 1939, mentre il nostro caro maestro Federico Fellini ne carezzò per lungo tempo l'idea di un adattamento, ma il progetto non andò mai in porto. Inoltre, la stessa Hyde Park Film, produttrice del film su Mandrake, ha appena avviato la produzione di Dead of Night, il film su Dylan Dog diretto da Kevin Munroe e interpretato da Brandon Routh. Infine, come non citarlo, doina su tutti il progetto di Steven Spielberg di portare sugli schermi il ragazzo prodigio TinTin. Hollywood è così sicura del successo del film che uscirà nel 2009 che ha già in cantiere il sequel diretto da Peter Jackson.

Mostra e Mercato del fumetto di Falconara 2008

Sabato 29 agosto si inaugura a Falconara Marittima la 25esima edizione della Mostra Mercato del Fumetto. Due le mostre in programmazione quest’anno: Le Piste di Tex, dedicata al ranger di casa Bonelli, e una personale di Lucio Filippucci, disegnatore tra le altre cose delle avventure del Docteur Mystere sui testi di Alfredo Castelli e del Texone intitolato Seminoles uscito lo scorso giugno.
Le mostre, ad entrata libera, rimarranno aperte fino al 4 settembre e saranno ospitate dal Centro Cultura Pergoli. Inoltre nei giorni 29 30 31 si svolgerà il consueto mercato con vendita e scambio di fumetti nuovi e usati. Qui trovate la locandina della manifestazione

190mila euro per un replica della "Batmobile"

Paul Garlick, un eccentrico imprenditore britannico, ha sborsato 150mila sterline (pari a circa 190mila euro, pure poco nove anni fa dovevi pagare 250.000 per la replica della batmobile degli anni '60 usata da Adam West e per avere questo prezzo scontato te le inviavano a pezzi via posta e poi tu te la dovevi montare) per farsi costruire una replica, perfetta e fedele nei minimi dettagli, della “Batmobile”, l’automobile del personaggio dei fumetti Batman, così come appare nel film del 1989 firmato dal regista americano Tim Burton (anchio avrei scelto la stessa).
Il veicolo che si è regalato Garlick è la terza Batmobile esistente, e soprattutto funzionante, al mondo. Sono stati necessari 18 mesi, ossia un anno e mezzo, per portare a termine la costruzione della macchina, lunga sei metri e mezzo. La carrozzeria è stata realizzata in fibra di carbonio sulla base di un un calco preso dall’originale, utilizzata per le riprese della prima pellicola dedicata alla saga dell’uomo-pipistrello.
Secondo quanto precisato dal fabbricante, la “Z Cars”, sono servite oltre 500 ore di lavoro per sfornare il clone della Batmobile. L’auto può raggiungere la velocità massima di 210 km/h (e beh, non per nulla è la batmobile).

confermato il seguito di Marvels di Busiek e Alex Ross

Durante la conferenza Marvel, al Fan Expo di Toronto, è stato annunciato un entusiasmante progetto che possiamo definire il seguito ideale di Marvels.
Marvels è la miniserie, scritta da Kurt Busiek e dipinta da Alex Ross, dove viene narrata la vita nell’universo Marvel attraverso il punto di vista di un fotografo di New York e di altri suoi concittadini.
La nuova miniserie (quattro albi) , intitolata Marvels: Eye of the Camera, esordirà a dicembre e sarà scritta dal solito Kurt Busiek. Alle matite non troveremo il solito impegnatissimo Ross (no! NO! NOOO! PERCHE' MONDO CRUDELE!), ma un Jay Anacleto che speriamo saprà stupirci!

Kevin McKidd, sarà il nuovo Highlander

Lo scozzese Kevin McKidd (che, ad onor di cronaca, è stato fra i favoriti anche per il ruolo di Thor, nuova produzione Marvel diretta da Matthew Vaughn) ha confermato in diretta, durante una intervista per una radio di Dublino, di essere stato contattato dalla produzione del remake di Highlander.
A quanto sembra gli sarebbe stato offerto il ruolo che fu di Christopher Lambert.

domenica 24 agosto 2008

Per un errore nel suo primo cortometraggio il copyright di Topolino potrebbe essere non valido e il personaggio sarebbe di dominio pubblico

Un errore materiale nella schermata iniziale del primo cortometraggio di Topolino, 'Steamboat Willie' del 1929, potrebbe far perdere agli eredi di Walt Disney i diritti sul topo piu' famoso del mondo.
E' quanto scrive il Los Angeles Times citando Gregory Brown un ex archivista della Disney secondo cui il copyright non e' valido e quindi nessuno possiede i diritti su Mickey Mouse, stimati in circa 3 miliardi di dollari.
Brown ha scoperto ci sono delle imprecisioni: sul primo fotogramma in cui viene presentato il titolo dalla 'Disney Cartoons' 'Mickey Mouse' in 'Steamboat Willie', definito poche righe dopo 'A Walt Disney comic'.
Fin qui tutto bene ma il problema e' che sulla riga successiva appare 'di Ub Iwerks' (l'animatore dei disegni) e a seguire la citazione, "Registrato dalla Cinephone'). Solo in fondo la dizione chiave: 'Copyright' con la data in numeri romani 1929.
Secondo Brown la presenza di altri nomi prima della voce che rivendica i diritti d'autore puo' mettere formalmente in dubbio la paternita' esclusiva di Mickey Mouse universalmente riconosciuta a Walt Disney.

Superman ripartirà da zero per il nuovo film

In un articolo apparso sul Wall Street Journal la Warner Bros. ha confermato le speculazioni fatte da molti: l’enorme successo al botteghino ottenuto da The Dark Knight sia negli USA che nel resto del mondo li ha convinti a rivedere i progetti cinematografici dei personaggi della DC, Superman in testa.
Vedremo al cinema un nuovo film dedicato all’Azzurrone che si distanzierà da Superman Returns di Brian Singer sia per i toni, che saranno più dark e realistici, sia perché si tratterà di una nuova ripartenza, similmente a quanto fatto dalla Marvel con l’Hulk interpretato da Edward Norton.
La vicinanza con l’approccio Marvel non si ferma qui. Anche la Warner Bros./DC ha intenzione di costruire un universo cinematografico coerente come il DC Universe Animation e per questo sono in preparazione film dedicati a Lanterna Verde, Flash, Wonder Woman e Freccia Verde.
Il progetto dedicato a una JLA con membri giovani di cui vi abbiamo parlato alcune volte è stato sospeso, così come il chiacchieratissimo Superman & Batman. Nei prossimi tre anni ci aspettano quindi le nuove pellicole dedicate a Superman e Batman più altri due supereroi DC non ancora annunciati.

Quando la blogosfera incontra il fumetto

Cosa succederebbe se i più promettenti web writers incontrassero gli illustratori più innovativi? È quello che si devono essere chieste le blogger ed esperte di comunicazione multimediale Cristina Vannini Parenti e Lucia Saetta, curatrici del nuovissimo progetto Blog&Nuvole, nato con il patrocinio di Confartigianato Imprese e in collaborazione con la Triennale di Milano e con la Fondazione Cologni dei mestieri d’Arte. L’idea è semplice: i blogger producono i loro testi, i fumettisti li illustrano. Quindi, un’autorevole giuria sceglierà i cinque migliori “incontri” tra parole e immagini che vinceranno un premio e verranno pubblicati in un catalogo dell’editore Comma 22 a tiratura nazionale.
Il progetto partirà il 15 settembre, quando verrà attivato il blog http://blognuvole.splinder.com con il manifesto del Progetto, alcuni contenuti straordinari e i cinque argomenti attorno ai quali costruire il proprio testo che dovrà essere inviato alla Redazione di Blog&Nuvole (redazione.blognuvole@gmail.com). Dal 1º novembre i migliori scritti verranno pubblicati sul blog e i fumettisti potranno scegliere a quali ispirarsi per le loro tavole da consegnare entro il 15 gennaio 2009. La premiazione avverrà il 19 marzo 2009 alla Triennale di Milano.






Confermata la nuova serie di Full Metal Alchemist

Nuovo anime in arrivo per Full Metal Alchemist. La notizia circolava tra i fan già da qualche mese, ma fino a ora lo Studio Bones aveva sempre negato che fosse allo studio Full Metal Alchemist 2.
La conferma ufficiale è arrivata da una pubblicità apparsa sulla copertina del 20esimo numero del manga di Full Metal Alchemist (la vedete qui a fianco).
Al momento non c’è nessun dettaglio sulla trama, che dovrebbe comunque essere ispirata al manga. Il nuovo anime debutterà sulla TV giapponese nell’aprile 2009.

venerdì 22 agosto 2008

Iron Man - la scena tagliata in cui Tony Stark rimorchia tre modelle

Ecco per voi una scena inedita tratta da Iron Man il film di Jon Favreau, grande successo commerciale del 2008. Nella scena vediamo Tony Stark andare alla festa di un rapper e finire in camera da letto con tre pseudo-modelle.

Conferma ufficiale Peter Jackson sceneggerà "Lo Hobbit"

Se ne parlava da tempo ma adesso la notizia è ufficiale. Il fruttuoso rapporto tra Peter Jackson e J.R.R. Tolkien prosegue e il regista neozelandese dopo la fortunata trilogia de "Il signore degli anelli" firmerà anche due film tratti da "Lo hobbit". Jackson ha siglato l'accordo con i produttori e sarà ora impegnato a scrivere la sceneggiatura mentre la regia questa volta toccherà a Guillermo del Toro.
Il regista, 47 anni, realizzerà il copione in collaborazione con le autrici Fran Walsh e Philippa Boyens, che hanno già lavorato con Jackson per il "Signore degli Anelli" e vinto insieme l'Oscar per la miglior sceneggiatura non originale nel 2003 per l'ultimo episodio della trilogia, "Il ritorno del re".
La prima pellicola, che era stata annunciata poco dopo la conclusione della trilogia dell'Anello, sarà incentrata sul giovane Bilbo Baggins: insieme a una compagnia di nani e al mago Gandalf, dovrà affrontare un avventuroso viaggio verso la Montagna Solitaria per recuperare un tesoro perduto. Da parte dei fan però servirà ancora un po' di pazienza: Jackson e Walsh, anche produttori esecutivi del progetto, hanno infatti fatto sapere che le riprese dei film inizieranno verso la fine del 2009 in Nuova Zelanda e l'uscita nelle sale è prevista per il 2011 e il 2012.

True Blood, online il prequel a fumetti della serie televisiva

True Blood è una serie televisiva ideata da Alan Ball, lo stesso di Six Feet Under, che debutterà negli USA il prossimo 7 settembre sulla HBO.
Basata sulla serie di romanzi Southern Vampire Mysteries di Charlaine Harris, la serie racconterà delle non-vite di un gruppo di vampiri di stanza a New Orleans e di come la loro vita campi con l’arrivo del sangue sintetico chiamato TruBlood.
Il fumetto pubblicato sul sito ufficiale della serie funge da prologo alla serie e verrà serializzato con un aggiornamento a settimana. Autori del fumetto sono David Wohl, già sceneggiatore per la Top Cow, e Jason Badower, disegnatore dei webcomics dedicati al telefilm Heroes.

giovedì 21 agosto 2008

Bakuman, il nuovo manga dei creatori di Death Note, si legge on-line gratis

C’è un quaderno, ma nessun omicidio. Almeno per il momento. Bakuman, il nuovo manga di Tsugumi Ohba e Takeshi Obata, i creatori di Death Note, per ora non ha fatto nessuna vittima. Nel primo capitolo pubblicato da Shonen Jump conosciamo Mashiro Moritaka, un ragazzo decisamente pessimista sul proprio futuro professionale. Vorrebbe diventare mangaka, ma la strada del fumetto è dura da perseguire…
Mashiro ha una cotta per un compagna di classe e trascorre le ore di lezione a farne ritratti sul suo quaderno. Un giorno durante ricreazione il compagno di classe Takagi Akito trova per caso il quaderno di Mashiro con i disegni della compagna e gli chiedi di aiutarlo per la creazione di un nuovo manga: Takagi scriverà i testi e Mashiro disegnerà.
In un primo tempo Mashiro non sembra molto convinto, anche a causa dell’esperienza dello zio che era un disegnatore di manga. Takagi lo porta però a casa di Azuki, la ragazza di cui Mashiro è innamorato. Lo costringe a confessarle il suo amore e Mashiro promette a Azuki che la sposerà solo se il suo manga avrà successo…
Bakuman, insomma, segna una decisa svolta rispetto alle atmosfere dark di Death Note. Per il momento appare come una commedia con ampi riferimenti all’esperienza degli autori nel mondo del fumetto giapponese. Ci saranno sorprese nei prossimi capitoli?
Intanto il primo capitolo di Bakuman è disponibile online sul sito Jumpland, dove potete leggere le avventure dei due protagonisti di Bakuman in 4 lingue (inglese, francese, tedesco e giapponese). Per vederlo bisogna scaricare il browser di Jumpland, che funziona solo con Windows XO o Vista. Il primo capitolo di Bakuman sarà online gratuitamente fino al 31 agosto

Tom Cruise e Sam Raimi in trattative per l'adattamento di Sleeper

Secondo quanto riportato da Hollywood Reporter, Tom Cruise e Sam Raimi sono in trattative per portare sul grande schermo Sleeper, l’acclamata serie noir scritta da Ed Brubaker e disegnata da Sean Philips edita dalla DC/Wildstorm.
Cruise dovrebbe interpretare il protagonista mentre Raimi si dovrebbe limitare alla produzione della pellicola.

Indovina Chi? incontra i supereroi Marvel

È un uomo? È un mutante? È buono o cattivo? I supereroi Marvel sono davvero tanti e per vincere in questa speciale edizione di Indovina Chi? dovreste essere in grado di leggere nella mente del vostro avversario come il Professor X degli X-Men.
Guess Who?, il classico gioco da tavolo in cui bisogna indovinare un personaggio misterioso, acquisisce i superpoteri in questa edizione speciale realizzata in collaborazione con la Marvel. Da Wolverine a Hulk, da Spiderman a Iron Man, ci sono 48 supereroi Marvel da scoprire sulla tavola di Indovina Chi?.
Indovina Chi? in edizione Marvel è in vendita su Entertainment Earth a 21,99 $.

mercoledì 20 agosto 2008

Problemi legali per Watchmen, il film a grave rischio

Tempo addietro vi avevamo parlato della causa intentata dalla FOX contro la Warner Bros. riguardante i diritti di sfruttamento di Watchmen, la miniserie scritta da Alan Moore e disegnata da Dave Gibbons di cui Zack Snyder ha diretto la versione cinematografica di prossima uscita.
Variety riporta la decisione del giudice di negare la richiesta della Warner di scartare l’accusa della FOX. Se la causa sarà vinta dalla FOX questa potrà quindi godersi una parte dei profitti derivati dal film ma sorprendentemente la FOX sostiene di preferire il blocco della distribuzione della pellicola rispetto a una parte degli incassi.
L’uscita di Watchmen è prevista per il 6 marzo negli USA, quindi la decisione della corte è attesa in tempo relativamente brevi. Se il trailer vi aveva fatto sperare bene, iniziate a incrociare le dita.

La Walt Disney Production Italia mette lo Zio Paperone in pensione

Con il numero di agosto, il numero 216 per la precisione, chiude una testata storica con ventennale esperienza dedicata ad un pubblico adulto, ai collezionisti: chiude Zio Paperone.
La crisi del fumetto Disney sembra non avere fine. A darne i primi avvisi, il blog di Luca Boschi al fondo di un post su Diego Ceresa.
Sotto, Dieco in un dibattito con Marco Rota (copertinista e retrocopertinista della rivista agli sgoccioli Zio Paperone), nella scorsa edizione di Torino Comics.
Il forum del Papersera ha accolto da subito la citazione ed ecco che le supposizioni si sono concretizzate.
Si chiude così una testata cult, una testata che, tra gli altri ha avuto anche il merito di fare conoscere autori che altrimenti sarebbero rimasti per sempre nell’ombra (Boschi, la Cannatella, ecc…)

Il film di Voltron a rischio, per ora budget tagliato

Difficile la vita per i leoni-robot di Voltron. Oltre a combattere con i cattivi che minacciano la Terra adesso se la devono vedere anche con i potenti studi cinematografici hollywoodiani.
Da tempo si parla di un film in live-action con protagonista il mitico robottone dell’anime degli anni 80. La New Regency (di proprietà della Fox) era in trattativa per i diritti, ma pare che nei giorni si sia tirata indietro. Insomma, il film di Voltron, le cui riprese sono già iniziate, sarebbe rimasto senza fondi.
La Relativity Media si sarebbe però offerta di produrre il film al posto della New Regency. L’accordo però, secondo quanto riporta Variety, prevederebbe un drastico taglio sul budget. Il film di Voltron, secondo i nuovi produttori, dovrà fare affidamento a sfondi in animazione 3D come successo per il film 300.

martedì 19 agosto 2008

L’universo Marvel in versione scimmiesca

Come fortemente annunciato da più di un anno a questa parte, questo autunno il pubblico americano si troverà di fronte ad uno strano tipo di supereroi: avranno ancora sfavillanti poteri ma non saranno più umani bensì umanoidi decisamente più pelosi. Marvel Apes è infatti il folle progetto dello scrittore Karl Kesel (Superman) per ricostruire le icone Marvel in chiave scimmiesca.
Il Gibbone (creato nel 1972 sulle pagine di Spider-Man) e la giovane Fiona Fitzhugh, un genio brillante ma decisamente poco prudente, si ritroveranno intrappolati nella città di Monkhattan (una New York gorillesca) alle prese con Spider-Monkey, Iron Mandrill e tutti gli altri Ape-Vengers fra gag e rivelazioni scioccanti riguardo all’universo Marvel principale. Uno spin-off che potrebbe rivelarsi azzeccato quasi quanto Marvel Zombies e continuare questo filone divertente inaugurato nel 2005.
Un idea piuttosto valida, ma che ci porta al solito problema della Marvel di Quesada, ovvero tutte le idee sembrano le scopiazzature di vecchie storie e saghe DC, infatti per gli appassionati della casa del bullet l'idea ricorderà terribilmente tutto quel filone di storie partito tra il 1960 e il 1961 da Gorilla Grodd e Gorilla City e che poi ha visto contaminare in modo scimmiesco un pò tutto l'universo scimmiesco e non sempre con splendidi risultati (io ancora rabbrividisco a pensare alla versione gorillesca di Wonder Woman).

Pirate Bay, la IFPI intercetta senza autorizzazione gli IP di chi va sul sito oscurato dall'Italia

La privacy di milioni di italiani, utenti di Pirate Bay o semplici curiosi, potrebbe essere minacciata: è l'allarme che si leva in queste ore da tanti blog e che è già arrivato al Garante per la protezione dei dati personali. Si ingigantisce così il caso del sequestro preventivo adottato in Italia contro Pirate Bay, un motore di ricerca per ritracciare musica, giochi e film, anche illegali. Tutto è nato da una scoperta fatta in contemporanea da Peter Sunde (uno dei gestori di Pirate Bay, il quale è ora indagato dalla Guardia di Finanza di Bergamo) e dal blogger Matteo Flora: i tentativi di connettersi a Pirate Bay sono inoltrati, da alcuni operatori, verso un indirizzo ip particolare, 217.144.82.26/pb, che fa capo a www.pro-music.org. È un sito gestito da Ifpi, associazione dell'industria discografica nel mondo.
È cosa inusuale: al solito, in casi come questo, gli utenti sono re-indirizzati a una pagina della Guardia di Finanza ospitata sui server del loro operatori. È scattato così il sospetto, sul web: di fatto ora i discografici possono sapere chi ha tentato di accedere a Pirate Bay. E quindi, in teoria, possono raccogliere gli indirizzi ip degli utenti, schedarli, e tenerne conto per future possibili azioni legali. Non sarebbe nemmeno la prima volta: una grande incetta di indirizzi ip fu fatta mesi fa, a danno di centinaia di migliaia di italiani, da alcune aziende discografiche, poi bloccate dal nostro Garante della Privacy. Secondo il quale equivaleva a "spiare gli utenti", ne ledeva il diritto alla privacy, ed era vietato. Solo le autorità potevano fare una cosa del genere e solo su ordine della magistratura. Dinanzi a questo ultimo sviluppo, l'Authority per la tutela dei dati personali fa sapere "che la segnalazione è appena arrivata e il Garante assumerà tempestivamente tutte le informazioni necessarie per verificare quanto accaduto".
Il caso Pirate Bay sembra simile a quello della Peppermint - e se così fosse significherebbe che i discografici non hanno perso la voglia di "spiare" gli utenti. Nel provvedimento (ora pubblico) del giudice di Bergamo, che chiede il sequestro di Pirate Bay, non c'è traccia infatti dell'ordine di indirizzare il traffico verso un sito dell'industria discografica. "Non mi stupirebbe se l'iniziativa fosse partita della Guardia di Finanza, che potrebbe aver chiesto ai provider di fare così. Forse ispirata dai discografici. Telecom Italia e 3 Italia hanno ubbidito, altri provider si sono rifiutati", dice Andrea Monti, avvocato tra i massimi esperti di diritto d'autore in Internet e fondatore dell'associazione Alcei, che ha segnalato la cosa al Garante della Privacy.
Nella segnalazione, Monti domanda al Garante se "sia conforme alla normativa sul trattamento dei dati personali:
A) sequestrare una risorsa di rete imponendo a soggetti terzi - gli internet provider - di impedirvi l'accesso, considerato che nel codice di procedura penale non sembra rinvenirsi traccia di una norma che consenta di attuare il sequestro preventivo nei modi stabiliti dall'ordinanza del Gip di cui sopra, traducendosi tale modalità in una illegittima estensione del provvedimento a soggetti estranei al procedimento.
B) Consentire che il filtraggio degli accessi a un dominio - quale che sia - possa essere eseguito dirottando gli accessi in questione verso una risorsa di rete al di fuori della giurisdizione italiana, gestita da soggetti privati con uno specifico interesse economico nel procedimento penale, consentendo a questo soggetto di "andare a pesca" di dati di traffico che potranno poi essere utilizzati nei modi più disparati
".
I discografici, dal canto loro, non arretrano d'un passo: "Ci sembra fuori dal mondo questa difesa dei ladri", dice Enzo Mazza, presidente di Fimi (detto da gente che protegge gente come la sono che per aumentare gli introitti è arrivata a piratare i software di copiatura dei CD, ma i discografici non lo dicono che loro non lo dicono che sono i primi a violare i diritti d'autore, i copyright e i brevetti). "Il sequestro di siti è normale in tutto il mondo. Proprio nei giorni scorsi in Francia c'è stata una decisione identica, di un giudice, contro un sito razzista", (un sito a sfondo xenofobo e che inneggia alla violenza non è proprio sullo stesso piano di uno che diffonde materiale protetto dal diritto d'autore, altrimenti sarebbero vere quelle boiate del governo americano secondo cui il P2P è come il terrorismo. E comunque il problema non è tanto il sequestro, ma il fatto che una lobby industriale raccolga i tuoi dati illegalmente per poi citarti in tribunale, in pratica sta applicando una forma di INTERCETTAZIONE TELEFONICA non autorizzata).
Intanto si organizza la contro offensiva: si diffondono guide per aggirare il blocco di Pirate Bay. I gestori di Pirate Bay, inoltre, stanno preparando il ricorso contro la decisione del giudice.

lunedì 18 agosto 2008

Panini Comics si lancia su Facebook con il suo bullpen

Dal 21 luglio Panini Comics è su Facebook.
La casa editrice ha scelto una nuova strategia per raggiungere i suoi utenti, creando un profilo sul celebre Social Network. All’interno della pagina troverete sia le newsletter Panini, ma sarà inserito tanto materiale speciale come video esclusivi.
Non perdetevi l’intervento video di Marco Lupoi & Max Brighel dove si discute dell’evento Marvel estivo per eccellenza con protagonista il buon vecchio Spider-Man rinnovato: Brand New Day!

domenica 17 agosto 2008

E' morto Carlos Meglia, autore di Cybersix

Si è spento ieri all’età di 50 anni Carlo Meglia, disegnatore argentino dallo stile estremamente personale che aveva recentemente conosciuto un buon successo di pubblico e critica negli USA grazie alla sua collaborazione con la DC su titoli come Superman/Tarzan: Sons of the Jungle, Monster World e Le Avventure di Superman.
Ma la sua più nota creazione è senza dubbio Cybersix sui testi di Carlo Trillo, serie ben nota al pubblico italiano edita nel corso degli anni dall’Eura Editoriale.
Le cause della morte sono ancora poco chiare anche se pare si sia trattato di problemi cardiaci.
Vi consiglio di gironzolare per il blog dell’autore, estremamente ricco di esempi dei suoi lavori.

Sette giorni con (Super) Jack, by Bottero Edizioni e Cagliostro E-Press

Dove diavolo sei finito, Stan???” E’ quanto esclama SuperJack, un bizzarro supereroe che sfreccia nel cielo di un altro mondo e che ricostruisce gli eventi precedenti, sulla Terra, tra cui spicca l’appuntamento saltato (causa esplosione del luogo dell’appuntamento) con l’amico Steve mentre Stan, il terzo della combriccola è misteriosamente sparito da giorni.

Dove diavolo è finito Stan?” E’ questo il tormentone che accompagnerà Jack e Steve a cercarlo tra mondi alieni e vicini di casa impiccioni, supereroi di acqua e di fuoco e temibili boss di quartiere e, per non farsi mancar nulla, scienziati pazzi e procaci fatalone.
Un rutilante “What If” su come sarebbe stata se il Sorridente, il Re ed il creatore grafico di Spidey fossero nati e si fossero conosciuti dalle nostre parti… insomma, con qualche aggiunta qua e là, senza risparmiare sugli effetti speciali e sui superpoteri.
Giacomo Tagliaferri ai testi, Carlo Alberto Fiaschi ai disegni e Massimo Cavenaghi ai colori e ai retini sono l’affiatato, intraprendente e promettente equipaggio italiano che inaugura le pubblicazioni dell’etichetta NADAZERO. In questo viaggio nel viaggio, la loro bravura ha solo un unico difetto. Non hanno nomi e cognomi ammerigani, altrimenti venderebbero migliaia di copie di questo volume e sarebbero già delle vere rockstar del fumetto. Vogliamo dimostrargli che non è così? Prossimamente a Lucca Comics.

Sette giorni con (Super) Jack
Volume Uno

di G. Tagliaferri – C.A. Fiaschi – M. Cavenaghi
80 pagine – brossurato – B/N – copertine a colori con alette - 16cm per 22cm
9,90 euro

I SIMPSON INSEGNANO FILOSOFIA ALL'UNIVERSITA' DI BERKELEY

Un corso di filosofia, basato sulla vita quotidiana della famiglia Simpson, e' stato avviato nella celebre universita' californiana di Berkeley.
Il corso, citato dal quotidiano El Pais, si concentra sui dialoghi della tribu' capitanata da Homer che, a giudizio dei docenti, servono per comprendere gli ingranaggi del pensiero filosofico.
Gli stessi episodi - spiegano dall'universita' - possono essere guardati dai bambini, dagli adulti e dai filosofi ed ognuno puo' cogliere un aspetto diverso.
La stessa idea di convertire i Simpson in materia di studio filosofico e' racchiusa nel libro "The Simpson and philosophy: the D'oh of Homer", in cui venti autorevoli studiosi di alcune universita' statunitensi dissertano sulla materia.

Se la Disney facesse una versione animata di Sin City?

Vi siete mai chiesti come apparirebbero le Principesse Disney vestite come le ragazzacce di Sin City? Non siete i soli, pervertiti.
Curt Rapala oltre a chiederselo ha anche disegnato la propria versione dei poster promozionali del film dedicato a Sin City utilizzando però come interpreti Belle, Biancaneve, Ariel e le altre principesse del mondo Disney. Vi proponiamo un piccolo confronto fra le originali e le versioni disneyane.













Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.