HOME BLOG FUMETTI CHARACTERS ARTICOLI REGOLE CONTATTI LINK RICERCHE MERCHANDISING

lunedì 31 dicembre 2007

Se la natura fa le cose in grande

Spesso la natura è davvero sorprendente. Negli abissi come sulla terra alcune specie di esemplari che meglio si adattano alle condizioni ambientali possono raggiungere dimensioni eccezionali.
In due angoli remoti della terra, in una foresta del Messico e su una spiaggia australiana, alcuni ricercatori hanno trovato rispettivamente un fungo di oltre 20 chili e uno dei più grandi calamari giganti mai visti al mondo

Fortunato quanto incredulo il gruppo di ricercatori che ha raccolto a Tapachula, nel cuore della foresta messicana al confine con il Guatemale, un fungo alto 70 centimetri e del peso di oltre 20 chili.

L'esemplare appartiene alla famiglia dei "macrocybe titans", un fungo bianco lamellare di grandi dimensioni, ma raramente davvero titaniche. Ne ha notizia lo stesso gruppo di micologi del "Southern Border University Center".

Uno dei più grandi calamari giganti mai trovati, è stato ripescato in una remota spiaggia australiana, nelle acque antistanti la costa occidentale dell'isola di Tasmania. ''E' un'enormità, veramente molto grande'', ha detto ai media locali il curatore del Tasmanian museum di Canberra, Genefor Walker-Smith: ''ha una lunghezza di circa otto metri ed è largo un metro'', mentre il peso è di 250 chilogrammi.

L'animale è un esemplare di Architeuthis, un genere di Cefalopodi che comprende otto specie, comunemente note come calamari giganti, i quali possono crescere fino a più di 10 metri e pesare 275 chilogrammi. I calamari giganti, che hanno gli occhi più grandi del regno animale - pari ad una palla da pallavolo - vivono nelle profondità degli oceani, tra i 200 ed i 700 metri. Secondo gli scienziati di Canberra, i calamari giganti si radunano nelle acque australiane per alimentarsi dei pesci "granatieri", mentre vengono a loro volta cacciati dai capodogli

I CALENDARI PARTICOLARI PER L'ANNO NUOVO


Domani entra il nuovo anno e non avete ancora comprato il calendario per il 2008? Siete stufi della solita ragazza senza veli dallo sguardo spento e dalle solite posizioni peccaminose? Quest’anno ci pensa Panini a procurarvi un fantastico calendario che vi terrà compagnia per tutto il 2008.
Naruto, Ratman e Spiderman tappezzeranno le pareti della vostra cameretta con tutta la loro forza e simpatia. A partire da ottobre saranno disponibili i loro calendari ufficiali al prezzo di Euro 6,90.
Non vi basta e volete qualcosa di ancora più particolare, bene allora forse so che vi serve o meglio chi vi serve. Forse non sarà un canonico sex symbol, ma di fan (e di stazza) ne ha da vendere. Così anche Bud Spencer, indimenticabile protagonista di film cult con "Lo chiamavano Trinità..." e "Altrimenti ci arrabbiamo!" con l'inseparabile collega e amico Terence Hill, ha deciso di fare il suo calendario.
L'idea è venuta al primo fan club a lui dedicato, che si trova ad Agropoli (Salerno). Bud si è lasciato convincere: l'incasso andrà in beneficenza.
Noto per le esilaranti scazzottate che riempiono molti suoi film, "Piedone" - il cui vero nome è Carlo Pedersoli - ha detto di sì all'iniziativa lanciata dal Bud Spencer Fan Club di Agropoli, durante un incontro con l'attore tenutosi a Roma nelle settimane scorse. Il calendario 2008, in edicola dai primi giorni di gennaio, ritrarrà Bud Spencer nelle varie fasi della sua vita, da nuotatore ad attore, ma anche in scene tratte dalla vita quotidiana.
Roberto Apicella, presidente del fan Club, ha già annunciato che tutti i proventi derivanti dalle vendite verranno devoluti al centro oncologico dell'Ospedale civile di Agropoli. Vedremo se il leggendario Bud (ormai prossimo agli ottanta anni), anche nell'inconsueta veste di uomo-calendario, saprà far meglio di veline e starlette...

Giakarta, scoperto l'uomo-albero

Una strana corteccia cresce sulla pelle

Con all'avvivinarsi della fine dell'anno abbiamo deciso che nei prossimi giorni pubblicheremo sul nostro blog quelle notizie che durante l'anno ci hanno fatto sentire estremamente sottile il confine tra il mondo reale e quello dei fumetti, e per cominciare iniziamo da questa del 21 novembre 2007.

Si chiama Dede ma nel suo villaggio in Indonesia è più conosciuto come l'uomo-albero. Ha 32 anni e sulla sua pelle cresce una specie di corteccia. Una cura potrebbe ridargli una vita normale ma il governo di Giakarta impedisce il viaggio negli Usa. Lo rivela il dottor Anthony Gaspari che ha realizzato il servizio per Discovery Channel.
"Siamo stati chiari, i nostri medici non hanno dato il permesso a Dede di entrare negli Stati Uniti", lo ha detto il portavoce del ministro della Sanità di Giakarta Lily Sriwahyuni Sulistiyowati. "Molte persone come Dede, che vivono in piccoli villaggi, non vogliono essere portate via. Soprattutto per farsi analizzare il sangue. Gli abitanti dei villaggi non danno molta confidenza agli stranieri", ha detto.
Anthony Gaspari, dermatologo dell'Università del Maryland, ha realizzato un documentario su Dede.
Il medico crede che la massiccia corteccia che cresce sulla sua pelle altro non sia che una combinazione di papilloma virus e un disordine genetico che gli impedisce al sistema immunitario di combattere la malattia.
Ora Gaspari sta cercando di convincere le case farmaceutiche a fornirgli una speciale vitamina A che dovrebbe accelerare il suo sistema immunitario. Se anche questa cura non dovesse avere un sito favorevole l'alternativa potrebbe essere la chemioterapia. Una soluzione non praticabile sul posto e che avrebbe sicuramente effetti collaterali.


Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.